Leonardo.it

Come far fare le palle di natale ai vostri bambini

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Da dove vengono le palle di natale

Istruzioni

  • 1
    L’albero di natale ha sicuramente origine pagana, ma dovete sapere che il suo addobbo ha tutt’altro che origine pagane. Anzi è da collocarsi proprio in vista della sua nascita.
  • 2
    Fondato o meno la storia narra di un artista di strada molto povero, vestito male e trasandato che come molti suoi concittadini era venuto a conoscenza della nascita del nuovo re.
  • 3
    Non avena nessun dono da portare al nuovo re dei giudei, al piccolo bambino gesù, quindi egli si recò e cerco di fare il suo meglio. Fece quello che sapeva fare: il giocoliere.
  • 4
    Uso delle palle sicuramente di varie dimensioni e il bambinello dalla sua culla fatta con una mangiatoria rise tanto e si divertì. Ecco da dove arriva l’uso delle palle di natale.
  • 5
    Usiamo decorare l’albero di natele con delle palle colorate proprio in ricordo di questo evento molto toccante e divertente, in teoria ci ricordiamo delle risate di gesù.
  • 6
    Dopo questo breve escursus storico sulle palle di natale ogni anno come sempre, anche a casa vostra i bambini saranno entusiasti di fare l’albero. Cosa significa fare vi chiederete.
  • 7
    Addobbere l’albero è una prassi poco complessa e facile soltanto ogni anno richiede sempre nuove palle in sostituzione alle vecchie che si rompono o si schiacciano facilmente.
  • 8
    Quest’anno faremo fare ai vostri bambini delle palle tutte particolari, tutte innovative e graziose per festeggiare il natale in un modo alternativo coinvolgendoli ulteriormente.
  • 9
    Sono molto semplici da realizzare, occorre solo un pò di pratica e di manualità. Servono pochi oggetti e molta inventiva che di certo ai vostri bambini non mancherà ai tempi d’oggi.
  • 10
    Preparate un tavolo, liberatelo e posizionate tutto l’occorrente che elencherò nei prossimi step. State attenti ai corpi contundenti e pezzetti che potrebbe ingerire vostro figlio.
  • 11
    Questo lavoro può essere fatto anche in altra sede, ad esempio a scuola. In questo caso tenete sempre d’occhio tutti i bambini e le cose più pericolose che descriverò fatele voi.
  • 12
    L’occorrente per realizzare il tutto sono dei palloncini di varie dimensioni da gonfiare a vostro piacimento e di qualsiasi colore. Cercate di trovare prodotti non tossici.
  • 13
    Serve dello spago sottile non tossico fatto con fili di cotone come una volta, della colla vinilica non tossica ed un pennellino fatto con sostanze non sintetiche ma naturali.
  • 14
    Occorre anche della vernice dorata preferibilmente ottenuta con ingredienti naturali e non tossica, potete anche usare una spray senza gas nocivi per l’ozono e l’ambiente.
  • 15
    Serve uno spillo da cucito (usatelo e tenetelo voi non fatelo toccare ai bambini, potrebbero ingerirlo oppure farsi del male tra loro o da soli con bruschi moviementi del corpo).
  • 16
    Serve del filo da cucito oppure del nastro per appendere le palle e un altro pennello sempre come descritto in precedenza per usare la vernice dorate nel caso non fosse spray.
  • 17
    Mi raccomando sia voi che i bambini indossate un grembiulino e cercate di essere in una stanza ben arieggiata poichè i fumi e lo spray delle vernici possono essere fastidiose.
  • 18
    Cercate di foderare con dei fogli di giornali il piano di lavoro ed anche il pavimento evitando di macchiare tutto nel caso gocciolasse qualche componente utilizzato o la vernice.
  • 19
    Se non avete abbastanza fiato procuratevi delle pompette per palloncini, solitamente si vendono nello stesso negozio dove avete trovato i palloncini oppure utilizzate delle bombole di aria compressa.
  • 20
    Facilmente reperibili anche esse in qualsiasi negozio di prodotti per bambini o giochi. Se non li trovate chiedete a qualche pagliaccio dove potete trovarli. Ovviamente scherzo.
  • 21
    Ma ora passiamo a noi, incominciamo l’opera appena descritte. Creiamo molte palle di natale da appendere sull’albero omonimo. Iniziamo con i palloncini. Distribuiteli tra i bambini.
  • 22
    Gonfiateli bene, circa le dimensione di un pugno o poco più. Infatti sarebbe meglio utilizzare i palloncini ad acqua per questo scopo che non crescono più di tanto. Gonfiateli ad aria.
  • 23
    Fate un bel nodo, o fate fare un bel nodo classico, ben stretto evitando che il palloncino rilasci aria e si rimpicciolisca. Nel caso i bambini non ce la facciano aiutateli voi.
  • 24
    Una volta gonfiati e chiusi i palloncini metteteli un attimo da parte fino a quanto ogni bambino non abbia un palloncino a testa ben gonfio e ben chiuso. Non importa il colore.
  • 25
    Per una scelta divertente date i pallonici di colore azzurro ai maschietti e quelli di colore rosa alle femminuccie. Oppure valutate voi secondo le loro preferenze o i colori disponibili.
