Come fare la marmellata di arance

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Condividi

La marmellata di arance si può preparare in questo periodo che questi frutti di stagione abbondano nei mercati. Possiamo approfittarne per preparare questa marmellata che si conserva per lungo tempo. In questa guida voglio spiegarvi come preparare questa marmellata ed voglio anche fornirvi qualche trucchetto per farla conservare più tempo possibile.

Cosa serve per completare questa guida:

- 12 arance ;
- 1 limone ;
- 4 bicchieri di rum;
- zucchero.



Istruzioni

  • 1
    Le arance e il limone vanno messi in una pentola con acqua per almeno 3 giorni, l’acqua va cambiata almeno due volte al giorno. Dopo di ciò le arance vanno pesate, per calcolare in modo giusto la quantità di acqua e di zucchero da aggiungere.
  • 2
    Le arance devono essere tagliate a fettine tonde e sottili, senza togliere la buccia. Queste vanno versate nella pentola dove andremo a preparare la marmellata. Si ricoprono con acqua in quantità pari alla metà del peso delle arance.
  • 3
    Dopo aver aggiunto l’acqua si accende il fuoco, a fiamma molto bassa. Dopo circa dieci minuti dall’inizio della cottura si aggiungono anche le fettine di limone tagliate allo stesso modo delle arance.
  • 4
    Dopo altri dieci minuti, quando l’acqua ha ripreso a bollire si aggiunge lo zucchero in quantità pari alla metà del peso delle arance. Si deve mescolare in maniera energica altrimenti lo zucchero tende ad attaccarsi sul fondo.
  • 5
    Dobbiamo lasciare la pentola sul fuoco a fiamma bassa, il contenuto deve bollire per almeno due ore. Dopo circa due ore o poco più si ottiene una crema molto fluida, alla quale deve essere aggiunto il rum.
  • 6
    A questo punto possiamo togliere la pentola dal fuoco, aspettiamo che si raffreddi e versiamo la marmellata nei vasetti di vetro, che abbiamo precedentemente lavato ed asciugato in maniera molto accurata.
  • 7
    Ora bisogna mettere i vasetti chiusi ermeticamente in una pentola molto capiente e ricoprirli con acqua fino all’orlo. Si mette la pentola sul fuoco molto basso e si porta ad ebollizione, i vasetti devono bollire per almeno 30 minuti.
  • 8
    Lasciamo i vasetti all’interno della pentola con l’acqua fino a quando essi si raffreddino completamente. Successivamente li possiamo togliere dalla pentola e li asciughiamo con uno straccio. Vanno conservati in un luogo fresco ed asciutto, non necessariamente nel frigorifero.

Tags

,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up