Come gestire vari desktop di macpup 525

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Vediamo come gestire i vari desktop e fare in modo che convivano e si adeguano alle nostre esigenze

Istruzioni

  • 1
    L’obiettivo della guida odierna è quella di analizzare la corretta gestione dei desktop di macpup 525. Essendo una distribuzione linux, come molti altri sistemi operativi della sua categoria, mette a disposizione degli utenti più desktop nei quali gestire le proprie azioni e i propri dati. Vediamo come utilizzarli al meglio.
  • 2
    Innanzitutto, per un primo approccio veloce al multi-desktop, una volta avviato il sistema operativo, in basso a sinistra, nella dock bar è possibile notare la presenza di icone relative al desktop. Mi riferisco, in particolare, alle prime icone facenti parte della dock bar.
  • 3
    Passando sulle suddette icone con il mouse dovrebbero apparire i nomi dei relativi desktop. Questo rappresenta un metodo veloce per spostarsi tra le varie scrivanie. Inizialmente i desktop disponibili, e quindi anche quelli riportati nella dock bar, sono soltanto due, ma vediamo anche come implementarne il numero.
  • 4
    Per accedere alle impostazioni di personalizzazione del desktop, innanzitutto clicchiamo con il tasto sinistro del mouse sulla “m” presente nella dock bar (la prima icona della barra). Dovrebbe aprirsi il menù contestuale “main”. A questo punto seguiamo il percorso: desktop -> set virtual desktop.
  • 5
    A questo punto dovreste avere accesso alla finestra di personalizzazione delle impostazioni del desktop. La prima opzione disponibile, in particolare, dovrebbe permettervi di impostare il numero di finestre desktop. Muovendo i cursori presenti lungo l’asse delle x e quello delle y selezionate il numero di desktop desiderati.
  • 6
    La seconda possibilità di personalizzazione riguarda essenzialmente l’effetto “flip” del desktop. È Possibile scegliere, in particolare, se fare in modo che venga cambiato desktop nel momento in cui un oggetto è trascinato al lato estremo della scrivania attuale, o anche che tutti gli altri desktop vengano coperti durante il flipping. In ogni caso tali opzioni possono coesistere e vi consiglio vivamente di sperimentarle!
  • 7
    La finestra della personalizzazione delle impostazioni del desktop, però, prevede la presenza di due schede e noi finora abbiamo analizzato esclusivamente la prima. La seconda scheda permette di impostare delle preferenze relativamente all’animazione di transizione tra i desktop.
  • 8
    La prima opzione disponibile permette di scegliere tra tre differenti modalità di transizione tra le scrivanie. È Possibile disabilitare completamente l’effetto di animazione selezionando “off”. In alternativa, selezionando “pane” (la voce predefinita) ci sarà una transizione immediata tra i vari desktop, una vera e propria sostituzione. Infine, accordando la propria preferenza alla voce “zoom”, un tipico effetto ad ingrandimento caratterizzerà il passaggio tra i desktop.
  • 9
    Ultima opzione utile e facilmente modificabile relativamente alla personalizzazione del desktop è la velocità dell’animazione di transizione. È Possibile, infatti, proprio in questa finestra, tramite apposito cursore su scala graduata (animation speed) impostare la velocità di transizione. In maniera predefinita il valore fissato è di 0.2 secondi: è possibile raggiungere il valore di 5.0 secondi.
  • 10
    Terminata la personalizzazione delle impostazioni relative al desktop, non vi resta che cliccare sul pulsante “applica” per fare in modo che divengano effettive e infine sul pulsante “ok” per chiudere la finestra delle impostazioni.

Tags

, , , , , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up