  • 26
    Ora date loro, o fate prendere loro dal loro banco di lavoro il pennellino descritto in precedenza. In un bicchiere fate spremere la colla vinilica e fatela miscelare con il pennello.
  • 27
    Con lo stesso passate la colla su tutto il palloncilo gonfiato, fate cercate di fare tutto con cura facendo mantenere il palloncino dalla parte della chiusura del medesimo.
  • 28
    Per controllare se avete passato la colla in ogni punto del palloncino mettetelo sotto la luce e verificate le parti. Potete in alternativa immergerlo in una bacinella contenente colla.
  • 29
    Ora prendete lo spago e mettetelo anche lui sotto colla, usate il pennello oppure la bacinella o il contenitore usato in precedenza. Potete anche usarne di meno in questa fase.
  • 30
    Ora con lo spago dovete avvolgere il palloncino, dovete usando colla e spago formare una specie di matassa attorno ad esso. Fate attenzione e create anche degli schemi libero.
  • 31
    Fate attenzione ad essere delicati, non stringete troppo e non premete l’eventuale pennello troppo forte poichè potrebbe rompersi il palloncino esplodendo facendovi male.
  • 32
    Infatti nell’esplosione potrebbe arrivarvi a voi oppure ai bambini dei schizzi di spago, di palloncino oppure di colla direttamente nell’occhio o in altre parti sensibili.
  • 33
    Una volta avvolto il palloncino mettete il tutto ad asciugare, non mettetelo ne in una parte umida nemmeno sotto al sole. Aspettate qualche ora, giusto il tempo per asciugare la colla.
  • 34
    Una volta asciugata dovete colorare la matassa ottenuta con i colori dorati. Potete anche usare altri colori. Scegliete voi anche altri colori tutti prettamente indicati per il natale.
  • 35
    Il dorato, il verde, il rosso, il bianco, oppure usare un pò di ognuno e un pò dell’altro creando varie forme di vario colore. Date ai bambini vari colori decidendoli voi o loro.
  • 36
    Usate il pennello, l’altro indicato, il secondo oppure utilizzate coloranti spray sempre senza gas nocivi per l’ozono e per l’atmosfera terrestre. Usate una mascherina e fatela indossare ai bambini.
  • 37
    Le mascherine sono facilmente reperibili in qualsiasi negozio, anche nello stesso nel quale abbiate acquistato la vernice. Se non le trovate usate delle bandane o dei fazzoletti.
  • 38
    Ora mettete tutti i palloncini ad asciugare, ci potrebbero volere anche delle ore. Molto dipende dal tipo e dalla quantità di colore usato da voi e dai bambini. Controllateli spesso.
  • 39
    Il controllo deve essere fatto anche sui bambini durante tutta la procedura, infatti possono anche mangiarsi la colla oppure sporcarsi gli occhi ed altre parti del corpo sensibili.
  • 40
    Ora vi manca uno degli ultimi tocchi. Dovete con uno spillo (fatela voi questa operazione) bucare il palloncino all’interno. Assicuratevi prima che lo spago sia indurito.
  • 41
    Non fatela fare ai bambini questa operazione poichè come detto prima mi preme molto la loro sicurezza. Possono pungersi o da soli oppure tra loro e farsi del male senza volerlo.
  • 42
    Siate coscenzioni in questo senso e molto attenti a tutte le operazioni pericolose, non per voi ma per i bambini. Una volta bucato posizionatelo sul tavolino dei bambini.
  • 43
    Con il filo o con il nastro, quello descritto sull’occorrente necessario per realizzare questa guida create un piccolo appendino e fissatelo con colla oppure con un nodino.
  • 44
    Fissatelo su un punto qualsiasi della palla, realizzata con la matassa non prima di avere estratto le rimanenze del palloncino di plastica bucato in precedenza con lo spillo.
  • 45
    Potete anche applicare su un lato della palla delle formine, delle effigi religiose oppure le foto dei bambini. Una cosa molto carina sarebbe applicare le loro foto all’interno.
  • 46
    In questo caso dovete realizzare in modo diverso la matassa fatta in precedenza con lo spago e la colla intorno al palloncino gonfiato. Dovete fare meno linee. Ne bastano poche.
  • 47
    Circa quattro dovrebbero bastare per farla reggere. Una verticale e l’altra orizzionate come se fosse l’equatore della terra. Potete anche renderla leggermente più spessa.
  • 48
    Poi all’interno di essa fissate con della colla loctite di buona qualità una foto dei bambini, anche tutti insieme. Potete anche fissare una candelina (da non accendere) sempre con la colla.
  • 49
    Una volta messo lo spago oppure il nastrino non vi resta che far appendere ai bambini la palla di natale oppure di farla incartare come regalo sempre di natale da dare ai genitori.
  • 50
    Spero che posso esservi stato d’aiuto con nuove idee e consigli. Ringrazio tutti e soprattutto una maestra di scuola materna che mi consiglia sempre nuove idee da realizzare ed io ogni tanto faccio uguale.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up