Come fare alimentazioni dietologhe differenti in base ai casi .

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Spiegazione di come fare alimentazioni dietologhe.

Istruzioni

  • 1
    • in senso lato, il termine dieta si riferisce all’insieme di tutte quelle regole che riguardano l’assunzione del cibo e le bevande e ne indica le dosi e qualità adatte a conservare una buona vitalità, in senso stretto, regime alimentare rivolto a determinati scopi terapeutici.
  • 2
    Quest’ultimo tipo speciale di dieta che si uò normalmente seguire, riguarda principalmente tutti quegli individui il cui stato di salute richiede di evitare o ridurre l’introduzione di certi alimenti, per esempio persone affette da diabete.
  • 3
    Quindi, di conseguenza si hanno diete per diabetici, poer cardiopatici, per malati di forme renali, per convalescenti, per obesi o per chi vuole solo e semplicemente dimagrire un po perdendo del grasso in eccesso.
  • 4
    Ora, per soddisfare il fabbisogno energetico di circa duemila e settecento calorie, dovrai ingerire circa quattrocentocinquanta grammi di cibo, mentre una donna, per soddisfare il suo fabbisogno di duemilacinquecento calorie, ne basterà che ne ingerisca circa quattrocento venti.
  • 5
    Ora, una buona dieta equilibrata dovrà prevedere l’assunzione di almeno in sessantaquattro per cento di carboidrati, il ventuno per cento di grassi, il quattordici di proteine e l’un per cento circa di vitamine e minerali.
  • 6
    A questo punto, detto questo per quanto riguarda un’alimentazione per diabetici, quindi per persone che non stanno tanto bene, se sei uno di questi, devi limitare di molto l’introduzione di zucchero e di carboidrati in genere.
  • 7
    I casi lievi potrai curarli solo con la dieta, anche se molti ammalati devono anche prendere farmaci antidiabetici. Il principio sul quale si basa la dieta per il diabetico è di ridurre l’apporto di carboidrati e, se necessario, arrivare al numero totale di calorie richiesto con un apporto proteico supplementare.
  • 8
    A questo punto, una volta conosciuta la quantità giornaliera totale di carboidrati che ti è consentita e che potrai tranquillamente assumere, che di solito è di centottanta o duecento grammi, potrai elaborare da solo la tua dieta.
  • 9
    Per fare questo, il medico ti dovrà dare un elenco di diversi alimenti da prendere in alternativa e che ti permetteranno di poter variare così la dieta nel tempo, in modo da non mangiare sempre le stesse cose.
  • 10
    Tra le tante cose che potrai comunque mangiare vi è anche il riso per la quantità di circa dodici grammi giornalieri, ma è importante che ti ricordi che, se il riso lo bollirai, le quantità che potrai mangiare potranno essere maggiori.
  • 11
    Per quanto riguarda l’assunzione di alimenti a basso contenuto di grassi, quindi per coloro che soffrono di calcoli biliari, o di altre malattie della cistifellea, come anche a chi ha la tendenza all’artereosclerosi, sarà meglio seguire una dieta a basso contenuto di colesterolo.
  • 12
    Il colesterolo è una sostanza grassa che abbonda nei grassi animali e nei latticini, e quindi, in particolare, evita o diminuisci l’uso di burro, formaggi, lardo, pesci grassi come la trota e l’aringa e il latte intero.
  • 13
    Ora, se sei un individuo che soffri di cistifellea, dovrai usare, al posto dei grassi animali, quelli vegetali, per esempio olio di girasole, di mais e così via, che sono più leggeri e non dovrai in nessun caso mangiare cibi fritti.
  • 14
    Se invece soffri di forme renali acute, avrai bisogno di una dieta con poco contenuto proteico, dieta che comporta una limitazione dei cibi ricchi di proteine, come pesce e carne e una restrizione di formaggi e uova.
  • 15
    A questo punto, inoltre, non dovrai mettere affatto alcun tipo di sali sui cibi, ne il cibo preparato appositamente per te dovrebbe essere salato, perchè questo è una sostanza assolutamente da evitare per questo tipo di situazione di salute.
  • 16
    Oltre alle forme renali, come detto prima, è prescritta anche in caso di ipertensione, cioè una elevata pressione del sangue, o di cardiopatia nelle quali è sempre importante mantenere la pressione a valori non troppo alti.
  • 17
    Arrivato a questo punto, sappi inoltre che, in questa dieta non dovresti usare il normale sale da cucina, che contiene sodio, ne nella cottura dei cibi, ne naturalmente sui cibi cotti, quindi dimenticati l’uso del sale marino.
  • 18
    Al suo posto, puoi usare sul cibo già cotto del sale che non contenga sodio e lo potrai trovare facilmente in farmacia, anche se ha costi più elevati rispetto al normale sale dei supermercati ma purtroppo dovrai cercare di far fronte a questa spesa se vuoi un po di sale.
  • 19
    A questo punto, inoltre, potrai anche usare del sugo di limone sui cibi sempre cotti, senza avere alcuna limitazione sulla quantità che potrai assumere nella tua dieta povera di sodio, poichè il limone non compromette affatto lo stato di salute particolare che puoi avere.
  • 20
    Ora, nel tuo caso, i cibi ricchi di sodio, e quindi che dovrai evitare, comprendono le frattaglie, pancetta, prosciutto e insaccati, cibi conservati, spinaci, sedano, formaggi salati, pane e grissini salati.
  • 21
    Questo tipo di dieta ti può essere molto utile anche perchè può essere eseguita dalle donne in gravidanza quando si vuole evitare un eccessivo aumento del peso corporeo, tipico in questa fase di vita in cui si tende sempre ad ingrassare.
  • 22
