Leonardo.it

Come fare gli scolli a maglia:

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Foto Come fare gli scolli a maglia:
Condividi

Gli scolli sono rifiniture che si eseguono lungo le scollature dei capi lavorati…

Istruzioni

  • 1
    Gli scolli sono rifiniture che si eseguono lungo le scollature dei capi lavorati: la loro funzione quindi è di completare il capo; ciò vi riuscirà perfettamente solo se li eseguirete con estrema precisione.
  • 2
    La loro scelta è strettamente legata al modello della scollatura; a questo proposito vi presento diversi esempi di scollature e di rifiniture; naturalmente sarà compito vostro applicare gli scolli adatti al capo adatto.
  • 3
    Le scollature si possono eseguire sia lasciando le maglie sospese sia chiudendole durante la lavorazione; in entrambi i casi sarà molto semplice riprendere le maglie per l’esecuzione dello scollo.
  • 4
    Inoltre per eseguire perfettamente una scollatura sarà necessario seguire il modello in carta relativo.

    Ultimo e importante accorgimento è di usare nell’esecuzione degli scolli i ferri di mezzo numero inferiori a quelli impiegati nella lavorazione del capo.
  • 5
    Si possono eseguire anche degli scolli staccati dal capo; in questo caso sarà necessario calcolare il numero di maglie da avviare per ottenere una lunghezza corrispondente alla circonferenza della scollatura.
  • 6
    Classico a giro-collo:

    la scollatura è stata eseguita lasciando in sospeso le maglie sia del davanti sia del dietro, quindi la ripresa delle maglie si eseguirà passando le maglie sospese sul ferro e raccogliendo anche alcune maglie intermedie dove tra una maglia e l’altra tende a formarsi un piccolo buco.
  • 7
    Dopo aver passato tutte le maglie sul ferro circolare oppure su quattro ferri da calza controllate che il numero di maglie raccolto sia pari, quindi lavorate circolarmente per cm 2 o 3 circa a punto costa 1/1.
  • 8
    Lavorate poi per tre ferri circolari a maglia tubolare una maglia diritta sulla maglia che si presenta a diritto, portate il filo verso di voi, passate una maglia a rovescio, riportate il filo sul dietro del lavoro ripetete da a quindi intrecciare le maglie con l’ago.
  • 9
    La chiusura delle maglie a tubolare è consigliabile quando si vuol dare elasticità al margine dello scollo e si può eseguire soltanto se lo scollo è lavorato a punto costa 1/1.

    La raccolta delle maglie lungo la scollatura può essere fatta anche con l’uncinetto.
  • 10
    A u:

    la scollatura per lo scollo a u si esegue come quella a giro-collo con la differenza che l’esecuzione inizia diversi giri prima della precedente; infatti dopo la scollatura sono stati lavorati diversi giri per giungere all’altezza delle spalle.
  • 11
    La parte dietro è scollata normalmente a giro-collo.

    La raccolta delle maglie può essere fatta anche con l’uncinetto.

    Lo scollo indicato consiste in una lavorazione a punto costa 1/1 per cm 2 o 3 circa, 3 ferri a maglia tubolare una maglia diritta sulla maglia che si presenta diritta, portate il filo verso di voi, passate una maglia a rovescio, riportate il filo sul dietro del lavoro ripetete da a e l’intreccio delle maglie con l’ago.
  • 12
    Quadrato:

    lo scollo quadrato può avere diverse dimensioni per cui nell’esecuzione della scollatura, che farete durante la lavorazione del capo, dovrete seguire il modello in carta fatto precedentemente.
  • 13
    Nell’eseguire la scollatura potrete lasciare le maglie del lato orizzontale sospese oppure chiuse, importante è che il numero delle maglie sia dispari.

