Come fare a regolare il metabolismo.

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Spiegazione di come regolare il metabolismo.

Istruzioni

  • 1
    • se è in buona salute, il tuo organismo segnala la necessità di essere alimentato molto prima che la diminuzione delle sue riserve energetiche diventi pericolosa e posa procurarti eventuali scompensi in tutto e per tutto.
  • 2
    Quindi, sappi che, dallo stomaco parte lo stimolo della fame che, se non viene acquietato con l’introduzione di cibo, si trasforma in crampi più o meno dolorosi, che potrai sedare solo e soltanto con l’alimentazione di cibo.
  • 3
    Ma, in ogni caso, anche rimanendo al letto tutto il giorno senza fare niente, l’organismo ha sempre bisogno di una fonte costante di energia per il funzionamento dei vari organi e sistemi, cioè per mantenere quello che in medicina si chiama ritmo del metabolismo basale.
  • 4
    Questo ritmo viene espresso in unità di energia calorica, dette appunto calorie: nella valutazione degli alimenti come fonte di energia il termine caloria si riferisce a una grande caloria equivalente a mille piccole calorie.
  • 5
    Ora con quest’ultima unità di misura s’intende la quantità di calore necessaria per aumentare di un grado centigrado, per esempio da 14,5 a 15,5 gradi centigradi la temperatura di un grammo d’acqua distillata, alla pressione atmosferica del livello del mare.
  • 6
    A questo punto, quindi, se tu dovessi essere un uomo che possiede una corporatura di tipo medio, quindi normale ti occorreranno circa duemila calorie il giorno, e questo soltanto per mantenere bene e in funzione il tuo organismo.
  • 7
    Naturalmente, il fabbisogno quotidiano di calorie da introdursi con gli alimenti varia da caso a caso, per esempio in normali condizioni di salute, a seconda di molti fattori, fra cui l’età, il sesso, la costituzione fisica e così via.
  • 8
    Quindi, devi sapere che anche il peso corporeo, la temperatura esterna, il funzionamento delle ghiandole endocrine, che sono quelle che producono gli ormoni nel nostro corpo, l’attività fisica e il genere di vita che si conduce.
  • 9
    A questo punto, per farti capire meglio la situazione, in particolare, per esempio, in un’ora di attività fisica in bicicletta potrai bruciare circa trecentosessanta calorie, oltre settanta richieste dal tuo stesso metabolismo basale.
  • 10
    A questo punto, un intenso pomeriggio di giardinaggio equivale al consumo supplementare di trecentocinquanta calorie l’ora, mentre se partecipi, per esempio, ad una corsa campestre, imporrai ai tuoi muscoli uno sforzo che brucerà non meno di seicento calorie l’ora.
  • 11
    Infine, una malattia accompagnata da febbre può raddoppiare e persino triplicare il ritmo del metabolismo basale, perché l’organismo richiede un maggior numero di calorie per reintegrare il calore perduto col sudore.
  • 12
    Continuando, quindi, se tu sei un uomo di venticinque anni e di corporatura media, che svolge una normale attività fisica, consumerai circa duemilasettecento calorie il giorno, mentre se sei una donna le cose sono diverse.
  • 13
    Infatti, se sei donna e sempre di corporatura media che poi è la corporatura normale, in genere il tuo corpo richiede un numero inferiore di calorie, ovvero circa duemila cinquecento al giorno, perché di solito la tua taglia è più piccola.
  • 14
    Però se sei in stato interessante, avrai sicuramente bisogno di un numero maggiore di calorie per supplire alle maggiori richieste del tuo metabolismo e alla necessità di materie prime da parte del feto che si sta sviluppando in te.
  • 15
    A questo punto, nell’ultimo mese di gravidanza che si attraversa, il fabbisogno calorico extra del tuo corpo sarà di circa duecento calorie il giorno, diventa poi di cinquecento o seicento durante il periodo in cui allatterai il tuo bambino.
  • 16
    Detto questo, in rapporto al peso, bambini e adolescenti consumano più calorie di un adulto, non soltanto a causa del ritmo di crescita, che richiede un supplemento di circa duecento calorie al giorno, ma anche per la più intensa attività fisica che solitamente svolgono.
  • 17
    A questo punto, chiarito questo punto, devi sapere che gli anziani, che consumano invece poche energie per l’attività fisica , magari rispetto a quando erano giovani, hanno bisogno di un minor numero di calorie rispetto alla media.
  • 18
    Inoltre, tutti consumiamo calorie anche attraverso la produzione e la dispersione del calore corporeo, infatti un uomo di corporatura normale perde con la traspirazione circa settanta calorie l’ora, questa è la normale perdita di calorie.
