Come cercare di sopperire al dolore dei figli ed anche vostri con rimedi naturali

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

A volte sopportare il dolore è una cosa molto dura, c’è chi soffre di più e chi soffre molto di meno.

Istruzioni

  • 1
    Curare i propri figli è un piacere talvolta oltre che un dovere ed insegnare loro come farlo naturalmente togliendo dal loro essere l’ausilio continuo dei farmaci può essere anche un bene per un futuro.
  • 2
    Il dolore è un senso di enorme fastidio e di grande noia per molti, i dolori più disperati sono solitamente alle articolazioni ed anche alla testa, le solite emicranie che sono sempre all”ordine del giorno.
  • 3
    In questa breve guida tratteremo come risolvere in maniera naturale e con diete e alimenti facili da reperire i più comuni dolori di cui soffre la maggiore parte delle persone di oggi al mondo odierno.
  • 4
    Iniziamo con il piàù comune dei mal di testa, l’emicrania, solitamente questo dolore è causato da vari fattori, iniziamo con il primo fattore scatenante per le donne. Il ciclo mestruale e l’emicrania.
  • 5
    Infatti gli ormoni femminili sono la causa scatenante del mal di testa, sia in fase mestruale che in fase normale. Infatti le donne solitamente avvertono questo tipo di fastidio più frequentemente, di meno gli uomini.
  • 6
    Infatti il ciclo gli uomini non lo hanno, ma questo argomento sarà trattato negli step successivi. Per alleviare i sintomi del ciclo mestruale, prettamente quelli relativi all’emicrania dovete fare quanto segue.
  • 7
    Gli esperti sottolineano che una buona base di partenza per evitare i dolori mestruali generici sono la presenza di una dieta ricca di sostanze come lo zinco e il rame, ma molto di più lo zinco svolge un ruolo fondamentale.
  • 8
    Infatti lo zinco è stato valutato diagnosticamente che una sua non presenza è correlata sempre dalla presenza di dolori mestruali ed anche forte in qualche caso. Consultate comunque sempre un esperto.
  • 9
    Ci sono molti prodotti omeopatici adatti allo scopo, ma come sempre è meglio servirsi di buoni consigli da esperti del settore. Non dovete mai sottovalutare l’importanza dell’attività sportiva che svolge un ruolo primario.
  • 10
    Infatti fare attività sportiva durante il ciclo e non è di buona norma e aiuta l’organismo e voi stessi a gestire meglio il doloro alleviando di gran lunga i picchi dolorosi rendendoli sopportabilissimi.
  • 11
    Invece in caso di uomini, ed anche donne prima dovete risolvere il problema dell’emicrania, infatti solitamente essa è un sintomo ed il problema va ricercato altrove. Capire dove è localizzato il dolore ci può aiutare.
  • 12
    Se il dolore è causato da stress lo capiamo subito poichè sentiamo stanchezza, mentale solitamente, e il dolore ci accerchia scoppiando anche improvvisamente dopo un litigio oppure dopo una giornata di lavoro.
  • 13
    In questo caso molte riviste scientifiche identificano la soluzione nella sostanza dell’arsenico bianco, arsenicum album. Molto utile con proprietà antinfiammatorie e agisce anche a breve con risvolti subito positivi.
  • 14
    Se il dolore invece viene da dietro, da un colpo di freddo o da cervicale che infastidisce tutto il collo, la nuca ed anche la parte centrale del capo a causa della posizione occorre subito rimediare alla postura.
  • 15
    Il prodotto omeopatico che si adatta di più in questo caso dopo un attenta visita di siti e riviste in merito e grazie all’aiuto di un mio amico erborista è kalmia latifolia facilemente reperibile in commercio.
  • 16
    Negli altri casi si può usare la spigelia, serve per lo più nelle emicranie improvvise, non come la prima descritta ma quelle che non hanno una causa specifica almeno a primo avviso secondo il parere medico.
  • 17
    L’ignatia amara, invece chi come me soffre di dolore esattamente vicino alla fronte a sinistra all’incirca sulla parte più dura e spessa è una mano santa. Infatti spesso mi capita di usare questa sostanza omeopatica.
  • 18
    Altri rimedi della nonna sono sempre discutibili, da piccolo mi facevano prendere, anzi mi allaciavano alla fronte come bandana uno strofinaccio imbevuto di aceto ma non mi pare che portava sollievo alcuno.
  • 19
    Comunque sia state molto attenti al mangiare e a coprirvi sia d’inverno che d’estate poichè la sinusite e le freddate possono essere una delle cause maggiori di questa sintomatologia dolorosa talvolta acuta.
  • 20
    Anche altri fattori esterni ed interni possono essere la causa come l’ipertensione, una cattiva digestione oppure il fumo e il consumo di bevande alcoliche e anche un abuso di caffeina e teina oppure ultimamente taurina.
  • 21
    Ora passiamo ad altri tipi di dolori sempre comuni, come quelli articolari. Oltre alla prevenzione occorre sempre dell’attività sportiva sana e corretta che può aiutare la cura e l’insorgenza delle problematiche articolari.
  • 22
    Per passare direttamente all’omeopatia occorre molta attenzione, prima dovete valutare bene la causa del problema per non sottovalutarlo dal punto di vista clinico e medico, medicina ufficiale intendo.
  • 23
    Poi i prodotti sono molti che possono essere usati, dalla semplice rimineralizzazione dell’organismo ai piccoli impacchi a base di argilla che anche io utilizzavo dopo gli infortuni al ginocchio sinistro.
  • 24
