Come comportarsi in caso di avvelenamento da farmaci in attesa dei soccorsi

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come comportarsi in caso di avvelenamento da farmaci in attesa dei soccorsi
Condividi

Qualche volta può accadere che un nostro familiare che sappiamo essere in cura con dei farmaci per curarsi qualche patologia, per sbaglio ne ha assunto una quantità maggiore di quella che solitamente prende. Oppure ci troviamo in casa di un amico e questo per sbaglio ha assunto delle sostanze farmaceutiche. Cosa fare? Innanzitutto chiamare i soccorsi, il 118 che, oltretutto dispone di un’autolettiga

Istruzioni

  • 1
    Prima di vedere cosa fare, in attesa che giungano i soccorsi da noi allertati, vediamo cosa non fare mai di fronte ad una situazione del genere. Non dovremo mai provocare il vomito con la speranza che il nostro amico si liberi in questo modo della sostanza ingerita, nel caso che la persona presenti del sangue alla bocca. La stessa raccomandazione dovrà valere nel caso che lo stesso infortunato sia incosciente.
  • 2
    Evitare di somministrare alimenti liquidi come latte. Importante è la classificazione fra persona cosciente e incosciente. Ovviamente il soggetto cosciente risulterà collaborativo e dovremo affrettarci di chiedergli se ricorda cosa ha assunto. Tali informazioni sono importanti perchè andranno riferite ai medici una volta giunti al Pronto Soccorso, per agevolarli nella ricerca dell’antidoto più adatto che salvi la vita del paziente.
  • 3
    Se la persona ci riferisce la specialità farmaceutica ingerita, utile è chiedere la quantità che ha preso, anche questa è un’informazione a volte indispensabile per i medici. Potremo noi stessi verificare il tipo di farmaco ingerito, ispezionando la stanza dove abbiamo trovato la persona infortunata. Nel caso che il paziente sia in stato di incoscienza è necessario farlo distendere in posizione di sicurezza, in modo che riesca a respirare, ovvero adagiato su un fianco, controllandolo continuamente, così come risulterà utilissimo sollecitare ancora i soccorsi denunciando al telefono la grave situazione in cui ci si trova.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up