Leonardo.it

Come fare la programmazione quotidiana, settimanale e mensile delle pulizie domestiche

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto LA PROGRAMMAZIONE QUOTIDIANA, SETTIMANALE E MENSILE DELLE PULIZIE DOMESTICHE
Condividi

La guida è un planning delle attività domestiche che possono essere organizzate quotidianamente, settimanalmente e mensilmente per rendere l’ambiente in cui si vive non solo più salubre, ma anche più piacevole

Istruzioni

  • 1
    Introduzione:
    Questo planning delle pulizie domestiche è un programma delle attività che devono essere svolte in casa con regolare cadenza quotidiana, settimanale, mensile per evitare che le pulizie siano sempre e solo un’incombenza, ma piuttosto siano considerate un’attività necessaria per rendere l’ambiente in cui si vive più salubre ed accogliente, anche più ospitale non solo per chi lo abita, ma per chi lo visita.

    Inoltre, il carico della gestione domestica non dovrebbe ricadere solo sulla donna, sia essa casalinga o lavoratrice fuori casa, ma essere il frutto della collaborazione tra tutti coloro che la abitano. Sin da piccoli è fondamentale abituare i propri bambini a semplici regole da osservare quali riporre i giochi dopo l’uso, non lasciare scarpe e ciabatte in giro per la casa,riporre la biancheria sporca nell’apposito cesto, conservare matite e penne. Si tratta di piccoli gesti che serviranno a far crescere dei giovani autonomi e pronti a collaborare per allievare la madre dalle incombenze domestiche quotidiane.


    C’è da precisare che per raggiungere standard qualitativi soddisfacenti di pulizia ed ordine domestico non è affatto necessario spendere cifre folli in detersivi ed altri prodotti chimici che oltretutto sono dannosi per l’ambiente. Bastano pochi prodotti, sapientemente usati, purchè si tratti di prodotti che si prestino, per le loro caratteristiche a molteplici usi. Alcuni prodotti naturali e polivalenti sono il bicarbonato e l’aceto ed anche il succo di limone.

    Veniamo adesso, quindi, ad un calendario scadenzato nel tempo. L’ideale sarebbe dividere le attività a seconda dei propri tempi e delle proprie esigenze professionali e di tempo libero, scegliendo liberamente ed in piena autonomia cosa fare, come e quando farlo. Se proprio questo non è possibile, ben venga la proposta di un calendario di attività da svolgere quotidianamente ( per evitare di tornare a casa, dopo un numero consistente di ore lavorative extradomestiche e ritrovarsi con incombenze domestiche noiose e pesanti), settimanalmente e mensilmente, che può essere di aiuto soprattutto per risparmiare tempo e programmarsi anche del tempo libero o del tempo per se stessi e per il proprio relax.

  • 2
    Il calendario delle attività:


    Ogni sera:

    1. Controllare gli zaini dei bambini e verificare che non dimentichino nulla di quanto richiesto dalla scuola. Di solito le scuole forniscono ad inizio anno un calendario settimanale delle attività svolte. Quindi voi già sapete che il mercoledì per esempio, i bambini sono tenuti ad indossare la tuta per le attività sportive. Perchè controllare la sera prima? Per evitare, la mattina successiva, quando l’esigenza di uscire di casa per tempo si fà più pressante, di accorgersi che la tuta non è stirata, piuttosto che di accorgersi che non sono stati acquistati i fogli da disegno richiesti dalla scuola.

    2. Preparare la borsa di lavoro con i documenti e gli effetti personali.

    3. Preparare i cestini per i componenti della famiglia che non mangiano a casa per il pranzo.

    4. Programmare i pasti per il giorno dopo. Avviare alcune attività (es. mettere ammollo i legumi, scongelare la carne, etc.).


    Ogni mattina prima di andare al lavoro:

    In tutta la casa:

    1. Svuotare le ceneriere. L’ideale sarebbe non fumare in casa, anzi non fumare proprio. Se proprio non si riesce a rispettare questa prioritaria regola per salvaguardare la propria salute e quella degli abitanti della casa, è necessario allora svuotare sistematicamente, anche più volte al giorno, le ceneriere per evitare cattivi odori e ristagni.

    2. Aprire le finestre per arieggiare gli ambienti.

    3. Spazzare.

    4. Battere i tappeti: è importante per prevenire le allergie.

    5. Rassettare i letti.

    6. Svuotare secchi e cestini dell’immondizia. Possibilmente disinfettarli.


    In bagno:

    1. Pulire sia i sanitari che il pavimento: il bagno è l’ambiente della casa di cui ci si deve prendere cura quotidianamente.

    2. Usare prodotti specifici, creme che non graffino, evitare quindi prodotti e spugne troppo abrasive che possano rovinare lo smalto dei sanitari.

    3. Limitare l’utilizzo dell’anticalcare ad un giorno a settimana o, se non è proprio possibile, usarlo a giorni alterni.

    4. Durante il corso della giornata è possibile rinnovare l’igiene di lavandini e WC passando dell’alcool con un panno in microfibra. Alternative ecologiche ai prodotti chimici specifici sono l’aceto ed il bicarbonato. Il primo è consigliabile come anticalcare. Il secondo è consigliabile anche per pulire spazzole, spazzolini e pettini. Controllare gli asciugamani, cambiarli con la cadenza richiesta dal loro effettivo utilizzo.


