Leonardo.it

Come fare a superare la timidezza agendo sull’autostima e sulla determinazione

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come fare a superare la timidezza agendo sull'autostima
Condividi

Nella guida precedente ho parlato della timidezza, delle cause che la determinano e dei problemi che la timidezza causa a molte persone. In questa guida invece, voglio mettere in evidenza l’importanza dell’autostima e l’importanza della fiducia in se’ stessi, come presupposti determinanti per risolvere finalmente il problema

Istruzioni

  • 1
    Purtroppo molte persone che sono timide e che purtroppo sono anche consapevoli di avere questo problema, anche se vorrebbero riuscire a superare la loro timidezza, non sono abbastanza decise. O meglio non sono abbastanza determinate e motivate per riuscire finalmente a liberarsi di tutti i loro complessi.
  • 2
    Avete presente la frase : “Volli, sempre volli, fortissimamente volli”? Conoscete forse una frase piu’ eloquente per indicare l’incredibile potenza della forza di volonta’?
    E’ proprio vero, la forza di volonta’ smuove anche le montagne perche’ quando si desidera davvero qualcosa, in un modo o nell’altro si arriva a raggiungerla.
  • 3
    Con volonta’, con determinazione, con forza di carattere, voglia di fare e con tutte le forze a nostra disposizione, se realmente ci prefiggiamo un obiettivo da raggiungere, lo raggiungeremo se siamo capaci di essere costanti e determinati perche’ quell’obiettivo per noi e’ importante.
  • 4
    La forza di volonta’ e’ un’arma davvero preziosa anche per quanto riguarda la timidezza. E’ proprio sulla forza di volonta’ che dobbiamo agire. Molto spesso, la gente si prefigge un obiettivo da raggiungere ma non e’ abbastanza forte e determinata per raggiungerlo.
  • 5
    Molto spesso tra le persone ed i loro obiettivi si interpone la pigrizia. Ed allora tutto cio’ che si fa, lo si fa con poca convinzione. Ecco perche’ non e’ efficace ed ecco perche’ non si arriva al risultato. Ci sono tante persone che si rendono conto di essere timide e vorrebbero superare la loro timidezza, magari ci provano anche. Ma non lo fanno nel modo giusto.
  • 6
    Innanzi tutto bisogna prefissarsi l’obiettivo da raggiungere: superare la timidezza. Ora che l’obiettivo e’ messo in chiaro, ora che siamo sicuri di volere questo, bisogna adoperarsi per il raggiungimento di questo obiettivo. Ma adoperarsi non significa semplicemente tentare, provare a farlo.
  • 7
    Significa volerlo con tutte le proprie forze. Significa essere convinti che se una cosa la si vuole fortemente, allora si puo’ arrivare al risultato che ci si e’ prefissati. Naturalmente lo stimolo che ci deve spingere ad agire, deve essere proporzionale alla voglia che abbiamo di raggiungere l’obiettivo che ci siamo stabiliti di conquistare.
  • 8
    Per fare questo e’ importantissimo un altro fattore: l’autostima. L’autostima e’ la fiducia in noi stessi e nelle nostre capacita’. L’autostima rappresenta il punto di partenza per il raggiungimento di tutte le sfide quotidiane e per il sereno raggiungimento dei nostri obiettivi piu’ importanti.
  • 9
    Se crediamo in noi stessi e nelle nostre capacita’ e se a tutto cio’ riusciamo ad affiancare una caparbia forza di volonta’, avremo tutte le carte in regola per arrivare al successo. In poche parole avendo questi presupposti “abbiamo il mondo in mano” e non esiste nulla di impossibile!
  • 10
    Al contrario, se la nostra autostima e’ scarsa o addirittura “sotto i piedi”, allora questo e’ davvero un grande problema, perche’ questa scarsa considerazione di noi stessi si interpone come un enorme ostacolo sulla strada per raggiungere i nostri interessi ed i nostri obiettivi, complicandoci la vita.
  • 11
    Le persone timide, nel novanta per cento dei casi, hanno una scarsissima autostima. Eppure ognuno di noi, quando viene al mondo, e’ esattamente nelle stesse condizioni in cui si trovano tutte le altre persone. Ognuno di noi ha cioe’ tutte le “dotazioni”, e tutte le capacita’ necessarie per pensare, interagire con gli altri, per lavorare, per poter in teoria raggiungere i propri obiettivi.
  • 12
    Insomma la natura da ad ognuno di noi le stesse capacita’ e le stesse “dotazioni”. La differenza sostanziale e’ che qualcuno di noi e’ piu’ motivato rispetto ad altri e di conseguenza, sfrutta al meglio le proprie risorse e le proprie energie per arrivare dove si prefigge.
  • 13
    Ma tutti veniamo al mondo con le stesse, identiche capacita’ perfettamente uguali rispetto a quelle di tutte le altre persone. Sta poi a noi saper utilizzare queste capacita’ nel modo migliore e saperle quindi sfruttare al meglio, per il nostro bene e per il nostro benessere.
