Leonardo.it

Come costruire un tavolino

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Sicuramente il primo esemplare che costruirete non sarà un pezzo da salotto ma sicuramente sarà un utile appoggio nel vostro capanno degli attrezzi!

Istruzioni

  • 1
    Costruire un buon tavolino potrebbe sembrare una perdita di tempo e molto probabilmente il gioco non vale la candela ma se siete amanti del faidate, avete del tempo libero o del legname di risulta sarà utile e divertente.
  • 2
    In primo luogo decidete il tipo di tavolino che volete costruire, se fare un mobile da giardino oppure un tavolo per la vostra officina. La decisione è molto importante perché influenzerà il materiale per la costruzione e anche sul modo di costruirlo e sulle rifiniture.
  • 3
    Il tavolo per la vostra officina deve essere molto robusto e di legno molto duro. Partiamo dicendo che complessivamente il tavolo deve essere alto sul metro e mezzo per fornire oltre che appoggio un buon piano di lavoro quando siete in piedi. La superficie del tavolo dovrebbe essere larga una settantina di centimetri.
  • 4
    Prendete 4 pali a base quadrata con lato di 10 cm e assicuratevi che siano bene levigati. Vi consiglio di passarci una mano di vernice prima di proseguire il montaggio per proteggere il legno. Dopo di ciò prendete delle assi di legno non molto spesse e larghe. La lunghezza varia in base alla lunghezza del tavolo da lavoro che intendete realizzare. Se volte fare un piano lungo più di un metro e mezzo vi conviene inoltre aggiungere un’altra coppia di pali nel mezzo per poter essere sicuri che regga il peso degli attrezzi e dei colpi che potreste provocare lavorando.
  • 5
    Adesso, facendo attenzione di posizionare i pali parallelamente fissate ai pilastri a due a due, o a tre a tre, paralleli. Queste assi andranno a formare il lato lungo del nostro tavolo. Vi consiglio di mettere due assi per ogni coppia o terna di pali, una in alto ed una in basso per evitare oscillazioni e una conseguente rottura. Per il fissaggio potete usare benissimo dei chiodi ma impiegando delle viti autofilettanti sarete in grado di sostituire le assi che si logoreranno o si romperanno.
  • 6
    Al solito prima di unire assi e pali vi consiglio di passare una mano di vernice a protezione del materiale. Procuratevi ora 4 assi più corte, dovranno essere lunghe quanto la larghezza del tavolo e fissatene una in alto ed una in basso tra i pali esterni delle coppie o terne prima composte. In questo modo otterrete una solida base per il vostro tavolo.
  • 7
    La superficie superiore deve essere spessa e resistente quindi fate attenzione a sceglierla. Prima di montarla verniciatela e poi allinea tela bene con i pali. Per il fissaggio usate chiodi o viti sottili, mettetene anche più di una per ogni palo ma che sia più centrale possibile per non far ingrossare e rompere i margini dei pali.
  • 8
    Con del collante o dei chiodini, o anche entrambi potete fissare sulla superficie superiore una guaina di gomma che la proteggerà da olio o acqua che cade mentre lavorate evitando cosi di far marcire irrimediabilmente il legno. Inoltre questa lo proteggerà anche da ammaccature e graffi che possono essere provocati dalla caduta degli arnesi sul tavolo.
  • 9
    Se poggiate il tavolo contro una parete potete anche provvedere a comprare una grata forata metallica da appenderci sopra in modo tale da tenere tutto in vista e ben ordinato pur non avendo di cassetti. Buon lavoro!

Tags

,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up