Come fare il pesce in salsa con la verza

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

La guida spiega come cucinare la ricetta.

Cosa serve per completare questa guida:

- latte ;
- pesce;
- verza;
- verdure;
- vino.



Istruzioni

  • 1
    Prendete del pesce fresco o se non è possibile decongelatelo, possibilmente dei lavarelli perchè si prestano meglio per la preparazione completa della ricetta e si accompagnano molto bene con il contorno di verza.
  • 2
    Nel caso prendete del pesce congelato cercate di decongelarlo la sera precedente mettendolo in abbondante acqua fredda per circa 3 ore. Unite anche un po di bicarbonato mentre decongelate, aiuterà il procedimento.
  • 3
    Prendete quindi i lavarelli, squamateli molto bene ed eliminate così tutte le interiora. Dopo passateli sotto l’acqua fredda, lavandoli molto accuratamente e con l’aiuto di un coltelo oppure delle forbici da cucina tagliateli.
  • 4
    Cercate quindi di ricavare da questi dei filetti piuttosto lunghi, fini e teneri nel frattempo tenete da parte le teste, le lische e tutti i vari ritaglia che avrete precedentemente tolto durante la pulitura del pesce.
  • 5
    Prendete adesso il sedano e privatelo bene con un coltello a punta fine dei vari filamenti esterni, prendete poi un paio di carote, pulitele e spuntatele e dopo lavatele bene e fatele a piccoli pezzi.
  • 6
    Fate le carote possibilmente a strisce oppure a cubetti e dopo mettetele in un piattino a parte. Cercate inoltre di togliere tutta la bucceta esterna molto accuratamente altrimenti potrebbe dare un cattivo sapore.
  • 7
    Pulite adesso molto bene il prezzemolo, togliete ogni parte di scarto poi lavatelo molto bene, asciugatelo con cura e tritatelo fine con il tritatutto eggiungendo anche uno spicchio di aglio grande o medio.
  • 8
    Prendete dopo una cipolla di medie dimensioni, sbucciatela con cura, poi lavatela e dentro inserite bene i chiodi di garofano precedentemente lavati ed asciugati bene. Adesso lavate il pesce, sopratutto le teste.
  • 9
    Cercate di lavare bene anche le lische e tutti i vari ritagli di pesce, dopo metteteli in una pentola grande con un po di olio extravergine di oliva disposto sul fondo ed aggiungete anche delle fettine di cipolla.
  • 10
    Mettete in pentola anche il sedano fatto a pezzetti piuttosto piccoli, almeno quattro o cinque foglie di alloro ed un rametto piccolo di prezzemolo. Versate poi dentro mezzo litro di acqua calda circa.
  • 11
    Mettete anche un bicchiere di vino bianco all’interno ed un pizzico di sale per insaporire bene tutto. Pontete così la pentola sul fuoco e portate bene l’acqua ad ebollizione, poi schiumate e continuate la cottura.
  • 12
    Continuate a cuocere per circa 30 minuti abbondanti e quando sarà pronto filtrate bene il brodo di cottura e tenetelo così da una parte. Prendete adesso una padella di media dimensione e dentro mettete 150 grammi di burro.
  • 13
    Fate quindi fondere il burro molto bene fino a quando non sarà strutto e dopo adagiatevi sopra i vari filetti di lavarello precedentemente salati, pepati ed insaporiti con un trito di erbe aromatiche a parte.
  • 14
    Irrorate i filetti anche con abbondante succo di limone spremuto e fateli cuocere a tegame coperto per circa una decina di minuti fino a quando il liquido di cottura non si sarà ben ritirato. Continuate a cuocere a tegame coperto.
  • 15
    Appena poi i filetti saranno cotti teneteli da parte. Aggingete dopo al fondo di cottura il brodo di pesce che avrete precedentemente filtrato e fate restringere così il composto a fuoco vivace per qualche minuto.
  • 16
    Unite dentro al composto anche un trito di prezzemolo, basilico, aglio e maggiorana che donerà al pesce un maggiore sapore. Versate adesso la salsa che avete appena preparato sopra i filetti di lavarello.
  • 17