  • 14
    Ogni individuo e’ fatto in un determinato modo, eppure ognuno di noi, anche se siamo diversi gli uni dagli altri, nasce con tutte le necessarie capacita’ per potersi inserire in modo adeguato e normale nell’ambiente e per poter interagire con tutte le altre persone che lo circondano.
  • 15
    Ma purtroppo per alcune persone, l’immaginazione ha un ruolo determinante nell’andamento della loro vita e nel loro modo di comportarsi.
    L’immaginazione infatti e’ spesso la causa delle principali tribolazioni degli essere umani, ma soprattutto delle persone timide.
  • 16
    A causa dell’immaginazione le persone che soffrono di timidezza si creano tutta una serie di complessi e di frustrazioni che in realta’ non avrebbero alcun motivo di esistere perche’ sono solo frutto della loro mente e della loro poca fiducia in se’ stessi.
  • 17
    Creano ed immaginano situazioni di fronte alle quali non si sentono adatti. Di fronte alle quali non saprebbero come comportarsi e si vedono impacciati e goffi, poco all’altezza anche in caso di situazioni tra le piu’ normali.
  • 18
    Sempre per la mancanza di fiducia in se’ stessi, per la poca sicurezza. Per l’assenza totale di autostima, che invece sarebbe importante possedere, almeno in parte, per poter affrontare meglio tutto e tutti e per poter relazionarsi senza problemi con le altre persone.
  • 19
    Che cosa ha di meno un timido, rispetto alle altre persone? Di sicuro ha in piu’ una certa dose di immaginazione che ingigantisce nella mente del timido anche i problemi piu’ banali, facendoli apparire cone ostacoli insormontabili.
  • 20
    Ma questa immaginazione è da loro usata in senso assolutamente ed esageratamente negativo. E la cosa più problematica è che le persone timide, di questo, non se ne rendono nemmeno conto, non ne hanno alcuna consapevolezza!
  • 21
    Eppure sono persone del tutto normali. Con tutto in regola, fisicamente ed intellettualmente.
    Basterebbe pensare che al mondo ci sono persone che realmente partono svantaggiate, perchep hanno handicap magari fisici che purtroppo sono davvero reali e non solo immaginari.
  • 22
    Eppure quante di queste persone sono riuscite ugualmente ad arrivare dove si sono prefissate? Quante di queste persone, nonostante i loro svantaggi realmente esistenti, sono riuscite ugualmente ad arrivare in alto, imponendosi e realizzandosi ugualmente nella vita, esattamente come se fossero persone in tutto e per tutto “normali”?
  • 23
    Perche’ il nocciolo della questione e’ proprio questo! Al contrario, ci sono persone che hanno esattamente tutto il necessario per realizzarsi nella vita, persone alle quali non manca assolutamente nulla per riuscire ad arrivare, eppure non ci riescono.
  • 24
    Sono coloro i quali non hanno purtroppo una grande considerazione di se’ stessi e delle proprie possibilità. Sono coloro i quali non sanno cosa sia l’autostima ed a mettersi in gioco nemmeno ci provano!
  • 25
    Ecco ancora una volta che salta fuori la grande importanza della forza di volontà, quella enorme forza che come ho detto prima ” E’ capace di smuovere le montagne”! Non dite mai che un qualcosa non lo potete fare, senza nemmeno provarci.Perché rinunciare in partenza sarebbe gia’ una sconfitta.
  • 26
    Il segreto sta nell’agire. L’azione non puo’ mancare perché ogni successo si raggiunge solo agendo. E nessuno puo’ farlo per noi. Nessuno puo’ agire al posto nostro. Solo noi. Allora ogni giono, fissiamoci un piccolo obiettivo da raggiungere.
  • 27
    E dopo averlo fatto, iniziamo un po’ per volta a provare a raggiungerlo quell’obiettivo. Certo non potremo fissare un obiettivo difficile o quasi irraggiungibile per una persona timida e sperare di arrivarci subito. Non funziona cosi’.
  • 28
    Ma il trucco è quello di partire dalle cose semplici. Prefiggiamoci un obiettivo alla settimana, partendo dalle cose piu’ facili. E piano piano chiediamoci di raggiungere qualcosa di sempre piu’ difficile. Ma crediamoci davvero, con forza e determinazione.
  • 29
    Perché qualsiasi problema ci si prospetti davanti, che sia reale o che sia immaginario, qualsiasi ostacolo che la timidezza non ci permette di superare, possiamo abbatterlo. Cosi’ come abbiamo tutto a posto fisicamente, abbiamo anche i mezzi necessari per poter riuscire.
  • 30
    Vincere la timidezza dipende solo da noi, alla nostra tenacia, dalla forza di volontà e dalla fiducia che dobbiamo imparare ad avere in noi stessi. Dipende dall’impegno e dalla costanza che impieghiamo per liberarci dalle nostre catene. Perche’ ancora una volta “Volere e’ potere” !

Tags

, , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up