    Per fare gli impacchi con l’argilla dovete seguire questi brevi e semplici step, andate in erboristeria e fatevi dare un bel pugno di argilla e intanto mettete a bollire dell’acqua con del sale fino ma poco.
  • 25
    Appena bolle l’acqua fate colare l’argilla creando un impasto denso ma non troppo ed aggiugente acqua gelida per fare diventare l’impacco di una temperatura accettabile a contatto con la vostra pelle.
  • 26
    Dopo di ciò spalmate un bel velo di argilla ed acqua fatta in precedenza sulla parte interessate e procuratevi la pellicola trasparente, quella comunemente usata in cucina per coprire i cibi ed altro.
  • 27
    Con la pellicola trasparente dovete creare una fasciatura non tanto stretta sulla parte interessata dall’impacco, usate anche del nastro adesivo quello da pittura poichè non da fastidio quando viene tolto.
  • 28
    Vi consiglio di fare l’impacco prima di andare a dormire oppure se rimanete a casa in qualsiasi orario, tenete l’impacco per almeno otto ore circa, così a me mi disse il mio amico erborista per ottenere il giusto risultato.
  • 29
    Almeno io e a parere di tante altre persone che lo hanno fatto hanno tratto molti giovamenti in quanto l’argilla è usata anche allo stesso modo (a detta del mio erborista) con le articolazioni dei cavalli.
  • 30
    Oltre ai dolori articolari come facile capire sono di varia natura occorre una riflessione dal punto di vista concettuale sul da farsi. Infatti sia con medicina omeopatica che con quella classica occorre andare cauti.
  • 31
    L’automedicazione può avere talvolta risvolti anche negativi, infatti ipotizziamo una cura allo stomaco fatta con liquirizia potrebbe essere non molto adatta a persone ipertese per l’aumento ancora più alto della pressione.
  • 32
    Bisogna sempre rivolgersi ad un medico, anche omeopata va bene ma l’importante che sia medico e che abbia la vostra fiducia da tutti i punti di vista sia medici che personali. Occorre l’unione paziente-medico.
  • 33
    Prima di andare avanti mi viene in mente da un documentario che ho visto di recente una vignetta in cui diceva ai pazienti che la medicina tradizionale vi uccide per le cure invece quella omeopatica uccide perchè non cura.
  • 34
    Lasciando questa battuta-vignetta come tale ora sappiamo che non è così poichè il progresso scientifico e farmaceutico hanno fatto passi avanti ma talvolta l’omeopatia è secondo ma la via principale da seguire.
  • 35
    Poichè se un fastidio, un dolore un problema fisico e mentale si può scientificamente curare con l’omeopatia occorre farlo per evitare tossine e l’arricchimento di aziende che hanno fatto a scapito del nostro dolore.
  • 36
    Infatti potete ben notare che tutti i foglietti illustrativi hanno sempre indicato molte controindicazioni su molti dei loro prodotti. Addirittura adesso vi racconto una cosa molto allarmante in merito alla malattia del secolo.
  • 37
    Il tumore è combattuto principalmente con dei farmaci chiamati chemioterapici, sul loro fogliello illustrativo viene indicato che è un prodotto cancerogeno, molto si lamentato del fatto che perdono la memoria.
  • 38
    Non voglio dilungarmi su questo fatto poichè non sono espertissimo in materia anche perchè l’allungamento della vita media la dobbiamo a queste ditte che hanno permesso di vivere meglio molte persone.
  • 39
    Ritornando ai dolori passiamo a quelli dell’apparato digerente, i dolori solitamente che portano grossi fastidi sono quelli causati dalla parte finale cioè il colon e il retto ed anche la parte iniziale.
  • 40
    Infatti lo stomaco può causare anche dolori di varia natura in caso di mal digestione, infatti l’acidità è una causa molto da tenere sotto controllo da parte vostra. Per combatterla si usa la liquirizia.
  • 41
    Il glucomannano è anche indicato e vari sciroppi naturali, anche l’aloe è molto indicata, e non solo per quello diciamo che è un prodotto multi spaziale e multiuso in tutti i campi di cura fisica del vostro corpo.
  • 42
    Lo stomaco oltre a curarlo in caso di acidità con liquirizia e glucomannano ed altri sciroppi ha bisogno di sostante utili come yogurt ed altri che lo aiutaino a mantenere alta e buona la floro batterica.
  • 43
    Invece per il colon ed il retto sono sconsigliati i cibi piccanti, a livello omeopatico per la colite à la magnesia sphofosforica, in caso di molta aria nel colon occorre il solito carbone facilmente reperibile in erboristeria.
  • 44
    In caso di dolore al retto o di infiammazione consultate sempre un medico e potete utilizzare lenitivi oppure dei prodotti antinfiammatori delle mucose che vi saprà consigliare il vostro erborista al meglio.
  • 45
    Comunque sia tutto passa sempre dall’alimentazione che è la prima via di guarigione nel caso soffriate di dolori per lo più di origine gastro-intestinale come stiamo discutendo in questi ultimi step di questa guida.
  • 46
    Nel caso di dolori topici è consigliabile sempre l’uso di uno spicco d’aglio da premere e fare agire, infatti nell’antichità veniva spesso usato come antibatterico, antinfiammatorio ed antidolorifico locale.
  • 47
    Spero che posso esservi stato d’aiuto con questa guida e vi esorto ad essere sempre coscenziosi con voi stessi ed a non sottovalutare mai nessun dolore ma nemmeno di essere ipocondriaci ed agitarsi per esso.

Tags

,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up