Leonardo.it

Come impastare il cemento nelle giuste dosi.

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Foto Come impastare il cemento nelle giuste dosi.
Condividi

Spesso in casa o in giardino abbiamo la necessità di fare piccoli lavori di muratura, ma quanta sabbia devo aggiungere al cemento? Quanta acqua? Serve la calce?

Cosa serve per completare questa guida:

- acqua ;
- cemento;
- sabbia;
- ghiaia;
- calce.



Istruzioni

  • 1
    Se dobbiamo realizzare intonaci o fare un muro di mattoni che rimane in un ambiente interno possiamo utilizzare la malta di calce idratao di calce spenta.
    Le proporzioni tra i componenti in volume sono: una parte di calce, una parte di acqua e tre parti di sabbia. Si tratta di una malta che si lavora con facilità. Se l’intonaco è di di tipo rustico, meglio usare le seguenti proporzioni: una parte di calce, una parte e mezza di sabbia e una parte di acqua. Se vogliamo ottenere un intonaco di pochi millimetri usiamo: una parte di acqua, una parte di sabbia e una parte di calce.
  • 2
    Se dobbiamo realizzare intonaci esterni o o muri di mattoni esterni, possiamo utilizzare la malta di calce idraulica. La proporzione in volume tra i componenti è: tre parti di sabbia, una parte e mezza di calce idraulica e una parte d’acqua.
  • 3
    Passiamo ora alla malta di cemento. Il cemento rispetto alla calce è meno facilmente lavorabile, ma più resistente meccanicamente e più impermeabile.
    Si utilizza per lavori di muratura in esterno e interno e per muri di mattoni in esterno. Sconsigliata negli intonaci.
    Le proporzioni in volume dei componenti sono le suguenti: una parte di cemento, una parte di acqua e quattro parti di sabbia.
  • 4
    Se nel nostro impasto utilizziamo sia calce, sia cemento otteniamo la malta chiamata b astarda e otteniamo una malta lavorabile ma anche resistente ed impermeabile. Si può utilizzare per realizzare intonaci esterni e muri di mattoni interni ed esterni. Le proporzioni tra i componenti della malta sono i seguenti: una parte di cemento, tre parti di calce, tre parti di acqua e dieci parti di sabbia.
  • 5
    Per grossi lavori si può introdurre nell’impasto anche la ghiaia ottenendo così il calcestruzzo. Per lavori senza funzioni statiche, cioè dei riempimenti ecco le proporzioni del cosiddetto magrone: una parte di cemento, una parte di acqua, tre parti di sabbia e cinque parti di ghiaia.
    Per piccoli muretti di sostegno possiamo usare un calcestruzzo magro : una parte di cemento, due parti e mezzo di sabbia, quattro parti di ghiaia e due parti di sabbia. Per piccoli lavori in calcestruzzo armato utilizziamo un calcestruzzo grasso : una parte di cemento, una parte e mezza di sabbia, tre parti di ghiaia e mezza parte di acqua.
  • 6
    Se abbiamo necessita di un rapido indurimento dobbiamo usare cemento a presa rapida: due parti di cemento e una di acqua.non si usa la sabbia.

Tags

, , , , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up