Come fare il test dell’allergia ai bambini!

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Condividi

Una guida per vivacizzare un momento non molto bello, per i medici allergologi.

Cosa serve per completare questa guida:

- matita per trucco;
- latte detergente;
- cotone;
- caramelle.



Istruzioni

  • 1
    Quando i bambini raggiungono più o meno i 6 anni di età, cominciano a volte a manifestarsi episodi ripetuti di malesseri tipo pruriti, o tossi improvvise, bronchiti allergiche, dovuti principalmente ad allergeni esterni spesso veicolati dal vento o dagli animali che abbiamo in casa (cani e gatti).
  • 2
    Quando si manifestano episodi del genere, ma anche solo preventivamente per essere più consapevoli delle condizioni di salute dei nostri bambini sarebbe opportuno accompagnarli a fare una visita medica allergologica.
  • 3
    La visita medica allergologica consiste nel versare piccole gocce di allergene sull’avambraccio del bambino e praticare di piccoli graffietti in corrispondenza della goccia, se in qyel punto si genera un’irritazione, allora il bimbo è più o meno all’ergico a quella sostanza in dipendenza dell’estensione dell’irritazione che si crea.
  • 4
    Quest’irritazione può essere fonte di trauma per i bambini piccoli, che non sirendono bene conto di cosa gli sta succedendo e di cosa gli è stato appena fatto, ma soprattutto del fatto che, questo è per il loro bene.
  • 5
    Per rendergli tutto meno traumatico esiste un sistema divertente e rapido per condurre il test, in modo che i bimbi si divertano e si distraggano mentre gli vengono fatte le analisi ed è chiamato “sistema dell’albero e dei frutti”.
  • 6
    Per farlo servirà aggiungere all’occorrente per fare i test allergologici:
    una matita da trucco ipoallergenica di quelle più delicate possibili (la pelle dei bambini è sensibile).
    Batuffoli di cotone.
    Un flacone di latte detergente per struccare.
  • 7
    Quindi, prima di porre gli allergeni sulla pelle del bambini e di fare i graffietti, disegnamo un albero sull’avanbraccio del bimbo, con una bella chioma rigogliosa in cima, le radici verso il polso e un rano che sbuca alternativamente lateralmente per ogni allergene che verrà testato.
  • 8
    Una volta disegnato l’albero proseguiremo con il mettere una goccia di allergene a fianco ad ogni ramo disegnato e lo indicheremo con una lettera in modo da ricordarci che allergene è (non scriviamo il nome dell’ellergene o un numero i bimbo potrebbero spaventarsi).
  • 9
    Una volta posti gli allergeni faremo i graffietti in corrispondenza delle gocce con gli appositi aghi usa e getta, e quindi aspetteremo il tempo che gli allergeni facciano reazione o meno con gli anticorpi del bambino.
  • 10
    In fine, se sono presenti allergie e in alcuni punti in corrispondenza delle gocce si riscontrerà irritazione, per non spaventare i bambini disegneremo dei frutti appesi ai rami e diremo che su quel rametto è nato un frutto.
  • 11
    Il bambino grazie a questa scenetta si distrarrà e si sentirà meno impaurito di fronte ad aghi e reazioni allergiche improvvise, magari teniemo anche nel cassetto un sacchettino di caramelle per regalargliene una o due una volta finito il test.

Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up