Come effettuare la raccolta dell’aglio

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Come eseguire la raccolta dell’aglio

Istruzioni

  • 1
    Quando la parte aerea dell’aglio comincia ad ingiallire e poi comincia a seccarsi e a piegarsi significa che la pianta sta ultimando il suo ciclo vegetativo e quindi e arrivato il momento della raccolta.
  • 2
    Questa operazione, inizia verso la fine di giugno-primi di luglio e si può prolungare fino ai primi di agosto. Le colture che si raccolgono per prima sono quelle piantate in autunno, le ultime sono quelle messe a fine inverno-inizio primavera.
  • 3
    Per la raccolta bisogna aiutarsi con una vanga o un forcone. Le piante si lasciano asciugare sull’aiola, non troppo a lungo per evitare scottature a livello dei bulbi, fino a quando la terra si stacca dalle radici e dai bulbi stessi.
  • 4
    A questo scopo, dopo aver ripulito delicatamente i bulbi in modo tale da non romperli, bisogna ricoverarli sotto una tettoia arieggiata al riparo dal sole. Sotto la tettoia si possono lasciare anche due-tre settimane, cioè fino a quando tutte le piante saranno asciutte, dopo di questo si potranno sistemare in magazzino.
  • 5
    Spesso le piante vengono legate in mazzetti o in trecce, mentre i bulbi vengono messi nelle retine dove può circolare l’aria. Nei locali di conservazione non bisogna che le temperature scendono sotto lo zero, ed è necessario controllare i bulbi conservati per eliminare che non sono buoni.
  • 6
    La quantità d’aglio prodotte in dieci metri quadrati di coltura possono variare soprattutto in base al periodo in cui è stata fatta la messa a dimora dei bulbi. Da 10 metri quadrati di superficie si possono raccogliere da 5-6 a 8-10 chili di bulbi.
  • 7
    Prima della messa a dimora dei bulbi d’aglio bisogna utilizzare come concime quelli a base di fosforo, fostato naturale o scorie di defosforazione e, come concime a base di potassio solfato di potassio contenente sali di magnesio.
  • 8
    Qualora non si voglia utilizzare nessun tipo di concime bisogna mettere a dimora i bulbilli in un’aiola che abbia ospitato una coltura letamata. L’aglio viene utilizzato per diverse cose sia in cucina sia crudo che cotto.
  • 9
    Viene utilizzato per le minestre, nei minestroni, negli arrosti e in numerosi contorni. Lo si usa anche nella preparazione di alcuni insaccati. Questo ortaggio viene trasformato a livello industriale in polvere e pasta d’aglio e viene usato per aromatizzare l’olio.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up