Come affrontare un lungo viaggio in auto con i vostri bambini

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Per voi, una guida che vi consenta di affrontare lunghi viaggi con i vostri bambini. La guida è utile per chi vuole fare una vacanza con tutta la famiglia.

Istruzioni

  • 1
    Se avete programmato un viaggio ma il vostro “problema” sono i bambini, che non volete lasciare a casa, allora cercate di organizzare al meglio il vostro viaggio, in modo da poter soddisfare anche le esigenze dei vostri bambini.
  • 2
    Quando viaggiate con dei bambini dovete assolutamente prendere delle precauzioni e rispettare delle regole che li possano aiutare a non soffrire durante il viaggio (sia fisicamente sia moralmente) e a non annoiarsi.
  • 3
    Spesso quando una coppia o una famiglia decide di affrontare un viaggio, deve imbattersi in un problema serio ed importante: come fare con i bambini più piccoli? Se hanno fame? Se hanno sete? Se voglio dormire? Se si annoiano.
  • 4
    Alle volte, pur di non affrontare questi problemi o non sapendo come fare, si rinuncia alla partenza, oppure si rimanda, a data da destinarsi, con la speranza che l’anno successivo sia migliore. Ma perché rinunciare ad un viaggio con la famiglia?
  • 5
    I genitore devono solo saper affrontare e gestire la situazione. Basta saper rispettare delle regola, sapere come comportarsi correttamente, e capiranno subito la bellezza di un viaggio con tutta la famiglia, bimbi compresi.
  • 6
    Per prima cosa, è importante organizzare tutti in modo preciso (senza essere maniacali) prima della partenza, in modo da potervi trovare bene per ogni evenienza dovesse capitarvi durante il vostri viaggio in famiglia.
  • 7
    Prima della partenza, parlate con i vostri figli e, magari con l’aiuto di un atlante o di una cartina, fategli vedere la città che avete intenzione di raggiungere, facendogli vedere quanto dista rispetto al luogo di partenza.
  • 8
    Parlate con i vostri figli e chiedetegli che cosa ne pensano con riferimento a quel posto, a quella distanza. Chiedetegli ad esempio se hanno capito quanto dista rispetto a casa, se per loro è un posto vicino oppure un posto lontano.
  • 9
    Dovete essere molto chiari con loro, senza mentire per quanto riguarda la distanza ed il tempo di percorrenza, le ore o i giorni che sono più o meno necessari per raggiungere il posto che avete deciso di raggiungere.
  • 10
    Dopo di che chiedetegli se sono contenti di affrontare questo viaggio con tutta la famiglia e chiedetele una loro opinione in merito. Assicuratevi che siano entusiasti e felici di partire, e che abbiano la naturale curiosità dei bambini.
  • 11
    Si sa, il viaggio in auto potrebbe creare dei disturbi di stomaco al bambino, specie se il bambino è piccolo e soprattutto se si tratta di un viaggio piuttosto lungo. Munitevi, quindi, di alcune pillole (anche prese in erboristeria) per il mal di auto.
  • 12
    Poi, se pensate che ci vorranno molte ore, dovrete preparare anche delle cose da mangiare, seguendo dei criteri ben precisi, evitando di preparare cose che siano troppo pesanti e, quindi, difficilmente digeribili per i bambini.
  • 13
    Se volete, potrete preparare dei panini, evitando di farcirli con salami troppo grassi o con formaggi stagionati troppo salati. L’ideale sarebbe farcirli con del formaggio light e con del prosciutto crudo o con arrosto di tacchino.
  • 14
    Non portate con voi patatine o altri tipi di snack salati; privilegiate della frutta fresca tagliata a pezzetti o anche della frutta secca: è nutriente e non disturba i bambini durante il lungo viaggi in macchina, perché digeribile.
  • 15
    Abbiate cura di portare con voi anche dell’abbondante acqua fresca ma mi raccomando evitate altre bibite gassate che potrebbe solo gonfiare lo stomaco dei vostri bambini, invece vanno bene succhi di frutta freschi ma non freddissimi.