    Lavorate ora nel modo seguente:
  • 14
    Riprendete ora le maglie lungo tutti i lati della scollatura con l’uncinetto; il numero delle maglie di ogni lato della scollatura dovrà essere dispari, in più in ogni angolo raccogliete una maglia che sarà la maglia-guida dell’angolo stesso.
  • 15
    1° ferro (rovescio del lavoro): una maglia diritta, una maglia rovescia ritorta ripetete sempre da a lungo tutta la scollatura facendo in modo che su ogni angolo al diritto del lavoro sia collocata una maglia diritta.
  • 16
    2° ferro (diritto del lavoro): una maglia rovescia, una maglia diritta ritorta ripetete da ^ a ^ lungo i lati; giunte all’angolo destro lasciate il filo di lavorazione sul dietro del lavoro, passate sul ferro destro senza lavorare la maglia d’angolo e la precedente prendendole come se doveste lavorarle insieme a diritto, lavorate la maglia seguente a rovescio e accavallate su queste le due maglie passate precedentemente.
  • 17
    3° ferro: una maglia diritta, una maglia rovescia ritorta ripetete da a lungo i lati; giunte all’angolo, portate il filo di lavorazione sul davanti del lavoro, passate la maglia d’angolo e la precedente sul ferro destro senza lavorarle e prendendole come se doveste lavorarle insieme a rovescio ritorto, lavorate la maglia seguente a rovescio e accavallate su questa le due maglie passate precedentemente.
  • 18
    Ripetete il 2° e 3° ferro per cm 2 o 3 circa.

    Questo tipo di chiusura delle maglie terrà il margine dello scollo piuttosto sostenuto e avrà un’apparenza alquanto decorativa.
  • 19
    Eseguite la chiusura delle maglie sul diritto del lavoro nel modo seguente: lavorate due maglie insieme a diritto ritorto, passate la maglia ottenuta sul ferro sinistro e lavoratela insieme alla seguente a diritto ritorto, proseguite sempre allo stesso modo.
  • 20
    Giunte all’angolo tenete in sospeso sul ferro destro l’ultima maglia lavorata a diritto ritorto, eseguite la diminuzione d’angolo come è spiegato nel 2° ferro, accavallate sulla maglia ottenuta quella rimasta in sospeso, passate la maglia rimasta sul ferro sinistro e riprendete l’esecuzione della chiusura delle maglie.
  • 21
    A barchetta:

    la scollatura dovrà essere piuttosto larga e non molto profonda, quindi per avere la forma esatta dovrete segnarla sul modello in carta del capo da eseguire.
  • 22
    Nell’esempio descritto le maglie della scollatura sono state tutte intrecciate durante la lavorazione.

    Lo scotto a barchetta può essere eseguito anche a maglia rasata doppia.
  • 23
    Per eseguire lo scollo riprendete le maglie lungo tutta la scottatura con l’uncinetto, passatele su un ferro circolare oppure su quattro ferri da calza lavorando poi con il gioco di ferri; le maglie riprese dovranno essere in numero pari.
  • 24
    Lavorate tutte le maglie a punto costa 1/1 per cm 2 o 3 circa, eseguite poi tre ferri circolari a punto tubolare una maglia diritta sulla maglia che si presenta a diritto, portate il filo verso di voi, passate una maglia a rovescio, riportate il filo sul dietro del lavoro, ripetete da a e chiudete con l’ago).
  • 25
    Alla marinara:

    l’esecuzione dello scollo alla marinara è molto semplice in quanto si esegue su capi in cui il davanti e il dietro sono lavorati in un unico pezzo senza cucitura alle spalle e senza scalfì del giro-manica.
  • 26
    Giunti all’altezza dello scollo, lavorate la parte centrale delle maglie con un filo ausiliario, ripassate poi le maglie sul ferro sinistro e lavoratele nuovamente con il filo normale.
  • 27
    Al termine della lavorazione togliete il filo ausiliario e fermate le maglie sospese con un punto bassissimo eseguito con l’uncinetto.

    Girate sul rovescio i margini e date la forma allo scollo fermando i margini stessi con un soppunto invisibile dal diritto.
  • 28
    A v incrociato:

    questo scollo è stato eseguito su una scollatura ottenuta nel modo seguente: lavorate separatamente le due parti laterali alla scollatura e diminuite lungo i margini una maglia a destra e una maglia a sinistra in ogni giro e precisamente sul ferro a diritto.
  • 29
    Per diminuire basterà lavorare due maglie insieme.

