Leonardo.it

Come acquistare una bici da corsa senza sbaglaire la misura!

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Acquistare una bici da corsa senza sbaglaire la misura, cosa non molto rara,per non avere dolori alla schiena , collo e arti vari dopo poche uscita di allenamento!!! alcuni consigli!

Istruzioni

  • 1
    La misura della bicicletta è in realtà la misura del telaio al quale si aggiungeranno poi altri 3 elementi per arrivare al corretto posizionamento dell’atleta sulla stessa. Gli altri tre elementi sono il cannotto reggisella, l’attacco manubrio e le pedivelle , si può aggiungerne un quarto, che sarebbe la piega manubrio, che ha la sua importanza principalmente in relazione alla sua larghezza ed in secondo piano per la profondità. Le misure da tenere in considerazione sono: -
  • 2
    la misura del cavallo presa stando in piedi , scalzi con le spalle ed i talloni appoggiati al muro, la misura andrà da terra fino all’osso pubico. Questa misura in centimetri, moltiplicata per il coefficiente 0,65 darà in modo abbastanza corretto la misura del tubo verticale del telaio, misurato dal centro de movimento centrale , fino al centro dell’intersezione con il tubo orizzontale (reale se realmente orizzontale o virtuale se si tratta di un telaio sloping).
  • 3
    La misura del tronco e delle braccia , che daranno la lunghezza del tubo orizzontale. In genere si può ricavare la lunghezza del tubo orizzontale sommando la lunghezza del busto (presa dal cavallo fino al “buco sotto il collo”) alla lunghezza delle braccia (presa dall’incavo tra il pollice ed indice fino allo snodo inferiore della spalla). Questa somma va divisa per il coefficiente 2,35 ed otterremo il valore indicativo della lunghezza del tubo orizzontale.
  • 4
    Per sapere a che altezza dovremo posizionare la sella si può utilizzare questo coefficiente 0,885 che si moltiplicherà per l’altezza del cavallo. Il risultato sarà la distanza che dovrà essere impostata tra il centro del movimento centrale e la superficie superiore della sella presa sopra al tubo verticale.
  • 5
    Per il corretto posizionamento della sella è bene porla in piano rispetto al suolo e per sapere come posizionarla rispetto ai pedali potrete fare così: salire in bici con le scarpe che utilizzerete ed agganciate i pedali. Ponete entrambe le pedivelle in posizione orizzontale e rimanete seduti in sella nella posizione che terrete durante la pedalata. Con l’aiuto di un’altra persona rimanendo fermi controllate con un filo a piombo che la proiezione della parte anteriore del ginocchio più avanzato cada nei pressi del centro dell’asse centrale del pedale. Se no è cosi spostate la sella avanti ed indietro finche ciò si verifichi. Questa sarà la posizione ideale durante la pedalata.
  • 6
    Per la lunghezza delle pedivelle si parte da quella standard di 172,5 mm che potrebbe essere cambiata in base alla lunghezza delle gambe, del piede, della tibia etc…non ci sono dei veri e propri calcoli matematici, dipende principalmente dalle sensazioni. In ogni caso se l’altezza del ciclista sarà di 160 cm e bene accorciare la lunghezza della pedivella fino a 170 o anche 167,5 mm. Viceversa se l’altezza sarà do 190 cm e bene salire a 175 o 177,5mm per la pedivella.
  • 7
    La larghezza delle spalle , importante per sapere la larghezza della piega manubrio, in genere sarà circa 2 o massimo 3 cm più stretta della larghezza delle spalle. Alla piega sarà necessario aggiungere l’attacco del manubrio la cui lunghezza sarà compresa tra i 10 cm ed i 12 cm se le misure sopra indicate saranno state prese in modo reale. La lunghezza di questo elemento varia in base al tipo di posizionamento che vogliamo avere sulla bici e può servire a correggere eventuali piccoli errori di misurazione relativi alla lunghezza del tubo orizzontale.
  • 8
    Se ci si sente troppo sdraiati sulla bici oppure troppo eretti si può cambiare l’attacco allungandolo di 1/2 cm con una spesa ridotta. Si potrà, sempre in base ai propri gusti ed alle proprie sensazioni una volta provata la bici, scegliere un attacco con angolazioni differenti o addirittura regolabili in modo da trovare il giusto posizionamento finale senza grandi spese.
  • 9
    Questi descritti sono dei metodi empirici per calcolare le misure del telaio e sono solo una parte delle decine di misure che si possono prendere in considerazione, possono essere però una buona base di partenza per la scelta di una bici nuova, ma per chi cerca la perfezione sarà necessari rivolgersi ai centri specializzati che effettuano delle misurazioni corporee su telai predisposti che possono essere modificati durante la prova stessa.
  • 10
    Le prove sono effettuate anche durante la pedalata, con macchinari computerizzati al fine di rilevare il miglior rendimento fisico in base alle dimensioni del telaio e degli altri elementi. Sono prove che hanno un costo discreto, ma vanno fatte una volta soltanto e per gli appassionati possono essere utili. Qui c’è un esempio di dove fare queste prove: http://www.borntorun.it/ . questo invece è un sito dove ottenere un calcolo indicativo delle misure del telaio: http://www.guidorubino.com/bici/strada/geom/calcolatore.htm
  • 11
    Qui vi indico alcuni siti dove potrete trovare delle occasioni e tutto quello che vi serve per allestire una buona bici sia da corsa che mountain bike http://www.gambacicli.it/ – http://www.gambacicli.com – http://www.bikeonline.it – http://www.shockbike.net – in quest’ultimo c’è un simpatico programmino da scaricare dove impostando la spesa che si vuole fare vengono in automatico trovati tutti i componenti migliori disponibili sul sito per costruire la bici. Buon divertimento a tutti!! Ed indossate sempre il casco!!

Tags

, , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up