    Inoltre, per coloro che sono affetti dal morbo celiaco, cioè che non tollerano cibi contenenti glutine, una proteina che si trova nel grano e in altri cereali esiste una dieta apposita che possono seguire tramite la conoscenza dei cibi che non possono assumere.
  • 23
    Quindi, detto questo e se sei affetto da questo mordo, devi assolutamente cercare di evitare di mangiare alimenti come pane, biscotti, pasta e in genere cibi contenenti glutine, lista che anche il tuo medico ti può dare o fare una ricerca in internet.
  • 24
    A questo punto, in sostituzione di questi tipi di alimenti, potrai assumere riso e cibi fatti con farina prima di glutine, prodotti che potrai anch’essi trovare in farmacia e anch’essi hanno un costo assolutamente maggiorato rispetto a quella che si può trovare nei supermercati.
  • 25
    Devi sapere che esiste anche la dieta ad alto contenuto di calcio, che si può eseguire se sei una donna e se sei in fase di gravidanza o di allattamento, poiché, in questa fase avrai bisogno di un apporto giornaliero di questa sostanza differente.
  • 26
    Questo apporto di calcio giornaliero che dovrai assumere quindi in modo assolutamente più alto, si aggira attorno ai settecento milligrammi oltre ai cinquecento che rappresentano la normale razione quotidiana di un adulto che dovrai assumere.
  • 27
    Mentre, per quanto riguarda gli l’assunzione di questa da parte degli adolescenti, per le necessità dello sviluppo, abbisognano normalmente di un supplemento di duecento milligrammi il giorno oltre la normale dose che dovrebbero mangiare.
  • 28
    A questo punto, detto questo, i cibi ricchi di calcio che puoi assumere sono : formaggio, uova, carni magre e pesce, quindi di questi potrai assumerne quanto ne vuoi, sempre nelle dosi prescritte precedentemente e senza esagerare.
  • 29
    La dieta leggera, invece, si tratta di una dieta a base di cibi facilmente digeribili e non irritanti, che talvolta potrai assumere se soffri di ulcera peptica dello stomaco e del duodeno, della gastrite e di altri disturbi gastrointestinali.
  • 30
    Giunto a questo punto e quindi detto questo, sappi che lo scopo di questa dieta è soprattutto di neutralizzare l’acidità del succo gastrico e quindi di ridurre l’eventuale irritazione del tubo digerente, che spesso può avere problemi.
  • 31
    Una dieta leggera ti può essere prescritta dal medico anche se sei ammalato o convalescente, tenendo conto che il latte è il cibo base di ogni dieta leggera, quindi questo dovrà essere immancabile nella dieta.
  • 32
    Infatti, all’inizio della cura per l’ulcera peptica, viene spesso prescritta, ovviamente da personale medico competente, come il medico di famiglia, la somministrazione di una miscela di latte e panna, che dovrai ingerire per ogni ora per due o tre giorni.
  • 33
    Quando poi le tue condizioni migliorano, potrai aggiungere gradatamente formaggi, freschi, carne magra, pollo, uova, crema, patate, riso, frutta e vegetali cotti che, come le zucche non causano meteorismo.
  • 34
    Sono invece proibiti nel modo più assoluto questi cibi resi in modo piccante e che inoltre vengano cucinati fritti, nonché frutta e tutti i vegetali crudi, come insalate, brodi di carne, caffè, te, e bevande alcoliche tutte, nessuna esclusa.
  • 35
    A questo punto, in questa dieta che è veramente molto leggera e prolungata, solitamente si rende necessario un supplemento di vitamine e minerali, che potrai assumere sempre e comunque, questi non ti faranno mai male e le trovi nella frutta.
  • 36
    Invece, la dieta dimagrante è il modo migliore per eliminare l’eccesso di grasso e non riacquistarlo e di controllare che la quantità giornaliera di cibo, e quindi di calorie assorbite, corrisponda al fabbisogno energetico minimo indispensabile al tipo di vita che si conduce.
  • 37
    A questo punto, se segui una nuova dieta, puoi riuscire a perdere peso, ma rischi poi di riacquistarlo quando torni ad all’alimentazione abituale, quindi dovrai stare sempre attento ai cibi che assumi se non vuoi che la dieta fatta sia stata vana.
  • 38
    La miglior dieta è quindi quella che ti fornisce tutti gli elementi nutritivi essenziali in foma appetitosa, così che, quando avrai raggiunto il peso desiderato, potrai mantenerlo aggiungendo o sottraendo alcuni elementi, secondo la necessità tua corporea.
  • 39
    Pillole o altri preparati venduti come prodotti dimagranti dovrai prenderli solamente sotto controllo medico e mai a sproposito, ma ti sconsiglio assolutamente di prendere prodotti chimici per poter perdere peso, poichè sono totalmente innaturali e non sai come il tuo corpo possa reagire.
  • 40
    La dieta più semplice per chi vuol perdere peso è quella a basso contenuto di carboidrati, che comporta l’eliminazione o la riduzione di tutti i cibi contenenti zucchero, per esempio dolci, marmellate, miele, cioccolato e caramelle e contenenti amidi, ovvero pane, pasta, legumi secchi, riso.
  • 41
    Oggi la dietetica è una scienza e quindi, sempre sempre nell’ambito delle varie diete menzionate, lo specialista è in grado di poter affrontare ogni caso particolare, sia dal punto di vista soggettivo, cioè del paziente, sia dal punto di vista della vita che egli conduce
  • 42
    Per esempio, alla ragazzina prosperosa, sarebbe bene che eliminasse lo zucchero durante la giornata, ma non caffelatte del mattino, ne togliere , sempre al mattino, la marmellata, che le deve fornire lo zucchero necessario per affrontare le ore di scuola.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up