Come confezionare una gonna senza essere sarte?

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Anche se il nostro mestiere non è quello di sarta, a quasi tutte noi donne, almeno una volta, si è presentato il desiderio di realizzare un vestito da sole. Se anche a voi è venuta la voglia di provare a confezionarvi un capo di abbigliamento, leggete questa guida!

Cosa serve per completare questa guida:

- stoffa;
- metro a nastro;
- forbici;
- filo;
- macchina per cucire o ago per cucire a mano;
- elastico.



Istruzioni

  • 1
    Iniziate con qualcosa di semplice: una gonna.
    Se non avete alcuna dimestichezza col cucito, abbandonate immediatamente l’idea di confezionarvi una gonna a pieghe oppure a balze, se non volete rischiare una grande delusione: va bene improvvisare, ma senza esagerare! Quindi, mettetevi pure all’opera ma pensando ad un modello più semplice, ampio e arricciato a vita.
  • 2
    Per iniziare, prima di tutto, utilizzando il tipico metro da sarta a nastro (lo trovate in merceria) dovete prendere le vostre misure: giro vita (più o meno all’altezza dell’ombelico), lunghezza (punto che parte dalla vita fino al punto dove la gonna deve arrivare, a vostra scelta), giro fianchi (sotto le anche).
  • 3
    E’ preferibile scegliere per la stoffa una forma quadrata, quindi, se ne avete a disposizione una diversa, provvedete voi, con le forbici a renderla quadrata. Una volta ottenuta la forma consigliata, dovete piegare la stoffa a metà creando così un rettangolo doppio (la parte che sarà la parte esterna della stoffa, adesso deve essere all’interno).
  • 4
    Passiamo ora a cucire la stoffa ( dal rovescio!) utilizzando la macchina per cucire oppure mano (in quest’ultimo caso, solo se vi sentite in grado di eseguire a manualmente una buona cucitura, fitta e resistente), unendo il lati che avete accostato, in maniera tale da ricavare una forma a mò di sacchetto.
  • 5
    Ora, con le forbici, regolate la stoffa tenendo conto della lunghezza che avete scelto di darle, lasciando almeno un paio di centimetri sia alla vita, per l’orlo in cui inserirete l’elastico, sia in fondo, per l’orlo; iniziate quindi a cucire a macchina il bordo per l’elastico,ovviamente dal rovescio.
  • 6
    Ora, aiutandovi con una spilla da balia abbastanza grande, fate scorrere l’elastico nel bordo (a vita) facendolo passare da un piccolo foro che avrete praticato sul retro della gonna (in alto, esattamente in cima alla cucitura a macchina o a mano)e che poi chiuderete accuratamente con qualche punto a mano. A questo punto cucite l’orlo. Potete farlo a macchina ma facendolo a mano, con piccoli punti dati all’interno della gonna, il risultato sarà migliore in quanto essi saranno invisibili.
  • 7
    La vostra gonna ora è finita, andrà solo stirata e indossata!
    Con un pochino di esperienza in più, in seguito potrete certamente eseguire lavori più impegnativi ma anche se al momento avete cucito un modello molto semplice, sarete sicuramente fiere del vostro lavoro e di averlo confezionata con le vostre mani.

Tags

, , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up