Come fare fotografia – parte 2, basi dell’esposizione, tempo di otturazione

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Fotografare significa fissare un istante in un immagine.
Agli albori della fotografia significava rimanere immobili per il tempo necessario, tempo stimato dal fotografo in base alla sua esperienza.
Ai nostri giorni fotografare significa scattare un immagine in una frazione di secondo, nella quale i meccanismi automatici permettono in tempi rapidissimi, di impressionare la pellicola o il sensore della macchina fotografica.

Istruzioni

  • 1
    Abbiamo già affrontato due dei tre fattori che determinano (e influiscono) una corretta esposizione fotografica.
    Il valore iso determina la sensibilità del supporto fotosensibile.
    Il valore f-stop determina quanta luce può passare attraverso l’ottica.
  • 2
    Il terzo elemento di questa terna è il tempo di otturazione.
    Ovviamente, come si può peraltro intuire, questo valore determina per quanto tempo il supporto fotosensibile sarà esposto alla luce che passa nell’obbiettivo.
  • 3
    Il meccanismo che consente di ottenere una corretta esposizione di tutta la superficie del sensore per il tempo di otturazione di chiama otturatore.
    Per lo più i sistemi otturatori sono costituiti da sistemi a tendine.
  • 4
    Essi lavorano in due fasi.
    Nella prima fase dopo la pressione del tasto di scatto la prima tendina si muove, esponendo gradualmente la superficie del sensore alla luce che attraversa l’obbiettivo fotografico.
  • 5
    Nella seconda fase, dopo un tempo prestabilito, la seconda tendina si muove oscurando il sensore progressivamente.
    Il tempo che intercorre tra l’inizio dell’apertura della prima tendina e la chiusura della seconda è il tempo di otturazione.
  • 6
    Il valore dei tempi di otturazione varia da millesimi di secondo a trenta e più secondi.
    Come per i valori di sensibilità iso e di f-stop, raddoppiando o dimezzando il valore di tempo si possono compensare gli altri due valori precedentemente descritti. (Iso e f-stop).

Tags

, , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up