    Lavorate a punto costa 1/1 per cm 2 o 3 circa.

    La lavorazione sarà senza diminuzioni lungo la parte davanti della scollatura.
  • 30
    Per eseguire lo scollo riprendete le maglie con l’uncinetto, partendo dalla punta della scollatura e proseguite attorno al giro-collo fino a giungere nuovamente alla punta della scollatura.
  • 31
    Eseguite la chiusura delle maglie sul diritto del lavoro: lavorati due maglie insieme a diritto ritorto, passate la maglia ottenuta sul ferro sinistro e lavoratela con la seguente a diritto ritorto, proseguite sempre allo stesso modo.

    Fermate la punta destra dello scollo su quella sinistra a soppunto.
  • 32
    A v a punto costa 2/2:

    questo scollo è stato eseguito su una scollatura ottenuta nel modo seguente: lasciate in sospeso le quattro maglie centrali, lavorate separatamente le due parti laterali alla scollatura e diminuite all’interno di due maglie di margine una maglia a destra e una maglia a sinistra in ogni giro e precisamente sul ferro a diritto.
  • 33
    Per la diminuzione dalla parte destra (guardando il lavoro) lavorate due maglie insieme; per la parte sinistra passate una maglia sul ferro destro, lavorate la seguente e accavallate la passata su quella appena lavorata.
  • 34
    Per eseguire lo scollo riprendete con l’uncinetto le maglie attorno alla scollatura; giunti alle maglie sospese riprendetele normalmente.

    Il numero delle maglie raccolto dovrà essere multiplo di quattro più due.
  • 35
    1° ferro (rovescio del lavoro): lavorate a punto costa 2/2 lungo tutta la scollatura facendo in modo che le due maglie centrali sospese dello scollo siano lavorate a diritto sul diritto del lavoro mentre le due laterali sospese siano lavorate a rovescio sul diritto del lavoro; a fianco di queste dovranno esservi due maglie per parte lavorate a diritto e, di seguito, dovrete avere sempre una lavorazione a punto costa 2/2.
  • 36
    2° ferro (diritto del lavoro): lavorate a punto costa 2/2; giunti alle quattro maglie centrali lavorate insieme a diritto le prime due maglie, passate poi una maglia senza lavorarla, lavorate la seguente e accavallate la passata su quella lavorata. Proseguite a punto costa 2/2.
  • 37
    3° ferro: lavorate a punto costa 2/2, giunti alle quattro maglie centrali lavorate insieme a rovescio ritorto le prime due maglie, lavorate insieme a rovescio le seconde due maglie.
  • 38
    Proseguite a punto costa 2/2.

    Ripetete il 2° e 3° ferro per cm 2 o 3 circa.

    Proseguite la chiusura delle maglie normalmente.

    Questo tipo di intreccio rende il margine dello scollo piuttosto sostenuto e si esegue soltanto su una lavorazione a costa 2/2.
  • 39
    La chiusura delle maglie deve essere eseguita sul diritto del lavoro nel modo seguente: lavorate insieme le due maglie rovesce, a diritto ritorto la prima maglia diritta, accavallate la rovescia sulla diritta, lavorate a diritto ritorto la seconda maglia diritta, accavallate la precedente su quella appena eseguita; riprendete da giunti alle quattro maglie centrali tenete in sospeso sul ferro destro l’ultima maglia intrecciata, lavorate due maglie insieme, accavallate la maglia sospesa, passate una maglia senza lavorarla, lavorate la seguente, accavallate la passata su quella lavorata e infine accavallate la maglia che avevate sospeso sul ferro destro.
  • 40
    A v a punto costa 1/1:

    questo scollo è una variante di quello a v a punto costa 2/2.

    Al centro della scollatura lasciate in sospeso tre maglie, eseguite poi le diminuzioni laterali all’interno di tre maglie dai margini.
  • 41
    Per eseguire il bordo dello scollo a punto costa 1/1 tenete conto che la maglia centrale deve essere lavorata a diritto al diritto del lavoro.

