Come eseguire la raccolta e come difendere dai parassiti il ribes

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Eseguire la raccolta e la difesa contro i parassiti alla pianta di ribes

Istruzioni

  • 1
    La raccolta del ribes e dell’uva spina avviene tramite il distacco del peduncolo quando le bacche sono mature. Sono necessari almeno due o tre passaggi per completare l’operazione. Nel prmi passaggio si staccano i frutti che maturano prima, in quelli seguenti si raccolgono i frutti interni prodotti sul legno vecchio.
  • 2
    Ogni pianta può produrre annualmente dai due ai quattro chili di frutti. La raccolta deve essere fatta quando i frutti sono asciutti per prevenire lo sviluppo di muffe e marciumi. Ovviamente fate attenzione nel raccoglierli se volete evitare di pungervi.
  • 3
    Ma ora vediamo la difesa dei parassiti. Se si verificano attacchi da parte di afidi, il ribes a partire dalla primavera bisogna curarlo con interventi di lambdacialotrina alla dose di 50 grammi per 100 litri d’acqua.
  • 4
    Il ribes può essere soggetto anche di attacchi della sesia, un rodilegno che colpisce le parti legnose della pianta. Il controllo agronomico si basa sulla rimozione, con la potatura invernale delle branche infette e la loro distruzione sul fuoco.
  • 5
    Contro l’oidio, malattia fungina che può colpire il ribes e l’uva spina nei mesi primaverli, e per questo si deve intervenire utilizzando dello zolfo bagnabile alla dose di 200 grammi per 100 litri d’acqua.

Tags

, , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up