Come avere dei denti sempre bianchi.

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Aver un bel sorriso oggi giorno è un bel biglietto da visita verso la gente che ci circonda, ecco una breve guida per ottenere un sorriso smagliante.

Istruzioni

  • 1
    La prima cosa che guardiamo in una persona che non conosciamo è sicuramente il suo sorriso ma maggiormente i suoi denti, una persona che non ha denti puliti e bianchi sicuramente si troverà a disagio nella società in cui vive.
  • 2
    La dentatura di ogni persona è formata tonalità diverse di colore, queste tonalità vanno dal bianco giallo al marrone grigio. Quindi le tonalità del dente si possono migliorare attraverso lo sbiancamento dentale.
  • 3
    Queste discromie intrinseche possono essere causate o da fattori genetici o dall’assunzione in età adolescenziale di antibiotici, mentre per le discromie estrinseche cioè esterne al dente le cause possono essere molteplici.
  • 4
    Una delle cause potrebbe essere l’assunzione di cibi e bevande colorate come ad esempio caffè, cocacola, vino rosso, te ecc.
    Per alimenti solidi intendiamo dire, cioccolata liquirizia, sughi vari, eccetera.
  • 5
    Altre cause possono essere causate da assunzione di nicotina come nel caso dei fumatori, l’assunzione di colluttori pigmentanti
    come ad esempio quelli che contengono clorexdina, oppure l’assunzione di farmaci nello specifico quelli per carenza di ferro.
  • 6
    Quindi per eliminare le macchie superficiali dei denti è sufficiente una pulizia dall’igienista con la conseguenza di una lucidatura a base di bicarbonato, in modo che il tartaro e le macchie superficiali vadano via.
  • 7
    Se invece dal punto di vista estetico si vuole il dente più bianco questo lo si deve fare con lo sbiancamento dentale da non confondere con la pulizia dei denti sono due procedimenti del tutto distinti, in quanto lo sbiancamento ha la funzione di sbiancare il dente dall’interno.
  • 8
    Lo sbiancamento può essere fatto nello studio di un igienista o a casa attraverso prodotti da banco che sono facilmente reperibili in farmacia con costi più facilmente accessibili ma non sempre garantiscono lo stesso risultato in quanto c’è una sostanziale differenza sulla percentuale di perossido di idrogeno contenuto.
  • 9
    Lo sbiancamento in studio consiste nel fare una prima foto per vedere la tonalità di colore di partenza, dopo di che si isola la gengiva con una diga liquida in modo da proteggerla dal contatto diretto dal perossido.
  • 10
    Poi si sbianco i denti da premolare a premolare, premesso che il paziente abbia l’apribocca in modo tale che possa tenere la bocca aperta in modo adeguato, per evitare che si stanchi a tenere la bocca aperta.
  • 11
    Dopo di che si effettua una prima azione con il perossido che verrà applicato ai denti che si vogliono sbiancare, dopo aver applicato tutto il gel verrà inserita una lampada che servirà per attivare il perossido e iniziare il processo di sbiancamento.
  • 12
    Una volta effettuato lo sbiancameto per mantenere più a lungo il risultato si consiglia di evitare come detto in precedenza cibi e bevande che possano provocare macchie ai denti, cercare di cambiare leggermente lo stile alimentare.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up