    Appena avrete preparato bene il pesce mettetelo in forno al caldo per non farlo freddare e procedete così alla preparazione del contorno prendendo una verza piuttosto grande e ben compatta possibilmente fresca.
  • 18
    Dalla verza che avete preso eliminate le varie foglie esterne che saranno quindi anche quelle più dure e buttate via le parti di scarto. Togiete anhe le coste centrali che sono quelle di minore sapore.
  • 19
    Appena avrete finito di pulirla lavatela bene sotto l’acqua fredda. Prendete adesso una pentola piuttosto grande e dentro portate ad ebollizione circa 1 litro abbondante di acqua. Dopo salate l’acqua.
  • 20
    A questo punto fate scottare bene all’interno le varie foglie di verza per qualche minuto fino a quando non saranno divenute piuttosto tenere e morbide al punto giusto. Dopo scolatele bene ed immergetele in acqua fredda.
  • 21
    Scolate poi le foglie di nuovo e stendetele così sopra di un canovaccio pulito ed asciutto cercando di appannarle bene per togliere loro le gocce di acqua più superficiali. Prendete poi una terrina di medie dimensioni.
  • 22
    Dentro di questa mettete un po di olio extravergine di oliva sul fondo. Nel frattempo preparate la carne di vitllo, lavatela ed eliminate le parti di scarto e dopo tritatela molto accuratamente nel tritatutto.
  • 23
    Potete prendere della carne di vario tipo, pollo, coniglio, o vitello se più preferite. Non importa il tipo di carne, è più importante invece che sia fresca e non troppo dura da passare al tritatutto e sopratutto priva di calli.
  • 24
    Aggiungete alla carne passata al tritatutto anche un cucchiaio di formaggio parmigiano grattugiato, un tuorlo d’uovo da cui avrete separato le chiare, il pangrattato, un pizzico di sale ed una manciata di pepe.
  • 25
    Mettete nel composto anche un po di noce moscata per insaporire bene e dell’erba cipollina che donerà un maggiore sapore. Mescolate quindi tutti gli ingredienti fino a quando non si saranno ben amalgamati.
  • 26
    Cercate di mescolarli bene con un cucchiaio di legno per non romperli ulteriormente e dopo mettete il composto da parte, fatelo raffreddare ed unite ancora abbondante olio extravergine di oliva, mescolate.
  • 27
    Prendete poi il composto che avete preparato e con un cucchiaio mettetene sopra ad ogni foglia di verza una piccola quantità , disponetelo in modo centrale per far si che il ripieno non fuoriesca all’esterno.
  • 28
    Ripiegate poi le varie foglie di verza un poco nei bordi sempre nel senso della lunghezza ed arrotolatele delicatamente. Prendete adesso gli involtini che avete preparato e fermateli con degli stuzzicadenti.
  • 29
    Metteteli poi in una casseruola da forno facendo sempre molta attenzione che non si sovrappongano. È Molto importante perché devono cuocere bene anche all’interno e quindi devono stare ben distesi sul fondo.
  • 30
    Aggiungete poi all’interno della casseruola un mezzo bicchiere di acqua calda ed irrorateli molto bene con olio, sale e pepe. Fateli cuocere quindi a casseruola coperta a fuoco moderato per circa 30 minuti abbondanti.
  • 31
    Preparate anche un po di besciamella. Prendete un tegame grande e dentro mettete abbondante olio di oliva fino a coprire bene il fondo del tegame.prendete anche un pezzo di burro con una forchetta e dentro al tegame aggiungete anche due litri di latte almeno.
  • 32
    Preparte abbondante besciamella in modo che non possa mancare perchè dovrete aggiungerla in abbondanza all’interno della zuppa. Dopo fate cuocere a fiamma piuttosto alta per circa 40 minuti continuando continuamente a rimestare fino a quando non si sarà rappreso tutto completamente.
  • 33
    La besciamella sarà pronta solo quando sarà divenuta ben densa e compatta e non prima. Disponete adesso la besciamella in una ciotola e mettetela in frigorifero a freddare per circa 40 minuti in modo che si rapprenda.
