Leonardo.it

Come costruire un libro per bambini

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come costruire un libro per bambini
Condividi

Un libro per bambini deve essere un testo semplice e pieno di immagine, una via di mezzo tra un fumetto e un libro vero e proprio.

Cosa serve per completare questa guida:

- matite;
- colori;
- cartoncini;
- forbici;
- spago.



Istruzioni

  • 1
    E’ essenziale sviluppare temi, argomenti e personaggi che possano sia attirare l’attenzione del giovanissimo ma anche insegnargli qualcosa. Occorre infatti che i personaggi siano positivi e di facile immedisimazione.
  • 2
    Avere esempi positivi può far sviluppare un senso critico al bimbo, che cercherà di imitare il proprio eroe in modo da chiedersi sempre come avrebbe reagito il proprio personaggio in una determinata situazione.
  • 3
    Sviluppare un senso critico verso i comportamenti da adottare rappresenta un primo passo verso la maturità, che certo non raggiungeranno in questa età, ma potranno iniziare a svilupparla in modo da essere sempre pronti quando dovranno compiere il grande passo.
  • 4
    Armiamoci poi di forbici, cartoncini e spago per collegare tra loro le pagine. E’ un lavoro di precisione, bisogna avere inventiva e saper fare buoni disegni. Non occorrono sagome perfette, ma basta accennare ciò che si vuole rappresentare, pensando però che anche l’immagine è importante, e non solo il contenuto.
  • 5
    I bambini sono catturati in primis dall’immagine e forse solo dopo anni verranno catturati dal messaggio. Dobbiamo pensare che gettiamo semi che cresceranno col tempo, non nell’immediato, quindi diamo risalto a colori, immagini e vestiario dei nostri eroi.
  • 6
    Se non ci riteniamo all’altezza dei disegni da fare perchè siamo scarsi disegnatori, possiamo avvalerci dell’aiuto di qualche nostro amico che sa disegnare bene, in modo che possiamo focalizzare la nostra attenzione sui contenuti.
  • 7
    I lavori in equipe sono solitamente quelli che riescono meglio, è quindi bene essere umili ed accettare sempre i consigli che gli altri possono darci ed anche il loro aiuto se vediamo che sono più bravi di noi.
  • 8
    Una volta che abbiamo in mente storia, personaggi, e abbiamo il materiale per disegnare e ritagliare, possiamo metterci all’opera, non perdendo mai di vista lo scopo, e cioè che stiamo lavorando per dei bambini.
  • 9
    Il nostro compito è quello di far maturare il ragazzo, scegliamo quindi temi che possa capire, senza andare troppo in profondità su dubbi e ricerche esistenziali, cosa che i bambini ancora non possono capire ed è giusto che non capiscano.
  • 10
    La vita è fatta di passi, quindi un passo alla volta, specialmente nella crescita. Non pretendiamo che qualcuno costruisca una casa in un giorno e non dobbiamo quindi pretendere che il bambino impari tutto subito, la vita è un percorso graduale, ed anche il nostro libro deve esserlo.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up