Leonardo.it

Come conoscere alcuni consigli per essere una buona madre

2 votes, average: 3,00 out of 52 votes, average: 3,00 out of 52 votes, average: 3,00 out of 52 votes, average: 3,00 out of 52 votes, average: 3,00 out of 52 voti
Condividi

Madri, genitori, ruoli difficili e spesso non si sa come affrontare alcune situazioni o come comportarsi verso i propri figli, ecco qualche consiglio utile

Istruzioni

  • 1
    Diventare madre non è sicuramente un compito facile, non esiste il manuale per essere una madre perfetta ne tanto meno si nasce madri perfette. Questo ruolo cresce come cresce il piccolo e si perfeziona negli anni.
  • 2
    Inutile ostinarsi a voler essere la madre perfetta, questa ricerca della perfezione porta a commettere un numero svariato di errori, che a lungo andare possono dare origine a vere e proprie frustrazioni.
  • 3
    La vita è fatta anche di imprevisti, per questo non si può fare una precisa previsione su che tipo di madri si sarà, tutti questi aspetti si scopriranno con il passare del tempo, una volta che avremo dato alla luce il nostro piccolo.
  • 4
    Una madre sviluppa l’istinto materno fin da quando il bambino è ancora nella pancia e viene accentuato notevolmente al momento della nascita, udendo il primo strilletto e facendo fare la prima poppata al piccolo.
  • 5
    Le responsabilità di una madre sono notevoli come è notevole il caos che si crea dopo la sua nascita, la nascita di un figlio è un momento molto importante per ogni donna, infatti dar vita a una creatura considerata un miracolo ci riempie la vita di immensa gioia e pazienza.
  • 6
    Il caos non va considerato come stress o altri sentimenti negativi, ma sicuramente le cose a cui pensare saranno il doppio dopo la sua nascità, casa, lavoro, spesa, asilo, pediatra, ecc.. E il compito principale diventa quello di proteggere e crescere il nostro bambino.
  • 7
    Una madre dovrebbe sempre preoccuparsi di educare al meglio il proprio bambino, di insegnargli il valore delle cose, il rispetto, responsabilizzarlo e educarlo all’indipendenza affinchè diventi un individuo autosufficiente.
  • 8
    Affrontare ogni progresso con gioia, documentandolo in modo che il piccolo un giorno possa rivedersi e rivivere insieme le emozioni che hanno vissuto i genitori in quei momenti, queste attenzioni non faranno altro che rafforzare il legame genitori figli.
  • 9
    Si sa che crescere un figlio può complicare alcuni aspetti come ad esempio il lavoro, un bambino piccolo richiede tantissimo tempo e attenzioni e spesso le madri sono portate ad abbandonare il lavoro, cosi facendo verrà a meno di uno stipendio e questo spesso risulta essere un grande problema che da origine a tensioni.
  • 10
    Una buona madre non deve far sentire il piccolo la causa di questi problemi, quella creatura cosi meravigliosa non ha alcuna colpa e gli sarà anche difficile comprendere le tensioni dei genitori, o in questo caso della madre.
  • 11
    Nonostante i problemi una madre dovrebbe sempre, e dico sempre affrontare la vita con gioia e ottimismo, una madre positiva e ottimista si riflette sul bambino, che a sua volta crescerà una persona positiva e dinamica.
  • 12
    Essere madri assillanti non farà di noi buone madri, alcune donne infatti inseguono 24 su 24 il proprio bambino preoccupandosi in modo eccessivo se questo ha fame o altre necessità, dimenticandosi che fin da piccolissimi i bambini sono in grado di chiedere ciò di cui hanno bisogno.
  • 13
    I bambini sin da piccolissimi, neonati, manifestano i loro bisogni attraverso il pianto, piangono se hanno fame, piangono se si sentono soli, piangono se hanno mal di pancino o reagisco piangendo davanti ad uno spavento.
  • 14
