Leonardo.it

Come coltivare i litchi

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come coltivare i litchi
Condividi

I litchi sono dei frutti di origine cinese. Per questo essi sono anche chiamati: ciliegie della cina e occhi di drago. Questo frutto è coltivato in madagascar, in malesia e nel sud-est asiatico. Nella guida seguente sono dati alcuni consigli per la coltivazione della sua pianta.

Istruzioni

  • 1
    Il frutto “litchi”, è molto simile a un grosso corbezzolo. Ha una scorza colore rosa corallo, dura e completamante coperta di asperità rugose. Tutto questo nasconde una polpa un po’ gelatinosa, bianco madreperla che profuma di rosa. Al suo interno risiedono due semi grossi e scuri, simili a quelli delle nespole. Non appena gustato il frutto, ripulite questi noccioli della polpa e conservateli ad asciugare per la semina per qualche giorno.
  • 2
    Prendete un vaso e riempitelo di terriccio fertile e concimato. Fate un piccolo solco e inserite i noccioli. Copriteli per bene e umidificate la terra. Tenete il vaso in una stanza in cui la temperatura non scende al di sotto dei 20 gradi e non dimenticate di annaffiare per mantenere il terriccio abbastanza umido.
  • 3
    Dopo che avrete aspettato pazientementeche il nocciolo germogli, continuate a tenere la pianta in luogo caldo e umido. Cresceranno delle piantine molto eleganti che potranno essere coltivate in casa per qualche anno. Le piantine del litchi risultano essere molto modeste ma allo stesso tempo decorative.

Tags

, , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up