Come curare i reumatismi con l’aglio

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come curare i reumatismi con l'aglio
Condividi

Sempre a proposito di aglio, ecco come fare per curare i reumatismi in modo naturale.
Credo sia un’idea da prendere in considerazione per chi e’ interessato da questa problematica.
Provare per credere!

Istruzioni

  • 1
    Se anche voi soffrite di reumatismi, che vi danno non pochi problemi, avete mai pensato di ricorrere all’aglio?
    Esattamente, l’aglio e’ molto valido anche nella cura dei reumatismi.
    Prendetene qualche spicchio, schiacciatelo in modo da ricavarne una specie di poltiglia. Mettetela in una garzina e tenete la garzina a contatto con la parte interessata.
  • 2
    Un altro metodo molto molto valido e’ quello di usare l’olio estratto dallo spicchio dell’aglio. E’ molto efficace perche’ e’ un olio che contiene i principi attivi dell’aglio concentrati, quindi ancora piu’ efficaci.
    Dovete solo mettere gli spicchi di aglio sopra il coperchio di una pentola che riempirete di acqua e farete bollire per almeno 4 ore.
  • 3
    Il bollire della pentola provochera’ il riscaldamento degli spicchi di aglio che avete appoggiato sopra il coperchio. In questo modo, quando li schiaccerete per ricavarne una poltiglia, fuoriuscira’ un olio concentrato, molto efficace per i reumatismi, proprio perche’ contiene le sostanze utili dell’aglio, ma concentrate.
  • 4
    E non e’ finita qui.
    Se ne avete il coraggio, c’e’ un ottimo preparato per uso interno che potete bere, certo se l’aglio non vi causa problemi o fastidi particolari, altrimenti e’ meglio lasciare perdere, soprattutto perche’ molte persone non sopportano di ingerire l’aglio, ne’ cotto, ne’ crudo.
    Se non siete tra queste e non avete problemi, potete provare questo metodo.
  • 5
    Prendete della grappa, oppure dell’alcol a sessanta gradi e mettete a macerare in due litri, circa un cinquanta grammi di aglio che avete tagliato a pezzetti piccolissimi con il coltello.
    Lasciate l’aglio in ammollo per una decina di giorni.
    Dopo, trascorsi i dieci giorni, filtrate il tutto e chiudete in una bottiglia ben tappata.
    Ogni sera prendetene una quantita’ pari alla punta di un cucchiaino, mischiata in un bicchiere di acqua.
  • 6
    Piu’ o meno lo stesso risultato si ottiene facendo bollire degli spicchi di aglio ( cinque circa, dipende dalla grandezza) in acqua per circa venti minuti.
    Poi prendete gli spicchi e spremeteli contro la retina di un colino molto sottile. Tenete da parte il composto di aglio che ricaverete e assumetene pochissimo, sempre aggiungendolo in un bicchiere di acqua.
  • 7
    In qualsiasi modo lo preparerete, l’aglio e’ sempre efficace. Dovete solo assicurarvi che il vostro organismo lo sopporti, perche’ non e’ detto che tutti riescono a sopportarlo e a digerirlo, soprattutto se mangiato.
    Per non avere problemi, fate prima delle piccole prove con quantita’ davvero minime e vi assicurerete di non aver problemi.

Tags

, , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up