    Viziare i propri bambini non farà di voi una buona madre, molte madri che hanno poco tempo a disposizione da passare con i figli compensano tale mancanza comprano e viziano il bambino attraverso beni materiali.
  • 15
    Il bambino deve conoscere il valore delle cose fin dai primi anni, sapendo che si deve comprare una cosa quando si ha bisogno e non per passare il tempo o per distrarsi, esistono infatti tanti altri modi per distrarsi e divertirsi contemporaneamente.
  • 16
    Quando si diventa mamme non si deve rinunciare ai propri hobby o svaghi, è molto difficile potersi dedicare alle proprie passioni con l’arrivo di un figlio perchè il tempo non basta mai, ma è fondamentale ritagliare del tempo per se stesse.
  • 17
    Tutto questo si ripercuoterà in modo positivo anche sul bambino, che percepirà una madre più tranquilla e rilassata, e a sua volta anche il bambino sarà molto più tranquillo e rilassato. Nel caso fossero difficili da ritagliare spazi per se stesse affidate il piccolo per qualche ora a parenti, nonni, zii, amiche, papà o chi si dimostra disponibile, ovviamente vi dovrete fidare della persona a cui lasciate in custodia il vostro bambino.
  • 18
    I bambini sono piccole creature indisciplinate, che ancora non conoscono tante cose e per farlo spesso pasticciano e fanno confusione, per questo ogni mamma si dovrà attrezzare di tanta pazienza e qual’ora si senta di doversi sfogare fatelo lontano dal piccolo.
  • 19
    Prendetevi del tempo per stare sola in cui vi potete sfogare, non fatelo agli occhi del piccolo che si chiederà cosa accade e si sentirà a disagio agitandosi e intristendosi anche lui a sua volta, i piccoli vivono una sorta di simbiosi con le proprie mamme.
  • 20
    Quindi se la mamma piange è probabile che anche il piccolo lo faccia, oppure se la mamma ride saranno stimolati a ridere, se la mamma urla si agitano e iniziano a piangere, ovviamente non tutti i bambini reagiscono allo stesso modo ma queste sembrano essere le reazioni più comuni.
  • 21
    Una madre non deve obbligare un figlio a fare qualcosa che vada contro la loro volontà, anche costringendolo a mangiare si va contro la sua volontà, dovrà mangiare senza opporre alcuna resistenza, diversamente mangerà quando sentirà di aver fame, ma senza essere costretto a farlo.
  • 22
    La madre deve essere una figura decisa e dominante, il piccolo deve conoscere e rispettare la propria madre, deve sapere che lei gli impone delle regole e che lui non deve trasgredirle, deve vedere la mamma come un punto di riferimento e a sua volta la madre deve potersi fidare del bambino.
  • 23
    Una buona madre deve saper riconoscere i momenti in cui il piccolo necessita di attenzioni o di affetto, deve prestarsi ad essere di esempio al piccolo e non solo ordinandogli di fare delle cose, ma anche mostrandogli come si fa.
  • 24
    Non deve essere troppo severa, ne usare modi bruschi con il piccolo, deve sapersi imporre con decisione e determinazione ma senza avere effetti negativi sull’emotività del bambino, non deve mettere a disagio il bambino davanti ad altre persone.
  • 25
    Una buona madre non deve essere troppo permissiva ma dettare delle regole ben chiare da far rispettare e dei confini da non oltrepassare mai, deve punire in modo adatto il bambino quando sbaglia, deve educarlo e renderlo un individuo responsabile ed indipendente.
  • 26
    Molte madri sono possessive in maniera ossessiva verso i figli, non permettendogli neppure di allontanarsi per un secondo, comportamento del tutto sbagliato, una madre deve riconoscere le esigenze di un figlio e saperle accettare e rispettare.
  • 27
    Ascoltare i figli, comunicare con loro, creare un rapporto basato anche sulla comunicazione e la condivisione di emozioni e sensazioni, stabilire un legame basato sul pensiero, crescere insieme a loro.

Tags

, , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up