  • 19
    A questo punto, sappi che queste calorie possono anche ridursi a sessanta in un individuo di corporatura piccola e magra, ma al contrario, possono anche salire e quindi arrivare a ottanta in un uomo grande e grosso, superare queste dosi risulta pericoloso.
  • 20
    A questo punto, infine, il fabbisogno quotidiano di calorie deve tener conto, naturalmente, anche dell’attività fisica svolta,che è molto importante, oltre che del peso e dell’età così come detto anche in precedenza per una calcolo preciso.
  • 21
    Per esempio, a una donna, ovvero una massaia anziana, quindi non più giovane, possono bastare duemila calorie il giorno, mentre una donna di mezza età ne richiede duemila novanta, a una studentessa, invece ne bastano duemila duecentonovanta.
  • 22
    Invece, mentre un impiegato che lavora in ufficio può consumare massimo duemilaottocento caloria al giorno, un minatore e un boscaiolo, che fanno lavori pesanti, possono necessitare di tremila o quattromila calorie.
  • 23
    Nel periodo dell’infanzia, maschi e femmine, necessitano all’incirca dello stesso numero di calorie, ma, dalla pubertà in poi e per tutta la vita, i maschi ne richiedono un numero maggiore, anche se, con l’età, tale differenza va attenuandosi.
  • 24
    A questo punto, comunque sia e in ogni caso, qualunque sia il fabbisogno individuale d’energia,quindi di ogni singolo soggetto, è soltanto l’alimentazione che può fornirla e nient’altro, anche se vi sono prodotti in polvere che li sostituiscono, am non sarà mai la stessa cosa.
  • 25
    A tale proposito, però, non bisogna che tu dimentichi che gli alimenti in eccesso, una volta soddisfatte le necessità dell’organismo, non producono energia extra, anzi, tutt’altro, poiché ti rendono pesante e ti danno problemi.
  • 26
    Quindi, devi ben sapere che, queste assunzioni di cibo in più, si trasformano, purtroppo, rapidamente invece in grasso, portando un aumento di peso corporeo, che ti può anche causare danni alla salute se non tieni la situazione sotto controllo.
  • 27
    Fra l’altro, accumulare grasso è molto più facile che eliminarlo, infatti, per bruciare centocinquanta calorie fornite da una fetta in più di pane e marmellata è infatti necessario che tu consumi energia pari a quello derivante da una corsa di cinque chilometri o da mezz’ora di lavoro pesante.
  • 28
    A questo punto, l’organismo, oltre che della giusta quantità, abbisogna anche della giusta qualità di alimenti, cioè abbisogna, nelle proporzioni più adatte a mantenere il corpo in buona salute di alcune materie prime indispensabili,
  • 29
    Ovvero proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali. I carboidrati e i grassi sono produttori di energia, le proteine forniscono il materiale che incessantemente serve all’organismo per la riparazione e la sostituzione dei tessuti.
  • 30
    Invece, abbiamo poi altre sostanze importanti, ovvero i minerali, altre sostanze fondamentali per il nostro corpo e soprattutto del sangue,poichè si trovano in esso, quindi delle ossa e quindi, di conseguenza anche dei nostri denti.
  • 31
    L’organismo , che perde in continuità proteina a causa dello sfaldamento delle cellule della pelle, del sistema digerente e della vescica, oltre che per il graduale logoramento di quelle di altri tessuti, deve sostituirle in continuazione.
  • 32
    A questo punto, molto importante è che tu sappia che nei bambini e nei ragazzi in fase di sviluppo, poi, il fabbisogno aumenta ancora poer la necessità della crescita, durante la quale è normale la costruzione di tessuti nuovi.
  • 33
    A questo punto, sappi che è il sistema digerente del soggetto che presiede al processo di utilizzazione delle proteine derivanti dagli alimenti e riducendole ai loro componenti essenziali, ovvero gli aminoacidi, altra sostanza corporea.
  • 34
    Quindi queste sostanze, ovvero gli aminoacidi sono di ventidue tipi diversi e tutti contengono varie sostanze come azoto, carbonio, idrogeno e ossigeno, mentre alcuni anche e addirittura zolfo e tutti sono fondamentali per il nostro organismo.
  • 35
    Ora durante la digestione degli alimenti, le proteine vengono scomposte nei loro aminoacidi fondamentali, i quali ricomposti poi in combinazioni diverse, formano i tipi particolari di proteine richiesti dai tessuti muscolari, dai globuli rossi del sangue e da altri tessuti.
  • 36
    A questo punto, devi sapere anche che, per un’alimentazione del tutto ottimale, che gli aminoacidi che eccedono questo fabbisogno, vengono ulteriormente scomposti in modo da fornire energia dall’organismo stesso.
