Come comportarsi per evitare e rallentare la perdita dei capelli

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

La perdita dei capelli può verificarsi a qualsiasi età, ovviamente il problema è maggiormente sofferto e vissuto quanto si è giovani. Per evitare e rallentare la caduta dei capelli si tratta di assumere con costanza vitamine attraverso una nutrizione mirata e solo in casi particolare utilizzare integratori.

Istruzioni

  • 1
    La perdita di capelli e la loro fragilità si verifica, in particolare tra gli uomini, tra i 20 e i 64 anni. Di solito si ricorre a lozioni o a rimedi anti caduta che si trovano in abbondanza in commercio proprio con lo scopo di rallentare la loro caduta e soprattutto per cercare di renderli più forti e di conseguenza a spezzarsi con maggior difficoltà.
  • 2
    Alcune anomalie nei capelli può essere dovuta a carenze vitaminiche che spesso possono essere risolte con una dieta equilibrata e sana con lo scopo di apportare beneficio e salute ai capelli attenuando e spesso risolvendo le cause della loro caduta o debolezza.
  • 3
    Per attivare questo meccanismo si possono attuare diverse strategie, come prima cosa si può ricorrere a rimedi ed integratori naturali, quindi a mettere in pratica sane abitudini attivando una corretta nutrizione ed in fine utilizzare prodotti naturali per lavarli e rinforzarli.
  • 4
    Come prima cosa si tratta di fare attenzione a non iniziare una regime dietetico troppo rigido magari equilibrando la dieta con l’assunzione esagerata di integratori alimentari, in realtà di tratta di organizzare la propria nutrizione assumendo, mediante cibi vitamine quali: la vitamina a, e, b5, b6,k,b1, b2, b3,b8, acido folico, b12, acido lipoico, vitamina t o carnetina, coenziama q, pp e h le quali, nella maggior parte, sono tutte legate all’attività follicolare.
  • 5
    La vitamina b5, si trova in numerosi alimenti di origine animalee vegetale e’ presente nel lievito di birra, nel fegato di vitello, nelle uova, nel pesce, nella carne, nella verdura e nella frutta in genere. La carenza di questa vitamina si manifesta di solito con mal di testa,disturbi intestinali, eccessiva fatica e crampi muscolari.
  • 6
    La vitamina a, particolarmente utile nel caso si abbiano i capelli secchi, si trova in maggior quantità nei prodotti di origine animale come il fegato di pesce, l’olio di pesce, ed in minor quantità in latte, burro, uova e formaggi ed in alcune verdure quali le carote, il prezzemolo, il cavolo rapa, le foglie di rapa, la menta. E’ una vitamina che ha elevato potere antiossidante in grado di rallentare l’invecchiamento. La sua carenza si manifesta con diversi sintomi quali i capelli eccessivamente secchi, le unghie deboli, acne, stanchezza insonnia eccetera.
    Questa vitamina interviene riuscendo a rafforzare i capelli fragili, aridi e particolarmente opachi
  • 7
    La vitamina e si trova depositata sotto forma di piccola scorta nel fegato, nel tessuto adiposo, nelle ghiandole surrenali eccetera. La si trova negli oli vegetali, nelle germe di grano, nella frutta oleosa, e nei semi crudi. La si può assumere mangiando alcune verdure come il cavolo, gli spinaci e gli asparagi oltre alle uova. Assumendo alimenti con vitamina e in combinazione con alimenti con vitamina a si ottiene un effetto interattivo a beneficio dei capelli.
  • 8
    La vitamina d può essere assunta attraverso l’alimentazione consumando l’olio di pesce in particolare quello di merluzzo, introducendo nella dieta il consumo di pesce , il tuorlo d’uovo, il burro e le verdure anche se in essere se ne trova una piccola quantità, oppure attraverso l’esposizione solare.
