Come aumentare le funzioni di detossicazione del nostro fegato

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Anche se ci nutriamo bene e con attenzione e viviamo in un luogo pulito, siamo sempre esposti a numerose tossine naturali che si trovano negli alimenti, a quelle prodotte dal metabolismo e anche quelle derivanti dai batteri benefici dell’intestino come prodotti di scarto. Proprio per evitare malesseri e molte malattie dobbiamo far si che i sistemi di detossicazione funzionino al meglio.

Istruzioni

  • 1
    Il fegato ha molte proprietà disintossicanti se messo in condizioni di funzionare al meglio. Per ottimizzare questa sua caratteristica si tratta di proteggerlo dalle tossine, arrivando a normalizzare i sistemi di detossicazione ed evitando l”accumulo di grassi.
  • 2
    Tra le sostanze che proteggono il fegato ci sono molti prodotti alimentari e numerose erbe che hanno il potere di prevenire i suoi danni. Tra i nutrimenti che proteggono il fegato troviamo i lipotropi che accelerano la rimozione dei grassi arrivando a diminuire il loro accumulo nel fegato, oltre ai coleretici che sono sostanze in grado di provocare la secrezione della bile da parte del fegato oltre a permettere il passaggio alla cistifellea. Un”altra sostanza valida a stimolare la contrazione della cistifellea con il fine di favorire il passaggio della bile nell”intestino è il colagogo.
  • 3
    Il metabolismo epatico delle tossine arriva a rilasciare i radicali liberi che possono danneggiare il fegato, pertanto si deve intervenire al più presto per neutralizzarli prima che facciano danni irreversibili.
  • 4
    La prima cosa da fare è quella di intervenire sulla nutrizione introducendo alimenti ricchi di vitamina c ed e,come ad esempio agrumi, semi di lino, frutta secca, avocado eccetera, i biofavonoidi presenti nella frutta e nella verdura oltre che nei legumi e nel te, i carotenoidi ed il selenio presente in noci brasiliane, pesce, frutti di mare, fegato e uova.
  • 5
    Tutti questi nutrienti sono in grado di ridurre i radicali liberi arrivando a potenziare le funzionalità del fegato. Possono essere notevolmente potenziati assumendo anche alcuni antiossidanti quali il coenzima q e la catechina.
  • 6
    Nella nutrizione si dovrebbe aggiungere il consumo di cardo mariano che possiede una elevata capacità disintossicante a livello del fegato. E” soprattutto in grado di difendere il fegato da numerose sostanze chimiche nocive oltre che da medicinali. Si può assumere nella misura di 120 mg. Tre volte al giorno
  • 7
    Il cardo mariano, grazie alla sue capacità depurative del fegato può essere utilizzato per preparare un liquore da assumere ogni giorno nella dose di un bicchierino dopo ogni pasto. Si tratta di usare le radice di cardo mariano facendole macera in alcool per una settimana. Trascorso il tempo si filtra il liquido e si conserva in una bottiglia di vetro scuro.
  • 8
    Nella nostra alimentazione dovremmo anche aggiungere il consumo di catechina, un flavonoide che viene estratto dalle piante acacia catecù e uncaria gambir. Ha la capacità di neutralizzare i radicali liberi ed è un valido aiuto per rafforzare e purificare il fegato da sostanze chimiche e batteriche ma anche dall”alcool. L”alimento che contiene una elevata quantità di catechina è il tè verde che andrebbe assunto ogni giorno nella quantità di due tazze prevalendo la qualità deteinata. Volendo si può anche assumere integratori di catechina nella quantità di 250 mg. Due volte al giorno.
  • 9
    Un”altra cosa da fare per il benessere del nostro fegato è quella di proteggerlo dall”accumulo di grassi. Pertanto si tratta di seguire una alimentazione con un basso o nullo consumo di grassi saturi, aumentano l”introduzione di fibre alimentari.limitare anche il consumo di alcool ed introdurre sostanze quali acido folico, carnitina e vitamina b12.
    La carnitina la si trova nella carne, soprattutto nel fegato
    la vitamina b12 la troviamo nel lievito di birra, cereali integrali, frutta oleosa, germe di grano eccetera.