  • 37
    Alcuni aminoacidi, se non sono forniti dalla dieta, possono essere prodotti dall’organismo, in particolare dal fegato, ma ve ne sono otto tipi indispensabili chiamati per questo aminoacidi essenziali, che l’organismo non è capace di produrre e che quindi dovrai necessariamente introdurre preformati con le proteine animali.
  • 38
    Sappi che non tutti gli aminoacidi essenziali tuttavia sono contenuti in tutti gli alimenti ricchi di proteine, per esempio, la gelatina, che che è una proteina pura, non contiene un aminoacido essenziale, il triptofano.
  • 39
    Per assicurare un’adeguata introduzione nell’organismo di tutti gli aminoacidi essenziali, il regime alimentare deve comprendere proteine di diversa provenienza , per esempio derivate da carne, pesce, pollame, uova, latte e formaggi, cioè da cibi contenenti diversi tipi di proteine animali.
  • 40
    L’utilità di una determinata proteina per l’organismo è detta valore biologico, tale valore è generalmente più alto per le proteine animali, cioè per quelle contenute in carni, uova e formaggi, e più basso per le proteine vegetali, come quelle delle noci e dei cereali.
  • 41
    In alcuni alimenti relativamente poveri di proteine, per esempio il pane e le patate, possono mancare uno o più aminoacidi essenziali, ma nella loro unione, pane e patate, le deficienze dell’uno vengono compensate dai componenti delle altre.
  • 42
    L’individuo adulto abbisogna di una modesta quantità di proteine il giorno, circa sessanta grammi, e, una volta soddisfatta questa necessità, per esempio ti potrebbero bastare una porzione di prosciutto o due uova, le proteine ingerite in più e non richieste dall’organismo diventano una fonte di calorie in eccesso.
  • 43
    Per quanto riguarda i grassi e i carboidrati, a parità di peso, i primi forniscono il doppio di calorie dei carboidrati e sono quindi molto nutrienti, per esempio il latte, burro, oli vegetali e grassi animali, strutto compreso, ne sono ottime e appetitose fonti.
  • 44
    In europa, la fonte principale di calorie si riduce spesso ai carboidrati, per la maggio parte derivanti da alimenti che hanno subito un processo di raffinazione, come il pane bianco, la pasta, il riso e lo zucchero semolato.
  • 45
    La conseguenza di tale scelta porta a una riduzione di volume e di scorie nella dieta, cui si fa risalire la causa di alcune delle cosiddette malattie della civiltà moderna, per esempio la stitichezza oppure l’appendice.
  • 46
    A questo punto, fra le sostanze altamente necessarie in una sana dieta alimentare da far assumere al nostro corpo, vi sono le vitamine e i minerali, queste sono complessivamente diciassette e tutte importanti.
  • 47
    Queste diciassette vitamine, occorrono tutte all’organismo in quantità minima, ma la loro mancanza può essere causa di varie malattie oppure di stati carenziali, dove poi bisogna ricorrere a cure in modo da poterle rimpiazzare.
  • 48
    Per esempio, un individuo normale ha bisogno solo di pochi milligrammi al giorno di timina che è la vitamina b1, ma senza quei pochi milligrammi potrebbe ammalarsi, per esempio di ritenzione dei liqui9di, ovvero edema.
  • 49
    Ancora, la deficienza nell’alimentazione infantile della vitamina d, essenziale per la formazione delle ossa, può essere causa di rachitismo, che è una malattia delle ossa abbastanza grave, poiché le deforma.
  • 50
    D’altra parte, una dieta bene equilibrata, oltre che fornire tutte le vitamine nelle giuste dosi, non deve neanche fornirne in eccesso, perché, anche in tal caso, si potrebbero avere riflessi negativi sulla salute.
  • 51
    A questo punto, tra i minerali necessari al tuo organismo, vanno annoverati il calcio, lo iodio, il ferro, il fosforo, il sodio e il potassio, poiché questi apportano tutto quello che manca nelle giuste proporzioni.
  • 52
    In alcune zone di diversi paesi europei, per esempio svizzera, inghilterra e italia, l’insufficienza di iodio nell’alimentazione, in particolare nell’acqua, ha causato nel passato numerosi casi di gozzo, che è una tumefazione nella parte anteriore del collo, dovuta all’ingrossamento della ghiandola tiroide.
  • 53
    Fortunatamente, oggi questi casi sono veramente molto diminuiti di numero rispetto al passato a seguito dell’introduzione, una cinquantina d’anni fa, del sale da tavola addizionato in misura più che sufficiente.
  • 54
    Per concludere, il tuo organismo ha anche bisogno di piccole quantità di altri elementi, per esempio di rame e magnesio, che di regola, però, si trovano in qualsiasi dieta normale in misura più che sufficiente.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up