  • 16
    Portate con voi anche dei fazzoletti e dei tovagliolini. Poi mi raccomando di portare anche la cassetta dei medicinali o del pronto soccorso, che potrebbe sempre essere utile e potrebbe essere utilizzata per ogni evenienza.
  • 17
    Se i bambini sono molto piccoli ed usano ancora il pannolino, ovviamente portate dei cambi (fatelo anche se i bambino hanno dai 3 ai 4 anni), specialmente se il viaggio è lungo, così avrete la possibilità di cambiarli durante la sosta.
  • 18
    Organizzate soste numerose. Quando si viaggia con i bambini non si può assolutamente pensare di viaggiare ininterrottamente per tutto il tempo, senza pensare di fermarsi mai anche solo per potersi sgranchire le gambe.
  • 19
    I bambini hanno bisogno di soste frequenti e brevi; devono poter scendere dalla macchina di tanto in tanto, anche solo per respirare un po’ d’aria pulita e per fare quattro passi (oppure anche per fermarsi all’autogrill per bisogni vari).
  • 20
    Evitate poi di fumare all’interno della macchina. Non fatelo, neppure se avete deciso di aprire il finestrino. L’aria viziata dal fumo potrebbe disturbare, anzi sicuramente disturberà i vostri bambini, che potrebbero avere conati di vomito.
  • 21
    Se siete fumatori, purtroppo dovrete fare alcuni sacrifici per il bene dei vostri figli; ad esempio, potreste fumare una sigaretta quando fate le soste per far riposare un po’ i vostri bambini, quando scendete dall’auto.
  • 22
    Ricordate poi che uno dei principali nemici dei bambini durante i viaggi in macchina è la noia. Molto spesso è proprio a causa della noia che i bambini focalizzano la loro attenzione sul malessere d’auto e avvertono conati di vomito.
  • 23
    Il trucco ovviamente sta proprio nel distrarli, facendogli fare cose che portano la loro mente e la loro attenzione da un’altra parte, in modo che non possa più pensare al mal di auto e alla distanza che manca ancora da percorrere.
  • 24
    E allora dovrete cercare dei sistemi che possano essere in grado di captare l’attenzione dei bambini. Evitate di stare in macchina in silenzio per tutto il viaggio, e d evitate anche di accendere la radio ed ascoltare musica per tutto il viaggio.
  • 25
    La musica certo potrebbe essere di aiuto, ma solo se non copre tutta la percorrenza del viaggio e soprattutto solo se si tratta di una musica che possa coinvolgere il bambino e che il bambino conosce bene (magari di cartoni animati).
  • 26
    In alternativa, potreste anche decidere di cantare voi stessi una bella canzone, cantando tutti insieme e coinvolgendo i bambini, facendoli divertire e giocando tutti insieme in modo da passare velocemente il tempo del viaggio.
  • 27
    Se il viaggio è molto lungo e questa idea del cantare tutti insieme potrebbe non bastare, allora cercate di farvi venire qualche altra idea per coinvolgere i bambini e per distrarli, ad esempio raccontandogli una bella favola.
  • 28
    Evitate di farli giocare con i videogames o altre consolle portatile, per lo meno per non più di mezz’ora, non solo perché questi strumenti inibiscono la socializzazione con la famiglia, ma anche perché potrebbe disturbare lo stomaco del bambino.
  • 29
    Cercate invece di inventare dei nuovi giochi, magari dei giochi di parole, adatti all’età dei vostri bambini, scherzando con loro e facendogli sentire meno il peso del viaggio che in questo modo passerà sicuramente in modo più veloce.
  • 30
    Volendo, se i bambini sono piccoli ed amano disegnare, potreste anche portare in macchina dei fogli e dei colori, anche delle matite colorate, e fargli fare un bel disegno, magari anche collaborando con loro per quanto possibile.
  • 31
    Un’altra regole che dovete seguire è quella di non prendere mai in giro i vostri bambini. Quando vi domandano a che punto del viaggio vi trovate, non dite la solita frase “siamo quasi arrivati” oppure “manca poco”.
  • 32
    Se in realtà mancano ancora poche ore, il bambino comincerà a diventare impaziente e a chiedervi sempre a che punto del viaggio siete e allora comincerà a giusta ragione a fare i capricci e a non voler più stare in macchina.
