Come combattere i parassiti in maniera naturale

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come combattere i parassiti in maniera naturale
Condividi

Se sei stanco di combattere contro insetti nocivi del giardino, puoi attuare degli escamotage tutti casalinghi e naturali senza utilizzare necessariamente i classici pesticidi. In questo modo proteggerai oltre che la tua verdura e le tue piante anche l’ambiente.

Cosa serve per completare questa guida:

- aglio;
- cavoli rapa;
- giornale vecchio;
- calendule.



Istruzioni

  • 1
    Uno dei metodi più classici ed efficenti è l’utilizzo dell’aglio in quanto ha la capacità di proteggere da lumache, afidi e bruchi. Frulla 3 teste d’aglio e 6 cucchiai da tavola di olio minerale. Lascia riposare la miscela per 48 ore, aggiungi 0,5 l di acqua calda. Sciogli 1 cucchiaio da tavola di sapone a base d’olio. Conserva in vasetti e riponi in frigo. All’occorrenza sciogli un cucchiaino in 1 l d’acqua.
  • 2
    Nel rispetto dell’ambiente puoi combattere contro alcuni insetti nocivi del giardino e malattie degli ortaggi piantando semplicemente i cavoli rapa, questa robusta verdura è praticamente intaccabile da malattie e parassiti, inoltre, se piantata nella tarda estate, permette raccolti persino dopo le gelate.
  • 3
    Le calendule, oltre ad essere esteticamente meravigliose, sono un antiparrasitario naturale d’eccellenza: inserisci una pianta tra fagioli, pomodori, sedani e spinaci, essa proteggerà le verdure da nematodi e insetti poichè le loro radici immettono nel suolo una sostanza che uccide i nematodi ma è completamente innoqua per le verdure.
  • 4
    Per combattere, invece, le forfecchie che causano la morte e molti danni alle piante durante la notte, basterà utilizzare un giornale vecchio. Imbevi il giornale di acqua arrotolalo e legalo stratto, collocalo tutta la notte vicino alle piante. La mattina seguente se il giornale è pieno di forfecchie brucialo oppure mettilo in un sacco ben chiuso. Ripeti l’operazione fin quando il giornale sarà vuoto.

Tags

,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up