Come comportarsi se si perdono i documenti

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Quando capita di rimanere senza documenti di riconoscimento per diversi motivi quali furto, perdita o caso fortuito si può andare incontro a numerosi fastidi e inconvenienti pertanto è importante sapere cosa fare per agire subito secondo quando prescrive la legge

Istruzioni

  • 1
    Nel caso si tratti di carta di identità, di passaporto o patente di guida si tratta di attivare le pratiche per richiedere il rilascio del duplicato. Sarebbe consigliabile avere una fotocopia di tali documenti per accelerare la richiesta grazie alla presentazione della copia al momento della domanda del duplicato.
  • 2
    Per prima cosa si deve comunicare la perdita del documento presso una qualsiasi autorità competente a ricevere la denuncia come ad esempio polizia, carabinieri o vigili urbani. La denuncia andrà fatta su carta semplice uso bollo. Qui si dovrà indicare in modo chiaro quando e come è avvenuta la perdita del documento, specificando se si è trattato di furto o di smarrimento. Aggiungere il luogo, la data e l’ora presunta della avvenuta perdita.
  • 3
    Nel caso in cui si abbia difficoltà a redigere la denuncia sarà sufficiente recarsi presso l’autorità , che provvederà a completarla direttamente tenendo conto delle indicazioni che verranno fornite in merito alla perdita.
  • 4
    Se il documento dovesse venir ritrovato, sarà la stessa autorità ad avvisare del ritrovamento e si occuperà anche della sua riconsegna. Pertanto prima di richiedere il duplicato del documento smarrito, sarebbe il caso di attendere alcuni giorni, nella speranza di riaverli grazie all’intervento delle autorità.
  • 5
    Si dovrebbe evitare di custodire insieme nello stesso portafoglio o nella stessa borsa due o più documenti. Pertanto sarebbe meglio tenere la carta di identità, la patente, la tessera sanitaria eccetera una separata dall’alta.
  • 6
    Nel caso lo smarrimento riguardi il libretto degli assegni,la carta di credito o la tessera bancomat, la prima cosa da fare è quella di denunciare al più presto la perdita o il furto al fine di evitare i possibili danni finanziari.
  • 7
    Evitare di conservare la tessera bancomat insieme col numero di codice personale consegnato dalla banca per fare i prelievi, infatti senza tale numero la tessera sarà inutilizzabile.
    Se non si riesce a ricordare tale numero, sarebbe bene scriverlo da qualche parte, ma in modo che non risulti identificabile, ad esempio memorizzarlo come numero di telefono con un nome inventato al fine di mascherarlo alla meglio.
    Altra cosa da fare è quella di conservare a casa il numero della carta di credito o della tessera bancomat oltre ai numeri progressivi del carnet di assegni.
  • 8
    Una volta che ci si è accorti dello smarrimento di uno di questi documenti, si deve telefonare immediatamente alla banca emittente con lo scopo di comunicare dell’accaduto al fine di ottenere un informale blocco del conto corrente.
    Questo sarà utile per impedire che chi è venuto in possesso del documento possa usarlo a proprio vantaggio creando danno e inconvenienti.
  • 9
    Compilare quindi una denuncia su carta uso bollo per la perdita o il furto e presentarla subito alle autorità quali carabinieri, polizia, vigili urbani eccetera. Una copia della denuncia andrà consegnata alla banca e un’altra copia andrà conservata.
  • 10
    La copia della denuncia da presentare alla banca è meglio consegnarla personalmente allo sportello questo perché è la prova effettiva dello smarrimento del documento e nello stesso tempo sarà l’unico mezzo per permettere alla banca di convalidare il blocco del conto che era stato preceduto da richiesta telefonica.
  • 11
    Se invece viene rubato e si perdere la carta di circolazione, vale a dire il documento che autorizza il veicolo alla circolazione oltre che a consentire l’identificazione, si dovrà sporgere alle autorità quali vigili urbani, carabinieri o polizia.
  • 12
    Si dovrà quindi recarsi presso gli uffici dell’automobile club d’italia, vale a dire l’a.c.i. Con una copia della denuncia presentata con lo scopo di farsi rilasciare una nuova carta di circolazione. In attesa di ricevere la carta, verrà rilasciato un permesso provvisorio alla circolazione.

Tags

, , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up