    Lavorate gli ultimi due ferri a maglia tubolate (a diritto le maglie diritte, passate a rovescio le maglie rovesce); intrecciate le maglie con l’ago.
  • 42
    A v con incrocio semplice:

    questo scollo si può eseguire sia staccato dal capo, avviando un numero di maglie corrispondenti alla circonferenza della scollatura, sia riprendendo le maglie lungo la scollatura stessa; il numero di maglie dovrà essere pari.
  • 43
    1° ferro (rovescio del lavoro): una maglia diritta, una maglia rovescia ritorta ripetete da ^ a ^ per tutto il ferro facendo in modo che la maglia centrale della scollatura a v sia lavorata a diritto sul diritto del lavoro.
  • 44
    2° ferro (diritto del lavoro): una maglia rovescia, una maglia diritta ritorta ripetete da a giunti all’angolo passate la maglia-guida e la precedente sul ferro destro come se doveste lavorare due maglie insieme a diritto, lavorate la maglia seguente e accavallate le due precedenti su quella lavorata.
  • 45
    3° ferro: una maglia diritta, una maglia rovescia ritorta, ripetete da a giunti all’angolo passate la maglia-guida e la precedente sul ferro destro, come se doveste lavorare due maglie insieme a diritto, lavorate la maglia seguente a rovescio e accavallate le due precedenti su quella lavorata.
  • 46
    Ripetete sempre il 2° e il 3° ferro.

    Dopo aver lavorato per cm 2 o 3 circa, chiudete le maglie nel modo seguente: lavorate insieme le prime due maglie a diritto ritorto, passate la maglia ottenuta sul ferro sinistro ripetete sempre da ^ a ^ ; giunti all’angolo lasciate in sospeso sul ferro destro l’ultima maglia intrecciata ed eseguite la diminuzione normalmente, quindi passate la maglia rimasta della diminuzione sul ferro destro e accavallate su questa la precedente tenuta in sospeso.

    Passate la maglia sul ferro sinistro e riprendete a intrecciare normalmente.
  • 47
    A v con incrocio fantasia:

    questo scollo si può eseguire sia staccato dal capo avviando un numero di maglie corrispondenti alla circonferenza della scollatura, sia riprendendo le maglie lungo la scollatura stessa; il numero delle maglie dovrà essere pari.
  • 48
    1° ferro (rovescio del lavoro): una maglia diritta, una maglia rovescia, ripetete da a per tutto il ferro facendo in modo che la maglia-guida al centro della scollatura sia lavorata a diritto sul diritto del lavoro.
  • 49
    2° ferro (diritto del lavoro): una maglia rovescia, una maglia diritta ripetete sempre da a giunti all’angolo passate sul ferro destro senza lavorare la maglia precedente la maglia-guida, lavorate insieme la maglia-guida e la seguente, accavallate la passata sulle due lavorate insieme.
  • 50
    3° ferro: una maglia diritta, una maglia rovescia ripetete sempre da a giunti all’angolo lavorate insieme a rovescio la maglia-guida con la precedente e la seguente.

    Ripetete sempre il 2° e il 3° ferro.
  • 51
    Dopo aver lavorato per cm 2 o 3 circa chiudete le maglie nel modo seguènte: lavorate insieme le prime due maglie a diritto ritorto, passate la maglia ottenuta sul ferro sinistro ripetete da a giunti all’angolo lasciate in sospeso sul ferro destro l’ultima maglia incrociata ed eseguite normalmente la diminuzione, quindi passate la maglia rimasta della diminuzione sul ferro destro e accavallate su questa la precedente tenuta in sospeso.

