Leonardo.it

Come creare un disegno luci teatrale

di
0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come creare un disegno luci teatrale
Condividi

Chi di noi non è mai andato a teatro o non ha mai visto uno sceneggiato teatrale in tv? Ma in realtà pochi si rendono conto di quanto influisca sulla nostra percezione il lavoro del disegnatore luci

Istruzioni

  • 1
    Il disegno della scena luminosa comincia dalla sensibilità artistica del disegnatore luci naturalmente mediata dall’incontro con il regista.
    In questa guida tratterò soltanto gli aspetti estetico/artistici e non quelli tecnici che servono per realizzare un disegno luci.
  • 2
    Servono essenzialmente tre tipi di direzione di illuminazione degli attori:
    il frontale (che illumina da davanti)
    il taglio (che illumina lateramente)
    il controluce (che illumina da dietro)
  • 3
    La luce frontale serve a dare chiarezza sul volto e sugli spazi scenici che si vogliono mostrare (esiste infatti un principio selettivo della luce, per dare importanza ad un attore o ad un oggetto e lasciare in penombra il resto che non serve a fini narrativi)
  • 4
    La luce di taglio serve a dare spessore ai volumi, quella frontale, invece, tende a schiacciare i volti. Il taglio riesce a dare spessore tramite le ombre che si formano da questa luce presa lateralmente.
  • 5
    Il controluce invece serve a dare profondità allo spazio teatrale, delinea i contorni di attori e scenografie.
    Con l’alternanza di queste tre “postazioni” si crea qualsiasi spettacolo teatrale, ovviamente con un’infinità di varianti che stanno al light designer

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up