Come giocare con la cartapesta

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come giocare con la cartapesta
Condividi

Viene spesso sottovalutata ma, se ben, costruita, può toglierci grandi soddisfazioni

Cosa serve per completare questa guida:

- carta di giornale, vinavil,gesso.



Istruzioni

  • 1
    Per natale tanti appassionati preparano con la cartapesta, statuette, casette, motivi architettonici per i presepi. In architettura può essere usata per modellare elementi decorativi e forme geometriche asimmetriche. Nel carnevale, con la cartapesta, artisti realizzano carri allegorici, maschere e caricature.
  • 2
    La cartapesta può essere usata come plastilina e, se accuratamente preparata, restituisce una incredibile resistenza meccanica. La migliore cartapesta viene realizzata con i giornali vecchi. Assieme a gesso e colla vinilica, previa ammollo prolungato e bollitura, possiamo realizzare un ottimo composto lavorabile.
  • 3
    La carta di giornale va tagliuzzata con le mani e mescolata con colla vinilica e acqua; tenere a bagno per 24 ore, quindi bollire per venti minuti, al fine di ottenere un composto appallottoloso, come un budino. Fate asciugare bene e spezzettate e sgranulate la cartapesta come tanti semolini più o meno grossi. Mettete via per l’uso. Quando userete questa poltiglia secca e triturata, fatela rinvenire con colla vinilica e gesso e un po’ d’acqua quanto basta ad ottenere un composto pongono. Realizzate le forme, fatele asciugare e quindi coloratele e verniciatele a piacere. Vi daranno grosse soddisfazioni.

Tags

, , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up