Come affrontare il post dieta

1 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 vote, average: 4,00 out of 51 voti
Condividi

Dopo una dieta del sondino oppure dei magneti o a base di aghi come manteniamo il peso forma.

Istruzioni

  • 1
    Oramai siamo pieni ed a volte anche stufi di sentire parlare di facilità di perdere peso, ormai la facilità di perdere peso e la mancanza di nostre inibizioni ci ha portato a provare di tutto.
  • 2
    Abbiamo parlato di tante diete, ne abbiamo sentito parlare di tanti tipologie di diete, quella proteica, quella dissociata, quella a base di sola verdure e quella a base di solo carboidrati integrali.
  • 3
    A parte tutto occorre sempre avere forza di volontà, in questa guida oltre a due sistemi non classificati come dieta cercheremo di introdurre il sistema della forza di volontà.
  • 4
    Voi direte come, vi rispondo semplicemente aiutando la forza di volontà. Io ad esempio uso un semplice trucco, non faccio la spesa, compro il minimo necessario e talvolta nemmeno quello.
  • 5
    Mi ritrovo con attacchi di fame notturna che non so come calmarla, alla fine per calmarla o mangio la frutta oppure al massimo in mancanza di essa mi mangio il dentifricio come in un film famoso.
  • 6
    La fame è molto difficile da gestire specialmente se siete vittime e prede di abitudini alimentari ormai prese da molto tempo come mangiare prima di andare a dormire e consumare molti dolci.
  • 7
    Questa guida come detto prima vi indicherà due metodi alternativi alla dieta e poi attraverso il sistema del controllo dovete riuscire a mantenere il vostro peso senza riprenderlo più.
  • 8
    Il primo segreto è quello di non uscire mai fuori a cena oppure a pranzo, almeno per i primi tempi. Infatti fare dei pasti fuori casa vi porta quasi sicuramente a fare delle abbuffate incontrollate.
  • 9
    Poi cercate di distribuire i pasti durante la giornata, in questo modo evitare di arrivare affamati a cena, infatti almeno per me lo scoglio principale è la fame nelle ore finali della giornata.
  • 10
    Il consiglio è quello di mettervi verso le sei oppure anche le sette, all’incirca due ore prima di cena seduti a tavola e mangiare frutta e verdura a volontà saziandovi bevendo anche molti liquidi o frullati.
  • 11
    Mi raccomando che questa frutta e questa verdura deve essere scelta in base si ai vostri interessi culinari ma anche in base al suo indice di sazietà, preferite carote, albicocche, anguria, melone….
  • 12
    Stesso discorso vale per le bevande, bevete acqua fresca preferibilmente non gassata o magari fatevi delle tisane oppure del the verde molto adatto alle diete e drenante, state attenti se siete ipertesi.
  • 13
    Una volta fatto lo spuntino sicuramente a cena avrete meno fame ed eviterete di abbuffarvi troppo, mangiate come sempre successivamente seguendo la dieta di mantenimento fatta dal vostro dottore.
  • 14
    Infatti in questa guida io non darò alcuna dieta specifica post perdita di peso ma dovete recarvi presso un nutrizionista e farvi dare da egli un piano alimentare adatto al vostro metabolismo.
  • 15
    In primo piano passiamo alla giornata tipo, non dietetica. I primi giorni delle dieta di mantenimento sicuramente vi alzerete molto affamati, per evitare tutto ciò bevete subito un caffè appena svegli.
  • 16
    Anche se il suo principio vi potrebbe creare un po’ di acidità sicuramente attenuerà di molto la fame, poi seguite la colazione che vi ha prescritto il vostro nutrizionista o dietologo.
  • 17
    Durante la mattinata cercate di non rimanere a casa oppure evitare di frequentare bar oppure centri commerciali dove sicuramente saranno presenti molti odori culinari che vi tenteranno.
  • 18
    Cercate di bere molti liquidi e prima di pranzo, qualche ora prima di effettuare uno spuntino che vi permetta di arrivare non affamati al pasto di mezzogiorno sia fatto in famiglia che non.
  • 19
    A pranzo seguite lo schema alimentare che vi ha dato il vostro dietologo o il vostro nutrizionista cercando di mantenere inalterati i livelli calorici consigliati e di camminare molto durante il giorno.
  • 20
    Nel pomeriggio fate come detto prima sia per la mattinata per non essere tentati da leccornie ed altre cose che potrebbero farvi cedere a loro, prima di cena fate uno spuntino di frutta o verdura.
  • 21
    A cena seguite lo schema alimentare che vi è stato prescritto dal vostro dietologo o dal vostro nutrizionista e dopo cena, dopo le ore ventuno non mangiate assolutamente più niente.
  • 22
    Se proprio non resistete e lo stomaco vi brontola potete al massimo mangiare mezza banana oppure intera oppure bere uno yogurt magro diluito con acqua oppure del latte scremato.
  • 23
    Ora dopo avere dato questi piccoli trucchi per cercare di limitare l’apporto calorico giornaliero passiamo ai due sistemi di cui vi accennavo prima: la pressione al lobo e la dieta del sondino.
