Come gestire la contabilità con le banche

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Come gestire la contabilità con le banche

Istruzioni

  • 1
    La contabilità con le banche registra i movimenti dei conti correnti bancari derivanti dalle operazioni aziendali. Le imprese effettuano la maggior parte delle operazioni di riscossione e di pagamento attraverso le banche con le quali intrattengono rapporti di conto corrente.
  • 2
    Tali operazioni sono comprovate da assegni, ricevute di versamenti, lettere di addebito e di accredito, estratti conto periodici, riassunti scalari e prospetti con il calcolo delle competenze e spese.
  • 3
    L’ impresa intesta a ogni banca a cui è correntista un conto nel quale annota tutte le operazioni compiute. La banca con la scadenza trimestrale o, su richiesta del cliente, con cadenza mensile quindicinale o settimanale, invia un estratto conto che riassume le operazioni effettuate nel periodo di riferimento e consente di controllare l’ esattezza delle registrazioni eseguite.
  • 4
    Il conto, compilato dall’ impresa e intestato alla banca, accoglie: 1) nella sezione dare le entrate per versamenti di denaro, assegni ricevuti, bonifici effettuati da terzi a favore dell’ azienda, interessi a credito capitalizzati sul conto corrente bancario; 2) nella sezione avere le uscite per prelevamenti effettuati dall’ azienda con emissione di assegni bancari, richiesta di assegni circolari, ordini di pagamento a favore di terzi, interessi a debito capitalizzati sul conto corrente. Facciamo un esempio.
  • 5
    La mario s.n.c. è In rapporto con l’ agenzia di torino intesa sanpaolo. Durante il mese di novembre l’ impresa ha registrato i seguenti movimenti: 11 novembre residuo debito di 7000 euro; 4 novembre riscossa cambiale in scadenza di 2000 euro; 6 novembre, pagata cambiale di 4000 euro; 10 novembre riscossa ri.ba. Di 3000 euro; 15 novembre, versamento contanti di 3000 euro; 20 novembre, ricevuto bonifico di 5000 euro a saldo fattura di vendita; 25 novembre, rilascio di assegno circolare di 500 euro a favore del fornitore.
  • 6
    La scheda del conto corrente bancario, redatta con la forma a sezione accostate e colonne a saldo, è la seguente: dividiamo la tabella in 5 colonne verticali, dividendo l’ ultima colonna ulteriormente in due volte.
  • 7
    Mettiamo la data, le operazioni, il dare, l’ avere, il saldo ( che dovremo dividere ancora in segno, cioè d che sta per dare e a che sta per avere e importo. Inseriamo a questo punto i dati tenendo conto che la prima operazione da inserire è la ripresa saldo di 7000 euro che va inserita in dare.

Tags

,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up