Come coltivare l’asparagus

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

L’asparagus è una pianta appartenente alla famiglia delle liliacee ed originaria del sudafrica, abbastanza facile da coltivare.

Istruzioni

  • 1
    L’asparagus è una pianta che ben si adatta a vivere in casa o in terrazzo; la crescita è rapida se le condizioni di calore, umidità e ombra sono ottimali. Il fogliame è delicato e di un colore verde brillante e, alcune volte, le fronde di alcune specie vengono utilizzate per composizioni floreali o per avvolgere mazzi di fiori. In molte specie, le piante adulte formano minuscoli fiori bianco-rosati, leggermente odorosi e a forma di stella, ai quali nella tarda estate seguono i frutti che sono bacche di colore rosso vivo.
  • 2
    Nel mese di marzo si tagliano alla base con un coltello affilato i fusti morti o appassiti. Quindi, se il terriccio è troppo asciutto o inaridito, si immerge il vaso in acqua tiepida per 20 minuti per stimolare la ripresa. In un ambiente caldo la pianta si ristabilisce in un paio di giorni dopodiché, se necessario, si può rinvasarla.
  • 3
    L’asparagus va sistemato in un posto luminoso ma non esposto direttamente al sole; la temperatura ideale è intorno ai 15°c: l’aria viziata rovina le piante rapidamente.
  • 4
    Durante la stagione calda si annaffia abbondantemente ogni due giorni e, da marzo a settembre, si somministra un fertilizzante ogni 15 giorni. Quando fa caldo, inoltre, si spruzza acqua sul fogliame o si mette il vaso su di un piatto riempito di ciottoli bagnati.
  • 5
    In autunno e in inverno è opportuno evitare che la temperatura scenda sotto i 7°c; durante questo periodo si annaffia la pianta meno spesso e si sospende la concimazione. La luce non deve mai mancare altrimenti gli aghi appassiscono e cadono.
  • 6
    La moltiplicazione viene effettuata a marzo-aprile: si semina in una composta da semi alla quale si aggiunge un pò di sabbia grossa per garantire un buon drenaggio. I vasetti vanno tenuti in un ambiente umido e aerato, intorno ai 20°c. I germogli fanno la loro comparsa entro 3-4 settimane; quando le piantine sono alte 5-7 cm si piantano in vesetti di 7-8 cm di diametro. Dopo un paio di mesi si ripiantano in vasi idonei e, dopo 6 settimane circa, si inizia a somministrare regolarmente un fertilizzante liquido diluito.
  • 7
    E’ possibile moltiplicare l’asparagus in marzo dalle piante adulte, dividendo delicatamente i rizomi; si ripiantano e si tengono umidi, all’ombra, a 15°c. Le radici si riprendono in 3-4 settimane.
  • 8
    Se le foglie diventano marroni, cadono e presentano alla base sottili ragnatele la pianta è stata colpita dal ragnetto rosso, che compare quando l’aria è troppo asciutta e che si combatte con insetticidi appositi creando una maggiore umidità. Le cocciniglie brune, invece, sembrano pustolette marroni, rotonde e vischiose sui fusti e si combattono con insetticidi a base di piretro, ripetendo il trattamento, se necessario, dopo 7-10 giorni.

Tags

, , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up