    In cucina:

    1. Svuotare la lavastoviglie e caricarne una nuova con le tazze e le posate utilizzate per la colazione. Per favorire il risparmio energetico, avviare la lavastoviglie solo quando completamente piena.

    2. Avviare a raccolta differenziata gli avanzi della cena, le lattine di bibite, le bottiglie di plastica e ogni rifiuto della cucina.

    3. Svuotare e disinfettare il secchio della spazzatura.



    Una volta ogni settimana:

    In tutta la casa:

    1. Pulire i vetri delle porte e delle finestre, gli specchi. Si può utilizzare una soluzione di acqua calda e poche gocce di detersivo per stoviglie e poi asciugare con la carta di giornale: veloce ed economico, non lascia aloni.

    2. Spolverare utilizzando un panno tradizionale oppure una manopola in microfibra. Utilizzare, se si vuole, uno spray antistatico per lucidare e proteggere il legno.

    3. Effettuare un lavaggio generale dei pavimenti in tutta la casa anche se durante la settimana è stato già effettuato. Se si vuole accelerare il tempo di asciugatura del pavimento, nel secchio dell’ultimo risciacquo aggiungere l’alcool che evaporando permette una rapida asciugatura.

    4. Smontare i cuscini del divano, spolverare e liberare da piccoli oggetti caduti alla rinfusa dietro i cuscini (es. monetine, accendini,etc).

    5. Spolverare i caloriferi con uno scovolino.

    6. Raccogliere i caricabatterie (cellulari, consolle, macchinette fotografiche, etc) e riporli in un cassetto.

    7. Controllare fatture e bollette da pagare.

    8. Pulire e spolverare schermi di Tv e computer con un panno elettrostatico


    In Bagno:

    1. Passare l’anticalcare sulle piastrelle e nel box doccia.

    2. Disinfettare spazzolini, spazzole, tagliaunghie, limette ed ogni altro oggetto che entra in contatto con la pelle e gli annessi cutanei.

    3. Cambiare asciugamani ed accappatoi.

    In Cucina:

    1. Passare l’anticalcare sulle piastrelle e sul lavandino di acciaio.

    2. Riordinare le dispense della pasta e dei biscotti.

    3. Pulire il frigorifero. Non è necessario acquistare detergenti specifici molto cari: basta acqua calda ed aceto. Tenere nel frigo una ciotolina con bicarbonato: servirà ad assorbire gli odori e sostituire col bicarbonato fresco ogni settimana.

    4. Pulire i fornelli con prodotti specifici. Se molto sporchi fateli rimanere in bagno per molte ore in una soluzione di detersivo diluita con acqua calda.

    5. Controllare i cestini della frutta e rimuovere frutta ammuffita e foglie secche.


    In Camera da letto:

    1. Cambiare le lenzuola, verificare le coperte, eseguire lavori di piccolo rammendo.

    2. Spazzare sotto i comodini. Spostare mobili leggeri e spazzare.

    3. Riordinare il cassetto della biancheria e dividere gli slip, le magliette, le calze.

    4. Riordinare gli armadi piegando gli abiti.

    5. Liberare sedie e poltrone dagli abiti e riporli nell’armadio.

    6. Liberare il pavimento da scarpe e riporre nella scarpiera.




    Una volta al mese:

    In Tutta la casa:
    1. Lucidare le maniglie delle porte e delle finestre. Se sono di ottone, usare un prodotto specifico (in commercio anche nei supermercati) ed un panno morbido che non graffi.
    2. Nutrire i mobili di legno, soprattutto quelli di antiquariato, con un prodotto specifico a base di cera d’api ed oli vegetali.
    3. Lucidare le cornici e gli altri oggetti d’argento con prodotti specifici.Un’alternativa economica è l’utilizzo della pasta dentifricia o del bicarbonato.Nel Soggiorno/Bagno/Studi

    4. Raccogliere le riviste che sono state già lette e avviarle alla raccolta differenziata della carta. Prima di buttarle via controllate che non vi abbiate lasciato dentro foglietti o appunti, nè che non vi siano articoli che devono essere conservati. Una soluzione ideale, per prolungare la vita alle riviste ed ai giornali, sarebbe quella di regalarle all’amica che ha il centro estetico o allo zio dentista: in sostanza a coloro che svolgono attività in cui sia prevista una sala d’attesa con dei clienti.

    5. Riordinare Cd e Dvd rimettendoli nelle loro custodie.

    6. Raccogliere in un classificatore le ricevute di pagamento di bollette e fatture.

    7. Pulire i telecomandi con alcool per rimuovere tracce di unto.

    8. Pulire gli infissi, sia di legno che di alluminio.



    In Cucina:

    1. Riordinare il cassetto della biancheria e dividere le tovaglie, le bavette, i canovacci, i grembiuli, i tovaglioli.

    2. Controllare il filtro della lavastoviglie.

    3. Usare le tabs anticalcare per lavastoviglie, macchinetta espresso del caffè,sterilizzatrice dei biberon, secondo le indicazioni del produttore.

    4. Sgrassare l’ampolla dell’olio.

    5. Controllare le dispense e buttare via gli alimenti scaduti.


    In camera da letto:

    1. Battere i materassi e i cuscini.

    2. Cambiare i coprirete.

    3. Cambiare le coperte.

    4. Pulire a fondo nei cassetti e sui ripiani.



Tags

, ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up