Come dipingere casa risparmiando la spesa dell’imbianchino

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come dipingere casa risparmiando la spesa dell'imbianchino
Condividi

Ecco una semplice guida su come dare una rinfrescata alle pareti del proprio appartamento.

Cosa serve per completare questa guida:

- Cazzuola da stuccatore ;
- Stecca;
- Mascherina;
- Carta vetrata a grana fine ;
- Pennellessa o rullo;
- Pennello;
- Stucco;
- Pittura;
- Scaletto.



Istruzioni

  • 1
    A volte si dice che l’aspetto di una casa rispecchi la personalità del proprietario o dell’inquilino in questione. Sembra strano, ma questa affermazione è abbastanza veritiera. Ci sono persone che amano colori classici ed altre che optano per le tinte sgargianti, tuttavia i colori ci aiutano indubbiamente a capire la personalità delle persone.
  • 2
    Nella scelta del colore per la propria abitazione , sia per gli interni che per l’esterno , entrano in gioco vari fattori : il bianco è poco scelto se non per le soffitte in quanto ricorda un po’ il colore degli ospedali , l’azzurro e il rosa sono spesso i colori più indicati per le stanzette dei ragazzi e poi c’è il giallo in tutte le sue sfumature, che non sfigura mai sia per interni che per le facciate dei palazzi .
  • 3
    Tuttavia la scelta del colore non è il problema principale e l’ostacolo maggiore a volte può essere rappresentato dal costo che comporta il lavoro in sé. Oggi come oggi infatti, può essere un problema affrontare una spesa consistente.
  • 4
    Chiamare un imbianchino infatti, significa prepararsi a ricevere un preventivo che parte da un prezzo che si aggira tra i 500 e i 700 euro per un paio di stanze fatte bene , fino a un paio o alcune migliaia di euro per tutta la casa.
  • 5
    Ovviamente con i tempi che corrono non tutti possono permettersi il lusso di chiamare un imbianchino per ridipingere casa o per dare semplicemente una rinfrescata alle pareti ed è quindi una buona idea armarsi di tanta pazienza e degli strumenti adatti per fare questo lavoro ” fai da te ” .
  • 6
    Dipingere casa in fondo non è così difficile, forse all’inizio può sembrare di si ma poi diventa una passeggiata. L’importante è fare tutto con calma e precisione in modo da ottenere un risultato finale all’altezza dell’impegno impiegato.
  • 7
    Prima di tutto per fare tutto per bene bisogna avere gli attrezzi e i materiali giusti: una stecca o paletta o ferro da ornato ; una cazzuola da stuccatore dai bordi lisci (fate attenzione che può essere molto tagliente); carta vetrata di grana fine; mascherina per le polveri , pennellessa o rullo (a scelta); pennello più piccolo per le rifiniture e per gli angoli; scaletto preferibilmente autoreggente; stucco (si può trovare anche dai ferramenta); bidoni di pittura lavabile o semi-lavabile (si possono trovare anche nei supermercati e il prezzo di ogni bidone può variare dai 25 ai 70 euro e oltre per le pitture migliori o per i colori già pronti all’uso).
  • 8
    Una volta in possesso di tutto il necessario possiamo procedere. Prima di tutto bisogna eliminare lo strato di pittura già esistente, sopratutto bisogna eliminare tutte le parti dove l’umidità ha fatto il suo corso, togliendo se necessario anche lo stucco in maniera più approfondita.
  • 9
    In seguito, effettuata la rimozione dello stucco passiamo alla stuccatura ma se necessario al posto dello stucco classico possiamo comprare dello stucco speciale antimuffa per ottenere un risultato migliore.
  • 10
    Dopo aver mischiato lo stucco con l’acqua in modo da ottenere una consistenza cremosa ma non liquida (altrimenti colerebbe tutto dalle pareti) procediamo stendendo lo stucco con l’aiuto della cazzuola facendo attenzione a creare delle superfici abbastanza uniformi, senza ondulature troppo evidenti.
  • 11
    Dopo aver lasciato asciugare tutto per almeno 24 ore tappiamo eventuali spaccature o imperfezioni e dopo aver aspettato che tutto si sia asciugato, passiamo alla carteggiatura con carta vetrata a grana fine (indossando la mascherina), facendo attenzione a creare delle superfici lisce.
  • 12
    In seguito passiamo alla parte più interessante, ossia la tinteggiatura. Se non abbiamo preso bidoni di colore già pronti possiamo creare il nostro colore con l’aiuto delle boccette di colore reperibili sempre dai ferramenta ( fate attenzione a creare un colore sempre più carico di quello desiderato perché dopo essersi asciugata la pittura sbiadisce un po’).
  • 13
    Quindi con l’aiuto del rullo o della pennellessa iniziamo a dipingere procedendo sempre dall’alto verso il basso d non il contrario, in modo da evitare colature e seguendo sempre un unico verso orizzontale o verticale.
  • 14
    Dopo aver lasciato asciugare per 24 ore il lavoro può dirsi concluso, tuttavia se il colore sembra troppo sbiadito o semplicemente lo volete più carico potete passare una seconda mano di pittura in modo da renderlo più vivace.
  • 15
    Un’altra opzione potrebbe essere quella di dipingere le pareti in due colori, magari un paio di tonalità più scure in basso fino a 1,20 m e un colore più chiaro ma in tinta verso l’alto, separandoli grazie ad una fascia adesiva decorata.
  • 16
    Il procedimento è sempre lo stesso basta solo essere precisi nell’applicare la fascia adesiva magari aiutandosi con un metro e facendo dei punti guida con una matita e facendo passare così la fascia per i due punti.
  • 17
    In linea generale, se avete del tempo libero questo è il procedimento da seguire per dare una rinfrescata alle pareti della vostra casa risparmiando un bel po’ di soldi, che in tempo di ” crisi ” non fa mai male!

Tags

, , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up