  • 24
    Partiamo prima della pressione al lobo, l’omeopatia e le scuole mediche orientali dicono che in un punto preciso del lobo ci siano delle terminazioni che possono interferire sullo stato della fame.
  • 25
    Sullo stato della sazietà e su tutti i sistemi che in un certo senso hanno a che fare con la vostra e nostra sensazione di fame che proviamo quando non mangiamo come vorremmo fare.
  • 26
    Oltre al lobo ci sono altri punti che se esercitati mediante agopuntura o mediante dei magneti reperibili in commercio facilmente possono aiutare ad avere molto meno lo stimolo della fame.
  • 27
    Questi studi sono supportati da varie teorie anche di illustri medici che hanno classificato come dei punti dell’orecchi sono collegati a tanti altri organi interni del nostro corpo umano.
  • 28
    Tutti questi studi hanno portato a creare una nuova branca, un nuovo studio chiamato auricolterapia che si prefigge di aiutarvi in varie cose mediante la stimolazione magnetica e con aghi dell’orecchio.
  • 29
    Ci sono sistemi che comprendono tutte le branche, per chi vuole smettere di fumare, per chi vuole concentrarsi nello studio e nel lavoro e per chi vuole dimagrire come voi che leggete.
  • 30
    Anche altri fattori possono essere curati secondo questa nuova medicina come stati ansiosi e depressivi, diciamo che questi magneti sono usati come dei sostituti dell’agopuntura.
  • 31
    Un alternativa a questi magneti c’è l’agopuntura è anche la stimolazione mediante flussi di luce oppure anche mediante dei bastoncini di rame che premono al posto dei magneti e degli aghi.
  • 32
    Questo sistema può essere valutato in maniera positive e negativa ma certamente può essere un ausilio oppure un placebo per alcuni oppure una perdita di tempo per molti altri.
  • 33
    Comunque sia non spetta a me giudicare nemmeno valutare visto che ci sono molte persone soddisfatte del sistema e molte altre no. Meglio che vi affidate ad esperti e non ciarlatani.
  • 34
    Infatti per quanto riguarda la dieta vi consiglio di rivolgervi direttamente mediante il consiglio del vostro medico di base ad un esperto in materia di nutrizione e diete invece per il resto cercate il meglio.
  • 35
    Naturopati e chirurghi esperti in agopuntura sono ormai una realtà anche nel nostro paese che sta sempre vedendo in maniera positiva questa realtà per l’oriente millenaria ed anche più.
  • 36
    Un altro metodo per dimagrire che non consiste in una vera e propria dieta e sicuramente la dieta del sondino che abbiamo accennato poco prima all’inizio di questa guida.
  • 37
    La dieta del sondino erroneamente chiamata così consiste in una terapia d’urto, può permettere di perdere peso consistentemente in pochi giorni, all’incirca dieci sono sufficienti per perdere anche dieci chili.
  • 38
    Voi direte come, la risposta è molto semplice. Poco tempo fa è stata pubblicizzata anche in maniera molto prepotente in televisione. Niente di più sbagliato come del resto nel nostro mondo.
  • 39
    Ormai la dieta in genere e i prodotti ad esse collegati e pubblicizzati sono all’interno di uno schema commerciale collaudato che premia chi riesce a promettere grandi risultati con minimo sforzo.
  • 40
    Forse questo è il motivo del fallimento di molte diete e di molti prodotti destinati a persone che devono dimagrire per salute e non per un solo aspetto estetico sopportabilissimo dal punto di vista medico.
  • 41
    In pratica in questi dieci giorni di terapia il paziente non mangia mai, viene alimentato da una pompetta esterna con un prodotto che alimenta il corpo del paziente per sopravvivere.
  • 42
    Il prodotto è solitamente a base di proteine, di chetoni. Per resistere agli attacchi di acidità si usano degli inibitori di pompa protonica come il lansoprazolo oppure altri prodotti simili.
  • 43
    Il risultato è un dimagrimento molto rapido, l’unico inconveniente è il dopo, infatti come detto prima potete perdere subito peso ma la difficoltà è la vostra abitudine alimentare e il vostro stile di vita.
  • 44
    Infatti per mantenere il vostro nuovo peso dovete cercare di cambiare lo stile di vita e di cercare come detto prima all’inizio della guida di seguire qualche consiglio indicato per mantenere il peso forma.
  • 45
    Ultimamente però c’è una battaglia in atto tra i sostenitori della dieta del sondino e quelli a sfavore di essa. Fra poco il consiglio superiore della sanità si esprimerà in merito definitivamente.
  • 46
    Fino ad allora ne sappiamo ancora ben poco ma aspettiamo con ansia il verdetto della commissione medica in merito al suo utilizzo. Sicuramente ha sollevato molte questioni dal punto di vista etico e medico.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up