    Passate la maglia sul ferro sinistro e riprendete a intrecciare normalmente.
  • 52
    A v semplice con maglia-guida:

    questo scollo si può eseguire sia staccato dal capo avviando un numero di maglie corrispondenti alla circonferenza della scollatura, sia riprendendo le maglie lungo la scollatura stessa; il numero delle maglie dovrà essere pari.
  • 53
    1° ferro (rovescio del lavoro) : una maglia diritta, una maglia rovescia ripetete da a per tutto il ferro facendo in modo che la maglia-guida al centro della scollatura sia lavorata a diritto sul diritto del lavoro.
  • 54
    2° ferro (diritto del lavoro): una maglia rovescia, una maglia diritta ripetete da a giunti all’angolo lavorate insieme le due maglie che precedono la maglia-guida a diritto ritorto, lavorate a diritto la maglia-guida e infine lavorate insieme a diritto le due maglie che seguono.
  • 55
    3° ferro: una maglia rovescia, una maglia diritta, ripetete da a giunti all’angolo lavorate insieme a rovescio le due maglie che precedono la maglia-guida e le due maglie che la seguono.

    Ripetete sempre il 2° e il 3° ferro.
  • 56
    Dopo aver lavorato per cm 2 o 3 circa chiudete le maglie nel modo seguente: lavorate insieme le prime due maglie a diritto ritorto, passate la maglia ottenuta sul ferro sinistro ripetete da a giunti all’angolo lasciate in sospeso sul ferro destro l’ultima maglia intrecciata, eseguite la prima diminuzione, quindi passate la maglia rimasta della diminuzione sul ferro destro e accavallate su questa la precedente, chiudete la maglia-guida e procedete alla seguente diminuzione intrecciando poi le maglie come avete già fatto precedentemente.
  • 57
    A v incrociato con maglia-guida:

    questo scollo si può eseguire sia staccato dal capo, avviando un numero di maglie corrispondenti alla circonferenza della scollatura, sia riprendendo le maglie lungo la scollatura stessa; il numero delle maglie dovrà essere pari.
  • 58
    1° ferro (rovescio del lavoro): una maglia diritta, una maglia rovescia ripetete da a per tutto il ferro facendo in modo che la maglia-guida al centro della scollatura sia lavorata a diritto sul diritto del lavoro.
  • 59
    2° ferro (diritto del lavoro): una maglia rovescia, una maglia diritta ripetete da a giunti all’angolo passate senza lavorarla la seconda maglia prima della maglia-guida, lavorate la successiva e accavallate su quest’ulti¬ma la precedente; lavorate la maglia-guida a diritto e lavorate infine insieme a diritto le due maglie successive.
  • 60
    3° ferro: una maglia diritta, una maglia rovescia ripetete da a giunti all’angolo eseguite una accavallata prima della maglia-guida come nel ferro precedente, lavorate la maglia-guida a rovescio, lavorate infine insieme a diritto le due maglie successive.

    Ripete sempre il 2° e il 3° ferro.
  • 61
    Dopo aver lavorato cm 2 o 3 circa chiudete le maglie nel modo seguente: lavorate insieme le prime due maglie a diritto ritorto, passate la maglia ottenuta sul ferro sinistro ripetete da a giunti all’angolo lasciate in sospeso sul ferro destro l’ultima maglia intrecciata, eseguite la prima diminuzione quindi passate la maglia rimasta della diminuzione sul ferro destro e accavallate su questa la precedente, chiudete poi la maglia-guida e procedete alla seguente diminuzione intrecciando le maglie come avete già fatto precedentemente.
  • 62
    A v fantasia con maglia-guida:

