Come correggere i principali errori del disco in windows 7

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Analizziamo i principali trucchi attraverso i quali affrontare e correggere gli errori del disco in windows 7

Istruzioni

  • 1
    Durante l’utilizzo del proprio sistema operativo, in base alle operazioni svolte e al numero di processi contemporanei, nonché in base al tipo di lavoro eseguito, si potrebbero causare degli errori del disco. Quindi, essenzialmente degli errori nella scrittura, sovrascrittura o anche lettura del disco.
  • 2
    Tali errori, purtroppo, nella maggior parte dei casi sono inevitabili. Fortunatamente, però esistono numerosi procedimenti per correre ai ripari e fare in modo che non danneggino inesorabilmente il nostro sistema, rendendolo instabile. Esistono sia dei programmi integrati nel sistema operativo, quanto alcuni software realizzati da terzi che svolgono esattamente la stessa funzione.
  • 3
    Nella guida odierna vorrei analizzare il funzionamento di un programma di recovery degli errori del disco totalmente gratuito e facilmente reperibile online direttamente dal sito ufficiale, in modo da scaricare la versione più aggiornata e più adatta al proprio sistema operativo. Il nome del programma oggetto della guida è “checkdiskgui 1.0.7″.
  • 4
    Una volta effettuato il download del software, procediamo alla sua installazione guidata, semplice e classica installazione con i suoi vari step. Al termine della stessa procediamo all’avvio del programma e vediamo come configurarlo e utilizzarlo correttamente.
  • 5
    Al suo primo avvio automaticamente il programma analizzerà il computer in uso e la componentistica hard disk collegata allo stesso. Infatti il programma prevede anche la gestione di plurimi hard disk collegati al medesimo computer.
  • 6
    Dopo qualche secondo, quindi, nella finestra principale del software dovrebbero essere elencati gli hard disk, o anche semplicemente le partizioni del medesimo hd, rilevate dal programma. è Possibile, in questo modo, selezionare quella sulla quale agire.
  • 7
    Una volta selezionata la partizione o l’hard disk sul quale agire, ci sono tre differenti possibilità di funzionamento del programma, tutte elencate nella parte destra della finestra e eseguibili semplicemente cliccando sui relativi pulsanti.
  • 8
    La prima funzione è “read only”. Tale funzione, eseguibile cliccando sul primo pulsante in alto a destra, avvia una semplici analisi dell’hard disk selezionato, alla ricerca di eventuali errori, ma senza procedere alla correzione degli stessi. Infatti, al termine dell’analisi ci verrà fornita una diagnosi dettagliata dei settori del nostro hd.
  • 9
    La seconda funzione, praticamente sequenziale alla prima in caso di errori, permette di intervenire andando a riparare eventuali settori danneggiati. La funzione prende il nome di fix e, se lanciata indipendentemente dalla prima, contemporaneamente analizza il disco e lo corregge.
  • 10
    Infine, l’ultima funzione selezionabile è “fix and recover”. Questa funzione probabilmente è la più completa del programma e, se avviata, permette al tempo stesso stesso di analizzare il contenuto dell’hard disk, i relativi settori, di correggere gli errori rilevati e, inoltre, di intervenire tentando il recupero di eventuali dati presenti nei suddetti settori danneggiati.
  • 11
    Al termine della procedura di analisi o riparazione dell’hard disk, o ancora di tentativo di ripristino del suo contenuto, sarà tanto possibile chiudere il programma, quanto salvare o stampare il log dell’operazione.
  • 12
    Ovviamente, dipendendo il tempo dell’intero processo essenzialmente dalla dimensione dell’hard disk e dal tipo di operazione selezionata, non posso fornirvi una stima della durata dell’intera esecuzione, ma sarà in ogni caso possibile seguire nei dettagli l’intera analisi con statistiche aggiornate in tempo reale.

Tags

, , , , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up