Come coltivare la peperomia

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Questa pianta, prevalentemente originaria dell’america meridionale, viene coltivata soprattutto per il suo piacevole fogliame.

Istruzioni

  • 1
    La peperomia è una pianta d’appartamento compatta, di rapida crescita e semplice da curare, con particolari spighe di fiori, erette, somiglianti a code di topo.
  • 2
    Si pianta a marzo o in aprile in composta a base di torba oppure in buona composta da vaso aggiunta a torba; si utilizzano cocci per assicurare un buon drenaggio. Le piante giovani vengono rinvasate in contenitori, se necessario, di una misura maggiore e fino a un diametro finale di 10-13 cm.
  • 3
    La pianta vive bene alla normale temperatura ambiente e fino a 24°c; va esposta in un luogo abbastanza luminoso evitando, però, l’insolazione diretta, specialmente nei mesi più caldi. L’eccesso di acqua può essere molto dannoso per la pianta che va annaffiata moderatamente lasciando asciugare per un certo tempo la composta prima di bagnarla nuovamente.
  • 4
    All’acqua si aggiunge un concime liquido diluito (metà del dosaggio raccomandato) ogni tre settimane e nel periodo tra maggio e settembre. La pianta, inoltre, necessita di umidità atmosferica per cui va posta su un piatto pieno di ciottoli bagnati e vanno spruzzate regolarmente le foglie con acqua.
  • 5
    In autunno e in inverno, la temperatura deve essere intorno ai 16°c senza scendere mai al di sotto dei 13°c; occorre sempre esporla in piena luce ma non direttamente al sole, mantenere una buona umidità atmosferica attraverso spruzzate regolari ed evitare le correnti di aria fredda. Le annaffiature sono molto limitate.
  • 6
    Per moltiplicarla, si prendono le talee fogliari o di apici vegetativi lunghe 5-8 cm, in primavera e inizio estate, tagliando cime con una o due foglie attaccate. Le superfici di taglio devono essere trattate con polvere di ormoni rizogeni dopodiché si pianta la talea in un miscuglio al 50% di torba e sabbia. Il contenitore si tiene bagnato e protetto dalla luce ad una temperatura di 18-21°c. Entro sei settimane dovrebbe essere completato l’attecchimento, quindi si trapiantano individualmente le pianticelle.
  • 7
    Se si annaffia troppo poco, specie nei mesi freddi, le foglie cadono e le radici marciscono; se la pianta è tenuta in una posizione eccessivamente ombreggiata le foglie tendono a scolorire; l’insolazione diretta, invece, fa appassire il fogliame.
  • 8
    La pianta può essere attaccata dalla cocciniglia farinosa, che va tolta con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol denaturato; il ragnetto rosso fa la sua comparsa quando l’atmosfera è troppo secca: si spruzza, quindi, regolarmente la pianta con un insetticida specifico.
  • 9
    La peperomia caperata è una pianta cespugliosa e compatta che cresce fino a 25 cm, con foglie cordate e profondamente corrugate, lunghe circa 4 cm e di un verde scuro scintillante. I piccioli delle foglie sono rossi o rosa; le spighe fiorali bianche e lunghe 13-15 cm compaiono tra aprile e dicembre.
  • 10
    La peperomia griseoargentea ha un fogliame di un aspetto come trapuntato con un colore grigio-verde e sfumature argentate. In estate fanno la loro comparsa le spighe di fiori grigiastro-bianchi su steli rossastri lunghi 20-25 cm.
  • 11
    La peperomia obtusifolia è una pianta robusta e poco impegnativa; è molto ramificata, arriva a 30 cm di altezza e possiede foglie ovali, grandi, carnose e leggermente concave, di colore violaceo-verde. Da giugno a settembre compaiono numerose spighe di fiori bianchi, lunghe 5 cm.
  • 12
    La peperomia magnoliaefolia è la specie più diffusa. Ha un cespuglio robusto, alto 30 cm; le grandi foglie crescono su spessi steli; la pianta produce minuscoli fiori che ricoprono le sottili spighe che, però, compaiono raramente su piante coltivate in casa.
  • 13
    La peperomia sandersii è considerata una delle specie più attraenti; raggiunge un diametro e un’altezza variabili dai 15 ai 25 cm. Le foglie sono spesse, piatte e larghe, di forma ovale, di colore lucido bluastro-verde a bande argentate che si irradiano dal centro. Il picciolo fogliare è rosso e le spighe fiorali, lunghe 8-10 cm, di colore biancastro compaiono da giugno a settembre.
  • 14
    La peperomia scadens è una specie strisciante o rampicante che arriva a 1,2-1,5 m di altezza. Le foglie sono cuoriformi, luccicanti, lunghe 5 cm circa, leggermente appuntite e inserite su steli rossastri. In piante coltivate in appartamento non si, ha in genere, una regolare fioritura.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up