Come fare ad alleviare l’acetone del bambino ricorrendo all’omeopatia

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Oggi per qualsiasi cosa ed al minimo senso di fastidio, siamo abituati a correre dal medico o in farmacia per poter risolvere il problema. Ma spesso non ci rendiamo conto che potremmo anche risolvere le cose in modo diverso, senza ricorrere per forza ai farmaci. Anche per quanto riguarda i bambini, evitare il piu’ possibile le medicine sarebbe senz’altro positivo. Proprio per questo, l’omeopatia molte volte puo’ fornirci un valido aiuto ed una reale alternativa…

Istruzioni

  • 1
    L’acetone e’ la presenza nel sangue oppure nelle urine di una sostanza detta “dimetilchetone”. Generalmente l’acetone insorge dopo un lungo digiuno. Con l’omeopatia si puo’ curare anche questo tipo di disturbo. Anche se, prima di iniziare l’assunzione di qualsiasi cosa, e’ bene sentire sempre e comunque il parere del vostro pediatra.
  • 2
    Comunque con l’aiuto dell’omeopatia e’ possibile curare l’effetto che l’acetone ha sull’organismo, ma per quanto riguarda la malattia vera e propria, e’ necessario determinare prima le cause che l’anno determinata, per poi poter agire di conseguenza.
  • 3
    Per quanto riguarda i bambini, e’ comunque bene tenere presente che generalmente i genitori tendono a preoccuparsi troppo per questo problema e ad ingigantirlo, anche quando in realta’ il problema non esiste, perche’ non si tratta di acetone ma di qualcos’altro.
  • 4
    Per quel che riguarda i sintomi, il sintomo piu’ caratteristico e’ l’alito che odora di farmaco o di acido. Per quanto invece riguarda la diagnosi, il metodo piu’ affidabile e’ la rilevazione nelle urine, mediante un apposito test acquistabile in farmacia.
  • 5
    Per alleviare i sintomi dell’acetone, alcuni rimedi omeopatici sono molto utili ed evitano l’uso di medicine. Uno di questi e’ l’assunzione della Senna. Si assume in granuli due volte al giorno. Il dosaggio e’ 30 CH.
  • 6
    La senna e’ utile quando la pancia del bambino e’ piena di gas e c’e’ anche il mal di pancia. In genere le feci sono molto liquide e di colore giallognolo o verde, coliche e anche mal di pancia. Con quest sintomi l’assunzione della senna e’ davvero raccomandata.
  • 7
    Un altro rimedio valido e’ l’assunzione di Pulsatilla.
    Il dosaggio in questo caso e’ sempre di due granuli prima di mangiare. Sempre 30 CH. La pulsatilla e’ indicata quando il bambino non beve, non ha mai sete e ha l’alito cattivo quando e’ a digiuno.
  • 8
    Poi c’e’ il Lycopodium clavatum. Anche in questo caso il dosaggio e’ 30 CH sempre due granuli,due volte al giorno prima dei pasti principali. Il Lycopodium e’ particolarmente indicato quando il bambino non aumenta di peso. Quando sembra avere fame, ma poi non mangia granche’.
  • 9
    Inoltre il pancino e’ gonfio e pieno di gas. Il bambino ha voglia di mangiare cibi dolci, mostra interesse piu’ del solito pèer le cose zuccherate e preferisce i cibi che siano caldi, piuttosto che le cose fredde.
  • 10
    L’ultimo rimedio che voglio menzionare e’ la Bryonia. In questo caso la dose e’ differente. Sono necessari 200 CH in una dose unica. Va benissimo se il bambino beve molta acqua e non mostra appetito.
  • 11
    Tutti questi rimedi sono utili per alleviare i sintomi, ma non sono validi per una risoluzione completa e definitiva del problema. Per eliminare l’acetone, occorre individuarne prima le cause, come ho gia’ detto precedentemente, ricorrendo sempre al consiglio del pediatra.

Tags

, , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up