Come acconciare i capelli dopo un temporale

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Capita di trovarsi in giro, essere colte da un temporale e la pettinatura che va a ramengo. Ecco qualche accorgimento per rimediare

Cosa serve per completare questa guida:

- elastici;
- forcine;
- asciugamano;
- fazzoletto.



Istruzioni

  • 1
    Ecco un disguido che capita non di rado: veniamo colte all’improvviso da un acquazzone e la nostra pettinatura ne subisce le conseguenze. Ecco qualche consiglio su come rimediare al volo e senza grossi interventi.
  • 2
    A seconda del tipo di pettinatura il rimedio è diverso. Ad esempio se avete i capelli lunghi create velocemente uno chignon legando i capelli con un elastico, dividendo poi la coda in due ciocche ed arrotolandole sulla base, fermandole con due forcine.
  • 3
    Questa pettinatura vi darà comunque un aspetto molto chic. Se non avete a disposizione le forcine create semplicemente una coda di cavallo, bassa più classica, o alta per avere un aspetto più sbarazzino.
  • 4
    Altri tipi di pettinatura sono più semplici da trattare, ad esempio il capello corto può risultare sbarazzino e spettinato sfregando semplicemente i capelli bagnati con un asciugamano, o se non ce l’avete, un grosso fazzoletto.
  • 5
    I capelli ricci hanno la stessa soluzione, risultano belli anche spettinati ed asciugati semplicemente con quello che avete a disposizione. Tenete comunque sempre in borsa un elastico per i capelli, ad esempio uno di quelli di spugna elastica che non strappa i capelli, utili per ogni evenienza.

Tags

, , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up