  • 9
    La vitamina b6 viene fornita al nostro organismo in piccola quantità dalla flora batterica presente nell’intestino. Si tratta di assumerla consumando alimenti come il fegato, la carne in genere, la farina di grano intero, la farina di mais, il pesce, le uova, la frutta e la verdura in genere
  • 10
    Tutte le altre vitamine appartenenti al gruppo b, quali b1, b2, b3,b6,b12 e b9 (detto anche acido folico) si trovano soprattutto nel lievito di birra fresco, nei cereali integrali, nell’avocado, nella melassa, nei semi crudi, nella frutta oleosa e nei germi di grano. Sono vitamine importanti per i capelli in quanto intervengono a ridurre nervosismo, stati depressivi e irritabilità fattori negativi per i capelli.
  • 11
    La vitamina pp è fondamentale per la salute dei tessuti del nostro organismo. Si trova soprattutto nel fegato di manzo e di vitello,nel latte e nei suoi derivati quali formaggi e yogurt. La si può trovare anche nel mais solo che è sotto forma non assorbibile
  • 12
    La vitamina h la si trova nel fegato e nella carne di pollo, nel fegato di montone, nei funghi secchi, nel fegato sia di manzo che di vitello, nelle lenticchie, nei piselli,dei formaggi, nel tuorlo d’uovo, nel latte e derivati. Questa vitamina è fondamentale per ottenere la corretta assimilazione degli acidi grassi, dei carboidrati e delle proteine. La sua carenza crea disturbi digestivi che influiscono negativamente sulla salute dei capelli.
  • 13
    Un’altra vitamina fondamentale alla salute dei capelli è la vitamina k che è fondamentale per la coagulazione del sangue
    si trova in diversi alimenti quali il fegato, la carne in genere, i cavoli, gli spinaci, le cipolle, l’aglio, la lattuga, i fagioli e tutta la verdura a foglia verde larga. Svolge un’azione benefica sui capelli.
  • 14
    La vitamina t o carnitina si trova soprattutto nella carne di agnello, di pecora, di maiale, di coniglio, di pollo, nelle uova, nel pesce, nelle mele, nei pomodori, nelle pere, nel riso, nell’uva, nelle pesche, negli spinaci, nell’avocado, nelle patate, nel pane, nelle carote, e nelle arance.
    Interviene contro i radicali liberi e di conseguenza aiuta a rinforzare i capelli.
  • 15
    Il coenzima q che andrebbe assunto nella misura, a seconda dell’età, da 5 mg a 50 mg. Al giorno, si trova soprattutto nelle carni in genere e nei pesci oltre che negli oli vegetali, nella soia e nelle noci.
  • 16
    Per la buona salute dei capelli si deve inoltre introdurre sempre con la nutrizione anche una serie di minerali quali il ferro, lo zinco, il magnesio, il selenio e il rame. Si possono anche assumere sotto forma di integratori.
  • 17
    Il ferro è uno dei sali minerali fondamentali alla nostra salute. Lo si trova soprattutto nella carne di manzo e di vitello, in quella di pollo e di tacchino oltre che negli spinaci e nei legumi in generale. Si tratta di introdurne ogni giorno a seconda dell’età e del sesso dai 10 mg. Ai 18 mg.
  • 18
    Lo zinco, minerale utile per rallentare la caduta dei capelli e per intervenire in casi di depressione, irritabilità e stati di tensione nervosa. Si trova nei cereali integrali, nelle ostriche, nella frutta oleosa, nel fegato e nelle verdura a foglia.
    Si assume nella quantità di 15 mg. Al giorno
  • 19
    Anche il magnesio è fondamentale per aiutare la nostra capigliatura a rimanere giovane e bella a lungo. Si trova soprattutto nelle verdure a foglia verde, nei legumi e nei cereali integrali e in molte spezie quali i chiodi di garofano e anche nelle foglie del tè. Andrebbe assunto in quantità giornaliera di 320 mg-400 mg. Anche sotto forma di integratore.
  • 20
    Il selenio è un minerale utilissimo per rallentare l’invecchiamento e intervenire anche su quello precoce. Si assume mangiando pesce e frutti di mare, fegato di manzo e di vitello, uova e noci brasiliane. Va assunto nella misura di 70 mg. Al giorno
  • 21
    Il rame va assunto quotidianamente nella misura di 4 mg.. Si trova soprattutto in quasi tutte le carni, nel fegato, nei crostacei, nei fagioli, nel lievito di birra, nelle germe di grano, nelle noci e nel cacao.