    Volendo è possibile utilizzare un integratore di carnitina nella misura di 250 mg. Al giorno.
  • 10
    Altro passo importante è quello di aumentare il flusso biliare allo scopo di migliorare le funzioni del fegato disintossicandolo. Molte erbe vengono in aiuto a questo fine, ma sono efficaci soprattutto quando si segue una dieta ad alto contenuto di fibre in quanto aumentano la secrezione della bile che porta a un miglioramento delle funzioni intestinali.
  • 11
    Tra queste erbe troviamo:
    - 1) la radice di tarassaco o dente di leone
    si può usare sia sotto forma di alimento sia come medicamento. Il tarassaco è in grado di aumentare il flusso biliare e di eliminare le infiammazioni presenti nel fegato.
    Questa erba può essere consumata come insalata cruda o cotta oppure sotto forma di decotto o infuso con fine depurativo. In questo ultimo caso si tratta di far bollire 50 grammi di radice essiccata in mezzo litro di acqua per alcuni minuti. Quindi si filtra il liquido, lo si addolcisce con miele e se ne bene una tazza al giorno.
    Oppure si può assumere sotto forma di integratore nella quantità di 4 grammi di radice secca due volte al giorno.
  • 12
    - 2) le foglie di carciofo
    gli estratti di foglie di carciofo sono in grado di aumentare la secrezione della bile del fegato. Inoltre sono anche in grado di abbassare il livello di colesterolo e di trigliceridi, il tutto a vantaggio del nostro benessere.
    Si può assumere sotto forma di integratore nella quantità di 500 mg. Di estratto oppure come alimento o come sotto forma di decotto. In questo ultimo caso si tratta di far bollire 40 grammi di foglie essiccate di carciofo in mezzo litro di acqua per cinque minuti. Quindi filtrare il liquido e bere tre tazze al giorno. Se non si gradire il sapore amaro aggiungere del miele.
  • 13
    - 3) la curcuma
    rappresenta una delle spezie più conosciute e usate, ha il potere di aumentare il flusso della bile del fegato arrivando a diminuire il colesterolo.
    Si tratta di utilizzare in cucina la curcuma nella misura di 300 mg. Al giorno, basterà aggiungerla su ogni alimento si cotto che crudo.
  • 14
    Per incrementare ulteriormente la detossicazione del fegato si deve anche utilizzare i composti dello zolfo, la glicina, le verdure appartenenti alla famiglia della crocifere, la vitamina c oltre al glutatione.
  • 15
    I composti dello zolfo rappresentano un valido aiuto per disintossicare il fegato. Si tratta di assumere alimenti ricchi di tali composti come ad esempio le cipolle e l’aglio. L’aglio andrebbe assunto due-tre volte al giorno nella quantità di mezzo bulbo per ogni somministrazione oppure assumerlo sotto forma di estratto secco o polvere di aglio aggiungendolo agli alimenti.
    Lo zolfo si trova anche nei peperoni rossi, nei tuorli d’uovo, nei broccoli e nei cavolini di bruxelles.
  • 16
    La glicina riesce ad eliminare le tossine presenti nel fegato. Si tratta di assumerla consumando semi di soia, farina di soia, albumi, lievito di birra secco, carne di manzo, di coniglio, di tacchino, merluzzo sotto sale, semi di zucca, pollo, polipo, alga spirulina essiccata eccetera.
  • 17
    Le verdure appartenenti alla famiglia delle crocifere vanno consumate almeno tre-quattro volte alla settimana. Tra queste troviamo i cavoli, i cavolfiori e i cavolini di bruxelles. I flavonoidi e i carboinoli che si trovano in questi alimenti aiutano notevolmente la disintossicazione del fegato.
  • 18
    Assumere ogni giorno alimenti ricchi di vitamina c che è in grado di aiutare la purificazione del fegato. Quindi aggiungere sempre alla nostra alimentazione arance, kiwi, ribes, cavoli, cavolfiori, limoni, spinaci, papaia, fragole e quant’altro
  • 19
    Non dimentichiamo inoltre gli alimenti ricchi di glutatione, vale a dire i prodotti a base di proteine del latte, carote, spinaci, cocomero, peperoni rossi, asparagi, pesche, avocato, pomodori. Sarebbe bene per meglio assimilare il glutatione associarli ad alimenti ricchi di selenio come il pesce, il fegato, le uova, le noci eccetera.

Tags

, , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up