Come conoscere in anticipo i costi di una crociera

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come conoscere in anticipo i costi di una crociera
Condividi

Le crociere vanno sempre di più di moda e con l’arrivo della bella stagione, un viaggio in crociera resta un’opzione da prendere sicuramente in considerazione, sopratutto alla luce dei costi sempre più vantaggiosi dei pacchetti offerti dai diversi armatori. Tuttavia, resta un dubbio, il costo della crociera si limita a ciò che ci viene richiesto all’imbarco, oppure è bene sapere che durante la navigazione e persino in sede di pagamento del biglietto ad altri costi andremo soggetti?

Cosa serve per completare questa guida:



Istruzioni

  • 1
    Cominciamo con i primi costi aggiuntivi con i quali faremo la conoscenza una volta che ci viene richiesto il pagamento del biglietto. Si tratta dei cosiddetti balzelli portuali e di imbarco. Tali maggiori oneri, in linea di massima, valgono il 5% del costo del biglietto per singolo crocerista, tali somme servono all’armatore per pagare gli attracchi che la nave effettuerà nei diversi porti. In pratica, se la nostra crociera prevede diverse mete, prepariamoci a costi più salati!
  • 2
    Altri costi sono presenti, soprattutto negli ultimi tempi in cui si è assistito ad un aumento considerevole dei costi dei carburanti. Potrà infatti darsi che l’armatore richieda un surplus forfettario cui parteciperemo per “fare il pieno” alla nave. L’armatore ha previsto questi oneri aggiuntivi, in vista del fatto che molte mete vengono decise in corso di viaggio e, dunque, il costo del biglietto potrebbe non coprire questi costi extra. Più noto invece agli habituè delle crociere sono i costi richiesti per le escursioni a terra.
  • 3
    Tali oneri potrebbero essere non previsti in sede di stipula del biglietto e sovente comprendono anche i pasti avvenuti fuori bordo. C’è da dire che generalmente il viaggiatore viene messo al corrente tramite il pieghevole che gli viene offerto, sul numero di itinerari a terra e sul costo approssimativo che questi comportano.
  • 4
    Come ben sanno gli amanti delle crociere, le bevande, acqua e qualche volta anche caffè e tè esclusi, sono a carico del crocierista e non sono costi di poco conto che vengono caricati sul conto personale del singolo viaggiatore. Se, tuttavia, la Compagnia di viaggio ha previsto il cosiddetto “tutto incluso”, è probabile che entro una certa quota tali costi aggiuntivi siano “assorbiti” dalla tariffa concordata.
  • 5
    Infine, ecco la mancia! un obolo aggiuntivo che non si è obbligati a corrispondere ma si sa, se il personale è stato gentile con noi, come si fa a rifiutare l’offerta. Per tale ragione, l’armatore potrebbe aggiungere, se siamo d’accordo, un costo aggiuntivo per giorno di navigazione che dovrebbe variare fra i 5 e i 10 euro per ogni giorno di navigazione, includendo il maggior costo alla voce “mance”!

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up