Come impostare le preferenze di sistema in gnewsense – applicazioni preferite e aspetto

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Condividi

Avete installato il sistema operativo della famiglia linux “gnewsense”? Vediamo come procedere alla configurazione base e avanzata del sistema, per garantirne un utilizzo ottimale. In particolare analizziamo come personalizzare le applicazioni preferite e come impostare l’aspetto del sistema in base alle proprie esigenze

Istruzioni

  • 1
    Innanzitutto avviamo il sistema operativo e, a partire dal desktop, cominciamo ad analizzare il sottomenù “preferenze” della voce “sistema”. La voce sistema è facilmente raggiungibile perché presente in alto a sinistra. Posizionandoci sulla stessa dovrebbe comparire il menù relativo. Tra le varie voci, quindi, posizioniamoci su “preferenze”.
  • 2
    La prima voce disponibile nel sottomenù “preferenze” è “applicazioni preferite”. Cliccandoci, si dovrebbe aprire una finestra composta da quattro differenti schede. L’obiettivo delle varie schede è quello di configurare e stabilire le applicazioni predefinite per qualsivoglia attività.
  • 3
    Prima scheda “internet”: permette di scegliere il programma predefinito con il quale consultare il web, nonché inviare e-mail. In entrambi i casi il programma può essere selezionato da un menù a tendina.
  • 4
    Seconda scheda “multimedia”: anche in questo caso è possibile selezionare da un elenco il programma predefinito con il quale avviare gli elementi e i file multimediali, quale la riproduzione di video.
  • 5
    Terza scheda “sistema”: con il termine sistema, in effetti, ci si riferisce alla gestione della linea di comando e del sistema operativo tramite quest’ultima. Quindi è possibile la scelta tra differenti terminali disponibili, vuoi nativi, buoi installati dall’utente.
  • 6
    Quarta scheda “accessibilità”: tramite questa sezione è possibile selezionare dei programmi predefiniti per l’accesso facilitato al sistema. In particolare sono disponibili due differenti sezioni, ovvero la visualizzazione e l’utilizzo del computer e per entrambi è possibile selezionare dei programmi di default che facilitino l’utilizzo del sistema, come ad esempio delle lenti di ingrandimento per lo schermo.
  • 7
    Terminata la personalizzazione delle impostazioni circa le applicazioni preferite, non ci resta che cliccare su chiudi per fare in modo che vengano applicate immediatamente all’uscita dalla finestra di configurazione.
  • 8
    Passiamo alla seconda voce di personalizzazione delle preferenze, ovvero quelle relative all’aspetto del sistema. Trattandosi di una distribuzione linux, gnewsense è personalizzabile al massimo dal punto di vista dell’aspetto, nonché ovviamente dal punto di vista software. La finestra relativa all’aspetto si articola in cinque differenti schede, analizziamole.
  • 9
    Tema: in questa scheda, tramite una semplice ed intuitiva interfaccia grafica è possibile selezionare tra tante opzioni disponibili il proprio aspetto del sistema. In maniera predefinita è pre-selezionato quello di gsense, ma è possibile sostituirlo con numerosi altri.
  • 10
    Background: scheda in cui c’è la possibilità di selezionare lo sfondo le desktop e delle applicazioni. Anche in questo caso è pre-impostato quello di default di gsense, ma è possibile scegliere tra altri disponibili, nonché selezionare un’immagine personale.
  • 11
    Fonts: forse uno degli aspetti di personalizzazione estrema in linux, che permette di scegliere i caratteri da utilizzare in qualsiasi condizione, dal desktop, ai documenti alle pagine internet. È Sufficiente individuare l’ambito nel quale si desiderano modificare i caratteri e selezionare il font da impostare tramite un’interfaccia grafica molto semplice ed intuitiva, potendo selezionare anche tipo di font e dimensione.
  • 12
    Interfaccia: permette di gestire l’aspetto dell’interfaccia del sistema, ovvero la barra degli strumenti superiori (visibile anche sul desktop) e quella inferiore in cui si raccolgono le icone. È Possibile decidere il comportamento delle icone, nonché quello dei programmi presenti nella barra.
  • 13
    Effetti visivi: scheda nella quale è possibile scegliere tra tre differenti modalità di effetti visivi. In maniera predefinita è impostata l’assenza completa di effetti aggiuntivi, per rendere il sistema più snello e veloce, compatibile con qualsiasi hardware. In crescendo è possibile scegliere effetti normali e effetti extra. Quest’ultima modalità prevede l’applicazione di tutta la gamma di effetti previsti per il sistema, dalle rotazioni, alle dissolvenze, agli effetti tridimensionali.

Tags

, , , , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up