  • 22
    Oltre che intervenire sulla nostra nutrizione al fine di dare salute alla nostra capigliatura, dobbiamo anche corregge o eliminare alcuni comportamenti che sono nocivi ai capelli quali ad esempio il fumo sia attivo che passivo, prendere il sole senza una corretta protezione e senza utilizzo di un cappello, fare lampade abbronzanti senza adeguate attenzione e protezioni, consumare in modo eccessivo alcool e di caffeina, consumare poca frutta e verdura fresca oltre a sottoporsi a continui stati di stress e di ansia e seguire una vita sregolata concedendosi poco relax e ore di sonno.
  • 23
    Si deve inoltre fare attenzione nell’uso di alcuni shampoo, sarebbe meglio utilizzare quelli delicati e dolci in quanto non aggrediscono i capelli e di conseguenza rallentano la loro caduta e arrivano anche ad incrementare la loro crescita. Una volta lavati a capelli ricordarsi di sciacquarli molto bene
  • 24
    Altri comportamenti da adattare per migliorare la capigliatura sono:
    - 1)fare un massaggio leggero e costante al cuoio capelluto al fine di migliorare e favore il flusso sanguigno. Sarebbe bene fare un massaggio al mattino e uno alla sera e farlo durare almeno tre minuti.
  • 25
    - 2) utilizzare sia il cappello o il berretto in quanto non è causa di caduta dei capelli ma al contrario diventano un valido aiuto per proteggere i capelli sia dal freddo che dal caldo . Anche durante il periodo estivo proteggere il capo dai raggi ultravioletti con un cappello.
  • 26
    3) se è possibile, durante il periodo estivo o comunque caldo, evitare di asciugare i capelli con il phon per evitare che si secchino troppo. Sarebbe preferibile, se il tempo lo permette, farli asciugare all’aria aperta.
  • 27
    Sempre per arrestare la caduta dei capelli e nello stesso tempo per renderli più forti e belli si possono anche utilizzare alcune erbe tra le quali l’aloe vera, il ginko biloba, la serenoa repens e il burdock, il tè verde ,il grano germinato, il capolvenere, i semi di lino, l’ortica, la bardana, il crescione e il ricino.
  • 28
    Il tè verde consumato sotto forma di tisana aiuta a ridurre la caduta dei capelli. Va bevuto nella misura di due massimo tre tazze al giorno preferibilmente del tipo deteinato e senza aggiungere zucchero.
  • 29
    Il grano germinato va usato sotto forma di germe di grano. Hanno la capacità di rallentare la caduta dei capelli. I germi di grano possono essere consumati sotto forma di insalata oppure aggiunte nelle minestre. E’ possibile assumerle anche sotto forma di integratori.
  • 30
    Il ginko biloba ha un forte potere antiossidante e anti infiammatorio, inoltre ha un elevato effetto stimolante sulla crescita dei capelli. Si utilizza sotto forma di integratore nella misura di circa 20-30 mg. Di estratto due volte al giorno.
  • 31
    L’aloe vera ha un elevato effetto antiinfiammatorio e si può utilizzare sotto forma di gel da spalmare sui capelli per eliminare qualsiasi forma irritante che affligge il cuoio capelluto, oppure lo si può assumere sotto forma di bevanda facilmente acquistabile presso ogni supermercato o erboristeria per ottenere un effetto anti infiammatorio e rigenerativo utile a sconfiggere irritazioni al cuoio capelluto.
  • 32
    Il sereons repens è un’altra pianta utile a combattere la calvizia dovuta soprattutto a disordini alimentari o di origine endocrine. Si trova in commercio sotto forma di gel da spalmare sulla capigliatura
  • 33
    Anche la bardana rappresenta un’erba utile a rinforzare i capelli, inoltre ha le capacità di intervenire contro diversi disturbi tricotici. Si può utilizzare sotto forma di tisana da bere durante la giornata in quantità di due massimo tre tazze oppure sotto forma di capsule che si trovano facilmente in commercio.
