Come gestire la contabilità del magazzino

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Come gestire la contabilità del magazzino

Istruzioni

  • 1
    La contabilità del magazzino rileva i movimenti in entrata ( carico) e in uscita (scarico) delle merci, materie prime, materie di consumo, parti componenti, semilavorati e prodotti finiti. Nel magazzino delle aziende commerciali sono presenti le merci e le materie di consumo.
  • 2
    Le entrate delle merci in magazzino sono originate da consegne dei fornitori e da resi dei clienti per difetti o differenze rispetto al contratto. Le uscite di merci dal magazzino sono dovute a consegne ai clienti e resi effettuati ai fornitori per difetti o differenze rispetto al contratto.
  • 3
    Nel magazzino delle aziende industriali sono presenti le materie prime, le parti componenti, i semilavorati, le materie di consumo e i prodotti finiti. La contabilità di magazzini si compone: a) del giornale di magazzini, su cui sono registrati in ordine cronologico i movimenti in entrata e in uscita degli articoli trattati comprovati da documenti di consegna e di trasporto, fatture immediate, bolle di carico e scarico, bollesi reso da lavorazione ecc; b) delle schede di magazzino, su cui sono annotati per singolo articolo, in modo sistematico, i movimenti intervenuti.
  • 4
    Sulle schede di magazzino vengono eseguiti controlli periodici con redazione di inventari di fatto. Dalle schede di magazzino si ricavano segnalazioni per piazzare gli ordini sui fornitori. La contabilità di magazzino può essere tenuta a quantità fisiche o a quantità e valori e consegne di:
  • 5
    1) controllare i movimenti di tutti i beni che transitano nel magazzino; 2) verificare il livello delle scorte al fine di segnalare il raggiungimento del livello di riordino per non intaccare la scorta di sicurezza; 3) fornire dati necessari per calcolare il costo del prodotto; 4) conoscere la consistenza delle merci, delle materie prime, dei prodotti a fine esercizio e altre informazioni utili per valutazione delle rimanenze finali; 5) assolvere agli obblighi fiscali. Facciamo un esempio.
  • 6
    La belmoda spa che commercializza abiti, presenta le movimentazioni relative ad alcuni articoli( abiti, pantaloni, giacche) nel giornale di magazzino e nelle schede di magazzino. Per fare il giornale di magazzino bisognerà fare una tabella che verrà divisa in sei colonne verticali: data, nominativo del prodotto, causale, codice articolo, carico( per esempio 23 pantaloni), scarico ( per esempio 12 magliette).
  • 7
    Per fare la scheda di magazzino invece si farà la stessa tabella solo che bisognerà togliere il codice articolo e inserire alla fine della tabella le esistenze. Alla base della contabilità di magazzino vi è l’ archivio articoli, in cui sono memorizzati i dati che consentono di identificare i singoli articoli ( codice di magazzino, codice dell’ articolo, fornitore abituale, unità di misura in cui sono espresse le quantità, categorie e gruppi merceologici ecc.)nella gestione automatizzata i codici diventano lo strumento essenziale per una gestione efficace e rapida di ricerca e selezione all’ interno dell’ archivio.

Tags


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up