  • 33
    E allora non mentite ai vostri figli, ditegli esattamente dove vi trovate, a che punto del viaggio vi trovate e quanto tempo manca per arrivare a destinazione, dicendogli di non preoccuparsi perché il tempo passerà in fretta se ci si diverte.
  • 34
    Se poi state viaggiando con un navigatore, allora potete utilizzarlo per indicare ai bambini l’esatto percorso che avete fatto e la parte del percorso che dovete ancora fare e che vi manca. Vedrete che questa cosa renderà più tranquilli i bambini.
  • 35
    Se non disponete di un navigatore satellitare, allora potete utilizzare la solita cartina o l’atlante, indicando manualmente ai vostri bambini l percorse che state facendo e la distanza che avete già percorso e quella ancora da fare.
  • 36
    Se i bambini sono sufficientemente grandi allora potrete anche approfittare per insegnare loro un po’ di geografia, spiegandogli il posto che state per raggiungere proprio dal punto di vista geografico e facendolo appassionare.
  • 37
    Per tenere buoni i vostri bambini, promettetegli qualcosa appena arrivate, e poi mi raccomando mantenete ferma la promessa. Ditegli che appena arrivati a destinazione riceveranno una bella sorpresa ma anche in questo caso non mentite.
  • 38
    Se il bambino ha sonno non impeditegli di dormire. Anzi, dormendo, il tempo trascorrerà più velocemente. Però poi ricordatevi che in genere il bambino è capriccioso appena si sveglia, soprattutto se si è addormentato in macchina.
  • 39
    Il risveglio ovviamente non sarò come quello ordinario, che si può fare nel proprio letto oppure sul proprio divano, perché si tratta pur sempre di un risveglio brusco e anomalo, che potrebbe irritare i bambini specie i più sensibili.
  • 40
    Allora in questo caso se il bambino si sveglia, appena si sveglia fermate la macchina e fategli fare una piccola passeggiatina, magari prendetelo in braccio e tenetelo un po’ con voi, magari facendogli fare dei bisogni.
  • 41
    Se il risveglio è avvenuto di mattina, dopo una nottata trascorsa in viaggio, il bambino ha ovviamente bisogno di fare colazione e questa è una cosa molto più importante, anche se il bambino si rifiuta di farla e fa capricci.
  • 42
    Ricordatevi che la colazione, dopo il risveglio, è molto importante e che il bambino è turbato e si sveglia facendo i capricci è perché nel suo sangue c’è un calo di zuccheri dovuto al fatto che non ha mangiato durante la notte.
  • 43
    Quindi, anche se siete in viaggio non fate in modo che i bambini saltino la colazione. Assicuratevi che possano farla tranquillamente, in macchina o in un’autogrill. Magari evitate il latte caldo, ma preferite brioche e biscotti con succo di frutta.
  • 44
    Dopo la colazione, prima di rimettervi in viaggio, fate fare una piccola passeggiata ai vostri bambini. Poi, saranno rifocillati abbastanza e saranno pronti per affrontare nuovamente il viaggio in tutta serenità, magari fino all’arrivo.
  • 45
    Insomma se volete fare un viaggio con tutta la famiglia e volete portare con voi anche i bambini dovrete essere in grado di organizzarvi bene, cercando di prevenire ogni evenienza e soprattutto facendovi venire idee sempre nuove.
  • 46
    Queste idee vi devono servire per fare in modo che i bambini non si annoino. Il ricordo della vacanza, ricordatevelo, è bello se bello è stato il viaggio; il ricordo di una vacanza parte prima di tutto da un bel viaggio.
  • 47
    Invitate i bambini ad osservare il paesaggio che stanno affrontando in macchina, facendogli notare, mano a mano che attraversate le diverse regioni, i diversi paesi (o diversi stati se è un viaggio all’estero) come cambiano i paesaggi.
  • 48
    In questo modo vi renderete conto che il viaggi con i vostri bambini non sarà stato poi così difficile come ve lo eravate immaginato. Se tutto andrà secondo i vostri progetti, state sicuri che non vi pentirete di questa scelta e ripeterete l’esperienza.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up