  • 34
    Si possono anche utilizzare i semi di lino e l’ortica al fine di intervenire sulla calvizia. L’ortica si può utilizzare per fare frizioni al cuoio capelluto. Si tratta di far bollire circa un chili di foglie di ortica ben lavate in due litri di acqua per circa dieci minuti. Quindi una volta che l’acqua si sarà intiepidita la si utilizzerà per fare l’ultimo risciacquo ai capelli lavati.
    La stessa quantità di foglie di ortiche utilizzare per fare un decotto con aceto si userà una volta raffreddato per fare frizioni al cuoio capelluto. Questo decotto è un valido aiuto all’alopecia si prepara versa dell’acqua fredda sulle foglie di ortica, quindi si porta a bollore per circa 15 minuti il tutto. Quindi si spegne il fuoco e si lascia intiepidire prima di filtrare.
  • 35
    I semi di lino possono essere usati per preparare un liquido da utilizzare come ultimo risciacquo ai capelli lavati. Si tratta di mettere a bagno in un litro di acqua quattro cucchiai di semi di lino per almeno tre- quattro ore. Una volta filtrato il liquido usarlo per il risciacquo. Sarà utile per rinforzare e rendere luminosi i capelli.
  • 36
    Il capelvenere si utilizza sotto forma di decotto per fermare la caduta di capelli. Il decotto si prepara versando acqua fredda nella misura di una tazza da tè su due cucchiai di capelvenere. Si fa quindi bollire per dieci minuti, una volta intiepidito si filtra e si usa per frizionare il cuoio capelluto. Può anche essere associato all’ortica o alla bardana.
  • 37
    Il crescione è una pianta che si può anche coltivare facilmente in casa in un semplice germinatore. Il succo che si estrae può essere usato per massaggiare il cuoio capelluto contro la caduta dei capelli.
  • 38
    L’olio estratto dai semi di ricino ha la proprietà di rinforzare i capelli, si tratta di utilizzarlo per fare impacchi medianti i quali si otterrà una visibile ristrutturazione dei capelli. Questo olio si trova con facilità presso le erboristerie e numerosi supermercati.
  • 39
    Si può anche ricorre a rimedi omeopatici, in questo caso si tratta di consultare un medico omeopata per avere un parere. Nella maggior parte dei casi vengono proposti il lycipodium quando si vuole intervenire sulla calvizia e sulla caduta dei capelli causata da stati di stress. Si deve assumere per 4 settimane 6c due volte al giorno. Trascorso il tempo, alla ripresa della crescita, si sospende il trattamento che può essere ripreso se si ripresenta il problema.
  • 40
    Sempre per intervenire sulla calvizia e sulla caduta legata a cambiamenti ormonali o a sbilanci ormonali come la menopausa si può usare la sepia.
    Si usa 6 c due volte al giorno fino a quando si noterà un notevole miglioramento del problema.
  • 41
    Per intervenire sulla alopecia, la cui causa potrebbe avere alla base anche stati di nervosismo o di carattere furioso e scattante, si può assumere lachesis nella dose di 10 m. Si utilizzerà fino a quando si noterà un notevole miglioramento sia sulla caduta dei capelli che sullo stato di tensione.
  • 42
    Ricorrendo alla calcarea carbonica si interviene contro la caduta dei capelli legata anche ad eczema sulla cute. Si utilizza nella quantità di 6c due volte al giorno, una alla mattina e una alla sera fino a quando scompariranno i disturbi.
  • 43
    Per intervenire sulla caduta dai capelli legati a ulcere allo stomaco, ad eczema e a psoriasi si utilizza graphites nella dose di 6c due volte al giorno. Il trattamento si sospenderà alla scomparsa del disturbo o almeno quando si noterà la riduzione notevole dei capelli. La dose potrebbe essere aumentata ma in questo caso è preferibile ricorre al medico

Tags

, , , , , , , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up