Come dividere in più spazi indipendenti la cameretta dei tuoi figli

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come dividere in più spazi indipendenti la cameretta dei tuoi figli
Condividi

Avere una camera unica per due figli è un vero problema non solo per i “coabitanti” ma anche per i genitori!

Cosa serve per completare questa guida:

- manualità;
- fantasia;
- materiale vario a seconda dell'idea sfruttata.



Istruzioni

  • 1
    Non sempre è facile alzare un muro che possa dividerle! Infatti, fare i lavori di ristrutturazione non solo è dispendioso (e faticoso!), ma spesso a complicare la situazione sono i “punti luce” (finestre e balconi), l”impianto elettrico, il riscaldamento ecc, altre volte, invece, lo spazio è talmente piccolo che dividerlo in due parti con una parete di cemento non vale la pena perché si rischia di creare semplicemente due bugigattoli.
  • 2
    Questa guida ti propone una serie di soluzioni economiche e fai-da-te da adattare alla camera in questione per offrire ai tuoi figli degli angoli autonomi in modo da rispettare, almeno parzialmente, la loro privacy.
  • 3
    Se la cameretta dei tuoi ragazzi è di forma pressocché quadrata avrai vita più semplice perché è una forma che ben si adatta ad una sorta di simmetria. Se la cameretta assomiglia, invece, ad un rettangolo stretto ci sono purtroppo meno soluzioni per via dello spazio ristretto che non permette un libero passaggio.
  • 4
    Il consiglio principale, che vale per ogni quadratura, è che i letti restino sempre vicini questo per ovviare al problema del televisore che sarà una delle cose obbligatoriamente in comune (speriamo che i tuoi figli abbiano gli stessi gusti!)
  • 5
    A meno che i tuoi figli non optino per le cuffie che permette loro di vedere le tv contemporaneamente senza accavallamenti di volume! Ma questa soluzione implica anche che tu abbia le entrate per due antenne.
  • 6
    Se la cameretta è per giovanissimi o bambini piccoli potresti dividerla innanzitutto a “colori” questo per dare anche visivamente ai tuoi ragazzi una demarcazione più netta e optare per delle tonalità neutre per gli spazi in comune (televisore, infissi, termosifone, letti, scaffali in comune ecc).
  • 7
    Degli esempi? La parete di un”area sarà rossa con degli stencil a pois bianchi e un”altra sarà bianca con pois rossi (se i “coinquilini” sono dello stesso sesso). Oppure una parete di un”area sarà gialla canarino e un”altra sarà arancione cangiante.
  • 8
    O, ancora, una parete sarà fuxia e un”altra sarà blu cobalto (se sono di sesso opposto). Se punti su questo tipo di divisione le possibilità sono davvero tantissime, basterà farti ispirare dalle passioni, dagli hobby e dal carattere dei tuoi ragazzi!
  • 9
    Oltre ad una divisione visiva, potresti, in alternativa (oppure in aggiunta), optare per una divisione più fisica. In questo caso le idee sono tante! Basta solo capire qual è la più adatta ai tuoi/vostri bisogni!
  • 10
    Un modo semplice, economico e veloce è una separazione tramite una tenda in tessuto pesante in modo che non renda visibile la zona posta al di là di essa. Potresti sceglierla con motivi coloratissimi, magari che richiamano i colori vivacissimi delle fantasie e dei disegni di celebri artisti come andy warhol o keith haring.
  • 11
    Se proprio vuoi optare per la sobrietà, senza troppe fantasie, almeno sceglila, anche se monocroma, almeno colorata! Il sistema per tenerle è molto semplice: ci sono moltissimi negozi specializzati o semplicemente negozi di casa e di arredamento che vendono sistemi di sospensione per tende, molto facili da montare.
  • 12
    Esistono anche quelli con doppio e triplo binario qualora tu voglia inserirvi due o tre strati di tende, magari sovrapponendo i colori (i prezzi sono molto vari, si parte comunque dai 15,00 euro circa).
  • 13
    Un altro modo per dividere le aree della cameretta è quella di mettere una lunga e larga scrivania proprio al centro e su di essa inserire un pannello divisorio in legno che oltre alla separazione fungerà, al contempo, da parete porta tutto (è possibile appenderci una lavagnetta magnetica portafoto oppure tante clip o pinzette portatutto).
  • 14
    Se la cameretta è per piccini potresti dividerla semplicemente con una cassettiera aperta su due lati con contenitori colorati in plastica e un grande tappeto in ciascuna area in modo che ognuno possa avere un proprio spazio giochi.
  • 15
    Un”idea carinissima da fare proprio insieme ai tuoi figli è quello di una separazione fatta con una pannello rigido (cartongesso, alluminio o legno) rivestito completamente con le loro fotografie di diverso formato.
  • 16
    Nell”era del digitale è una gran bella cosa avere delle foto cartacee in bella vista! Se proprio vuoi fare una separazione più definita e duratura allora potresti scegliere i blocchi di vetrocemento (magari colorati).
  • 17
    È un lavoro che, se hai un mino di manualità, puoi fare anche tu, senza l”aiuto del muratore. Il consiglio è quello di non innalzare una parete di vetrocemento fino al soffitto, ma farla alta un metro e mezzo/due.
  • 18
    Questo avrà tre vantaggi: recupererai luce nell”area sprovvista di finestra (o balcone), calore dove non ci sono i riscaldamenti e non appesantirai troppo la “chiusura” (avrebbe lo stesso effetto da bugigattolo di cui parlavo all”inizio). Il risultato risulterà veramente gradevole.
  • 19
    Tutte le divisioni di cui ho fatto menzione presuppongono, ovviamente, o un”area a parte oppure due aree a parte che non includano il letto e il televisore che saranno, invece, disposte nell”area comune.
  • 20
    Ad ogni modo, se lo spazio permette, potresti optare per delle piccole poltroncine per ciascun area che, in qualche modo, sostituiscano i letti per la sosta lettura oppure per far accomodare qualche amico.
  • 21
    Ricordati che l”area che sarà sprovvista di punto luce dovrai illuminarla con luce artificiale maggiore, per cui via libera a lampada simpatiche e colorate da terra o da parete che emanano luce calda.
  • 22
    Per la scrivania scegli una lampada con braccio orientabile, posizionata in modo che la mano che scrive non faccia ombra sul foglio. Per l”area in comune, invece, lascia il lampadario originario in modo che l”interruttore sarà sfruttabile da entrambi.

Tags

, , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up