    questo scollo si può eseguire sia staccato dal capo avviando un numero di maglie corrispondenti alla circonferenza della scollatura, sia riprendendo le maglie lungo la scollatura stessa; il numero delle maglie dovrà essere pari.
  • 63
    1°ferro (rovescio del lavoro): una maglia diritta, una maglia rovescia ritorta ripetete da a per tutto il ferro facendo in modo che la maglia-guida al centro della scollatura sia lavorata a diritto sul diritto del lavoro.
  • 64
    2° ferro (diritto del lavoro): una maglia rovescia, una maglia diritta ritorta ripetete da a giunti all’angolo lasciate il filo di lavorazione sul dietro del lavoro, passate sul ferro destro senza lavorare la maglia-guida e la precedente prendendole come se doveste lavorarle insieme a diritto, lavorate la maglia seguente a rovescio e accavallate su questa le due maglie passate precedentemente.
  • 65
    3° ferro: una maglia diritta, una maglia rovescia ritorta ripetete da a giunti all’angolo portate il filo di lavorazione sul davanti del lavoro, passate la maglia-guida e la precedente sul ferro destro senza lavorarle prendendole come se doveste lavorarle insieme a rovescio ritorto, lavorate la maglia seguente a rovescio e accavallate su que¬sta le due maglie passate precedentemente. Ripetete sempre il 2° e il 3° ferro.
  • 66
    Dopo aver lavorato per cm 2 o 3 circa chiudete le maglie nel modo seguente: lavorate insieme le prime due maglie a diritto ritorto, passate la maglia ottenuta sul ferro sinistro ripetete da a giunti all’angolo lasciate in sospeso sul ferro destro l’ultima maglia intrecciata ed eseguite normalmente la diminuzione, quindi passate la maglia rimasta della diminuzione sul ferro destro e accavallate su questa la precedente tenuta in sospeso.

    Passate la maglia sul ferro sinistro e riprendete a intrecciare normalmente.
  • 67
    A v doppio:

    questo scollo si può eseguire sia staccato dal capo avviando un numero di maglie corrispondenti alla circonferenza della scollatura, sia riprendendo le maglie lungo la scollatura stessa; il numero delle maglie dovrà essere pari.
  • 68
    1° ferro (rovescio del lavoro): a rovescio.

    2° ferro (diritto del lavoro) : a diritto; giunti all’angolo, che sarà determinato da una maglia-guida, eseguite una diminuzione a destra e una a sinistra della stessa nel modo seguente: lavorate insieme a diritto le due maglie che precedono la maglia-guida, passate sul ferro destro la maglia seguente la maglia-guida senza lavorarla, lavorate la seguente su cui accavallate la passata.
  • 69
    3° ferro: a rovescio; giunti all’angolo lavorate insieme le ddue maglie che precedono la maglia-guida a rovescio ritorto, passate sul ferro destro la maglia seguente la maglia-guida senza lavorarla, lavorate la seguente su cui accavallate la passata.
  • 70
    Ripetete il 2° e il 3° ferro per cm 2 o 3 circa.

    Fate poi un ferro rovescio sul diritto del lavoro che servirà da piegatura; eseguite ora la parte dietro dello scollo aumentando una maglia per parte alla maglia-guida in ogni ferro finché avrete sul ferro il numero di maglie avviate all’inizio dello scollo.
  • 71
    A questo punto intrecciate correttamente le maglie.

    La parte dietro dello scollo verrà fermata internamente alla scollatura con un soppunto invisibile dal diritto del lavoro.
  • 72
    A y a legaccio orizzontale:

    questo scollo si può eseguire sia staccato dal capo avviando un numero di maglie corrispondenti alla circonferenza della scollatura, sia riprendendo le maglie lungo la scollatura stessa; il numero delle maglie dovrà essere pari.
  • 73
    Lavorate lo scollo a punto legaccio mentre la maglia-gui¬da, al centro dello scollo, dovrà essere lavorata a diritto sul diritto del lavoro e a rovescio sul rovescio del lavoro.
  • 74
    Lateralmente alla maglia-guida, dovrete diminuire in ogni ferro due maglie nel modo seguente: lavorate insieme a diritto le due maglie che precedono la maglia-guida, lavorate a diritto la maglia-guida, poi passate a diritto la maglia seguente senza lavorarla, lavorate la successiva e accavallate su questa la passata.
  • 75
    Dopo aver lavorato per cm 2 o 3 circa chiudete le maglie nel modo seguente: lavorate insieme le prime due maglie a diritto ritorto, passate la maglia ottenuta sul ferro sinistro ripetete da a giunti all’angolo lasciate in sospeso sul ferro destro l’ultima maglia intrecciata, eseguite la prima diminuzione, quindi passate la maglia rimasta della diminuzione sul ferro destro e accavallate su questa la precedente, chiudete la maglia-guida e procedete alla diminuzione seguente, intrecciate poi le maglie come avete già fatto precedentemente.

Tags

, , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up