Leonardo.it

Come comportarsi con i cani con insufficienza renale

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Cani con insufficienza renale: consigli ed esperienza
Condividi

L’insufficienza renale negli animali è purtroppo qualcosa che non ha ancora una cura, come per gli esseri umani, e che nell’arco del tempo può peggiorare e portare alla morte, se diventa cronica.
Ecco alcuni consigli, secondo la mia esperienza, per fronteggiare il problema, rallentarlo e tenerlo sotto controllo, offrendo al vostro amico una vita più lunga, serena e tranquilla.

Istruzioni

  • 1
    Primi segnali del malfunzionamento di uno o di entrambi i reni:
    - Il cane beve molto più spesso, ingiustificatamente (niente cibo salato, niente affaticamento, niente caldo torrido);
    - Il cane ha maggior bisogno di uscire a fare la pipì, riesce a contenerla meno bene di prima;
    - Il cane è abbattuto, meno vivace del solito, e dorme di più.

    Questi i primi allarmanti segnali, possono sembrare “normali” o scontati ma è bene monitorare sempre che non si prolunghino nel tempo perchè possono nascondere purtroppo una patologia renale, che è già di per sè molto particolare, consiglio a tutti coloro he hanno notato questi cambiamenti nel proprio cane, di recarsi dal proprio veterinario di fiducia e raccontargli la situazione: si eseguirà un test delle urine, e un esame del sangue (biochimico o quadro renale).
  • 2
    Se la patologia renale verrà confermata noterete un esame delle urine che confermerà la perdita di proteine del cane attraverso la pipì e un quadro renale sballato, con azotemia allle stelle e creatinina alta.
  • 3
    La causa di problemi renali non è sempre definibile:
    - Il cane ha mangiato troppo spesso croccantini e poco cibo umido;
    - Il cane ha mangiato per troppo tempo alimenti troppo proteici;
    - Il cane ha portato con sè troppo a lungo un’infezione delle vie urinarie che ha contribuito a ammalare il rene
    - Semplice predisposizione congenita.
  • 4
    A questo punto, diagnosticata la malattia, l’unica cosa possibile da fare è rallentarne il corso, tentando di “fermarla” per quanto possibile nel progredire, e per questo c’è bisogno di una terapia medica e di una dieta specifica.
  • 5
    Dieta specifica:
    In commercio troverete moltissimi alimenti per cani con insufficienza renale:
    - Scatolette umido K/D Prescription Diet della Hill’s
    - Croccantini K/D Prescription Diet della Hill’s
    - Scatolette e croccantini della royal canin
    - Scatolette e croccantini Eukanuba

    Personalmente non amo molto queste marche (poichè oltretutto non sono cruelty free ma testano su animali i loro prodotti) ma in casi come questi è difficile poter scegliere…

    Le scatolette della Royal Canin sono tipo patè, mentre quelle K/D della Hill’s sono più callose, scegliete in base al palato del vostro amico!

    Io proprio ieri ho scoperto un’altra marca, italiana, che produce cibi per cani ammalati ai reni, la PRALZOO, scatoletta umida tipo Royal ma più “gustosa” che la mia cagnolina ha mangiato di tutto gusto (e sì che lei è capricciosa!) per cui consiglio di provare, ove possibile, anche questa marca, che potrebbe essere meno “invasiva” sperimentalmente delle altre (dico “potrebbe” perchè non la conosco bene quanto le altre…)

    L’alimentazione del cane con insufficienza renale deve essere a basso contenuto di fosforo e proteine, e questi alimenti, meglio di quelli fatti in casa, sono già pronti, dosati e correttamente nutritivi da somministrare ai nostri amici!

    MAI dar da mangiare ad un cane con insufficienza renale cibi per gatti, altamente proteici e quindi dannosissimi per i reni del nostro cane!
  • 6
    Terapia Medica (non è una terapia universale ma la descrizione della MIA esperienza, stampatela e chiedete consiglio al vostro vet per somministrazione, consigli e dosaggi!):
    I cani con insufficienza renale tendono ad assorbire poco le proteine che mangiano, poichè esse non vengono filtrate dai reni che, malfunzionanti, ne rilasciano moltissime nella pipì.
    E’ quindi bene rallentare e tenere sotto controllo questo processo com medicinali adeguati AL SINGOLO CASO.
    Infatti molti cani con insufficienza renale hanno una pressione arteriosa alta, e questo non è sempre verificato da tutti i veterinari (l’apparecchio per la misurazione della pressione costa molto e, se non in questo specifico caso, è poco utilizzato se non appunto dagli specialisti), che somministrano all’animale FORTEKOR, PRLIENAL o comunque medicinali con principio ENALAPRIL, che è mal tollerato da cani con azotemia e pressione arteriosa alta, che finiscono per vomitare, peggiorare, star male.
    Per cui una volta diagnosticata l’insifficienza renale ASSICURATEVI CHE IL VOSTRO VET MISURI LA PRESSIONE ARTERIOSA AL VOSTRO ANIMALE prima di scegliere la terapia, poichè potrebbe far danni più che aiutarvi, vi consiglio caldamente altrimenti di cercare e contattare uno specialista del problema della vostra città.

    Se la pressione arteriosa del vostro cane è buona (sotto i 180) potete andare avanti con l’enalapril, altrimenti dovrete scegliere una terapia alternativa.

    Il mio cane ad esempio aveva una pressione leggermente alta, e mal sopportava il PRILENAL, ci siamo rivolti ad una specialista ed abbiamo optato, fin ora con successo per una terapia alternativa:
    - AMLODIPINA, medicinale galenico: dosaggio minimo, per lo stabilizzarsi della pressione, ci siamo riusciti in meno di un mese di somministrazione;
    - ASPIRINETTA, medicinale galenico: dosaggio minimo, da somministrare A STOMACO PIENO, altrimenti può causare gastriti, aiuta il fluire del sangue attraverso i reni;
    - SIMBIOX, pillole: aiuta a recuperare dopo lunghe terapie con antibiotico, e serve anche come supporto in casi di insufficienza renale, sono fermenti lattici e vitamine;
    - IKEN UP, pillole: aiutano a “tener su” il cane, apportando amminoacidi e sostanze buone per l’organismo che fronteggia così meglio il problema renale.

    Attraverso la somministrazione sistematica di questi medicinali, e ogni tanto qualche flebo sottocutanea di fisiologica o di Ringer Lattato (che contiene più calcio) quando l’azotemia si alza troppo, il problema renale del mio cane sembra essere sotto controllo, lei conduce una vita serena, pacifica, tranquilla, con solo la scocciatura delle pillolette che, attraverso il “metodo del formaggino” (vedere l’altra mia guida) diventa quasi piacevole!
  • 7
    In casi di patologia già grave potete far eseguire invece al vostro cane una biopsia renale per capire il danno quanto è esteso e poterlo fronteggiare al meglio, o potete recarvi presso alcune cliniche veterinarie specializzate che eseguono DIALISI per cani (non tutte le fanno).
    Che io sappia ce ne sono a Roma, Reggio-Emilia e Milano, e sicuramente anche in altre città, chiedete al vostro veterinario di fiducia.
  • 8
    Non sottovalutate mai il problema renale del vostro animale (nel gatto è ancora più veloce e grave il progredire della malattia purtroppo) e tennetevi in contatto SETTIMANALE con il vostro vet per terapie, consigli, esami del sangue e controlli…


    Buona fortuna a tutti i nostri amici!

Tags

, , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up