Come fare per guidare veicoli a soli 17 anni.

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Con le ultime modifiche al cds è possibile guidare veicoli a motore avendo soltanto 17 anni: ecco cosa è previsto:

Istruzioni

  • 1
    Cominciamo col dire che, tutti i ragazzi che hanno compiuto i 17 anni di età, potranno condurre tutti i veicoli che abbiano un peso massimo complessivo a pieno carico, quindi quello riportato sulla carta di circolazione, pari o inferiore a tre tonnellate e mezza. Le condizioni da rispettare per poter guidarle sono le seguenti.
  • 2
    Devono già essere in possesso della patente di guida – quindi di categoria a1, l’unica che si può ottenere al compimento dei sedici anni – e devono essere in possesso dell’autorizzazione rilasciata dall’ ufficio della motorizzazione civile che viene rilasciata all’interessato a seguito di domanda scritta presentata da un genitore del ragazzo.
  • 3
    Per poter ottenere l’autorizzazione alla guida, si deve aver preso parte ad un corso di guida presso una autoscuola, della durata di dieci ore minimo, delle quali almeno due effettuate durante le ore notturne ed almeno quattro effettuate in ambito autostradale o su strade extraurbane classificate di tipo primario, quindi con carreggiate separate e corsia di emergenza.
  • 4
    Il ragazzo che otterrà l’autorizzazione avrà anche una limitazione alla guida relativa ai veicoli: non potranno essere guidati infatti tutti gli autoveicoli che hanno un rapporto tra potenza e tara superiore a 55 kw/tonnellata o se si tratta di autoveicoli per il trasporto di persone con massimo 8 posti più il conducente, con un rapporto di 70 kw/tonnellata. È Inoltre assolutamente vietato il traino di qualsiasi tipo di rimorchio.
  • 5
    Sarà inoltre obbligatorio che al fianco del conducente minore sia presente, in qualità di istruttore, una persona che abbia la patente di categoria b o anche una categoria superiore come la c o la d, ottenute da almeno dieci anni. Il nome di detta persona dovrà essere chiaramente indicato sull’autorizzazione rilasciata dalla motorizzazione civile.
  • 6
    Al di fuori el conducente e della persona che funge da accompagnatore, non potranno in alcun modo e per nessuna ragione essere trasportati altri passeggeri e sul veicolo dovrà essere sempre applicato un contrassegno che riporti chiaramente la sigla “ga”, ossia: guida accompagnata, su fondo bianco e scritta in nero.
  • 7
    Come per i neopatentati in generale sono previsti i limiti di velocità da non superare mai e sono: velocità di 100 chilometri/ora se si circola su autostrade e 90 chilometri/ora se si circola su strade extraurbane primarie (strade a carreggiate separate con corsia di emergenza adeguata che sono sottoposte al limite di 110 km/h).
  • 8
    Il responsabile delle infrazioni che verranno eventualmente commesse dal ragazzo alla guida, sarà il genitore o l’accompagnatore, se persona diversa dal genitore, ed in solido sarà anche il genitore del ragazzo, questo perché, essendo il conducente un minorenne, non può essere sanzionato in via diretta.
  • 9
    Queste in breve sono le modifiche apportate al codice della strada, entrate in vigore in data tredici agosto 2010. La loro effettiva entrata in vigore in italia però, è stata posticipata di almeno 4 mesi nell’attesa di un decreto ministeriale attuativo atto a chiarire ed a specificare alcune caratteristiche.
  • 10
    Alla luce del fatto che si fa esplicito riferimento all’articolo 117 del cds le cui modifiche entreranno in vigore in data tre febbraio 2010 si presume che ci sarà un po di confusione fino a quel periodo nella corretta applicazione di queste norme. Comunque una volta entrate a regime, quelle indicate saranno le modifiche definitive.
  • 11
    Le sanzioni previste da queste nuove norme sono: per il conducente minorenne che non ha al fianco un istruttore con le caratteristiche indicate sopra, la sanzione amministrativa è di 389 euro ed è in oltre previsto il fermo amministrativo dell’autovettura condotta per una durata di tre mesi dalla data dell’infrazione.
  • 12
    Per chi invece supera i limiti di velocità indicati in alto, la sanzione amministrativa prevista è di 148 euro alla quale va aggiunta la sospensione della patente per un periodo che va da due a otto mesi. Sono inoltre sempre applicabili le sanzioni previste dall’articolo 142 del codice della strada che riguarda il superamento dei limiti di velocità.
  • 13
    Anche l’assenza del pannello che riporti la sigla “ga” è punita da una sanzione amministrativa di euro 78. Nel caso i cui il minore commetta infrazioni che prevedano la sospensione o la revoca della patente di guida, allo stesso verrà applicato il ritiro dell’autorizzazione che non gli verrà mai più rilasciata.
  • 14
    Queste nuove normative sono state redatte ed approvate per adeguare le leggi italiane agli standard che si stanno diffondendo in europa e quindi per uniformare il più possibile le normative nazionali a quelle della comunità europea. Buon viaggio, ciao a tutti e prudenza mi raccomando!

Tags

, , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up