  • 34
    Appena poi gli involtini di verza saranno ben pronti spegnete la fiamma del fuoco e metteteli su di un piatto fondo. Lasciate invece sul fuoco il liquido di cottura in modo che possa ritirare bene all’interno.
  • 35
    Quando poi il liquido sarà un po meno aggiungete all’interno i vari involtini e fateli cuocere per altri 15 minuti, salate, pepate e riaggiungete un po di olio di oliva. Prendete adesso una pirofila da forno.
  • 36
    Sul fondo della pirofila sistema una parte di besciamella che avete preparato precedentemente cercando di spanderla molto accuratamente con l’aiuto di un cucchiaio. Sul fondo deve essere disposta in modo piuttosto liscio.
  • 37
    A questo punto disponete i vari involtini di verza sopra mettendoli l’uno accanto all’altro e dopo aggiungete sopra l’altro strato di besciamella avanzata prima. Fate in modo che gli involtini siano ricoperti completamente.
  • 38
    Aggiungete poi sopra una spolverata di pepe macinato grosso fresco ed un po di no ce moscata per insaporire. Guarnite con un altro goccio di olio extravergine di oliva e ponete la pirofila in forno a cuocere.
  • 39
    Tenete in forno caldo a 200 gradi circa e fate cuocere per almeno 50 minuti fino a quando lo strato superficiale della besciamella non diverrà piuttosto spesso e sopratutto ben compatto. Sulla superficie si deve formare una leggera crosticina.
  • 40
    A questo punto quando saranno cotti gli involtini toglieteli da forno e disponete tutto su di un piatto da portata grande avendo però sempre molta cura nel toglierli dalla pirofila. Aiutatevi con un mestolo di forma piatta.
  • 41
    Ponete poi accanto al piatto da portata anche il pesce e guarnitelo con un po di prezzemolo tritato bene con l’aglio. Aggiungete anche un trito di erba cipollina e maggiorana oppure altri tipi di spezie.
  • 42
    Quando tutto sarà pronto portate in tavola accompagnando però con dei cestini di pane fritti. Per procedere alla preparazione dei cestini, prendete delle fette di pane raffermo oppure fresco e mettetele in ammollo in acqua fredda.
  • 43
    Preparate nel frattempo un composto fatto di 2 tuorli di uova, 1/2 litro di latte parzialmente scremato oppure fresco, un cucchiaino di sale e qualche foglia di prezzemolo. Sbattete bene con una forchetta.
  • 44
    Appena il composto sarà divenuto piuttosto schiumoso mettetelo da parte. Prendete adesso il pane e toglietelo dall’acqua, strizzate bene la mollica e dopo passatelo nel composto che avete appena preparato.
  • 45
    Ricoprite bene il pane con il composto e dopo prendete una padella grande con dentro un po di olio di semi. Lasciate bollire bene l’olio sul fuoco e dopo mettete a friggere il pane preparato fino a quando non sarà croccante.
  • 46
    Appena il pane sarà cotto toglietelo dalla padella e mettetelo su della carta assorbente da cucina per far ritirare tutto l’olio che si è accumulato dentro. Appena le fette di pane saranno un po freddate disponetele su di un ripiano da cucina.
  • 47
    Appena le avrete disposte bene cercate con le mani di piegarle fino a formare dei cestini, cercate di dare loro la forma, devono essere piuttosto piccoli e richiudeteli bene con dello spago da cucina oppure con del filo bianco.
  • 48
    Spolverizzate poi i cestini già pronti con un po di farina bianca tipo zero e metteteli in un piatto da portata. Passate sopra anche un po di olio di oliva extravergine in modo che si fissino molto bene.
  • 49
    Accompagnate quindi il piatto preparato con questi cestini di pane fritto e portate tutto in tavola. Portate insieme anche un bicchiere di vino rosso oppure bianco a piacere. Potete accompagnare anche con dello spumante dolce se preferite, buon appetito!

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up