Leonardo.it

Come insegnare a tuo figlio ad usare il pc

1 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 vote, average: 5,00 out of 51 voti
Condividi

Al giorno d’oggi è importante saper usare il computer per moltissime cose. Persino la scuola richiede la conoscenza base dei sistemi operativi più conosciuti, ma nonostante l’esigenza, le scuole non sono capaci di insegnare correttamente l’uso del computer, che resta così a carico del genitore. Andiamo a vedere come puoi aiutare tuo figlio a far amicizia con il pc.

Cosa serve per completare questa guida:

- un figlio;
- un PC;
- sistema operativo Windows.



Istruzioni

  • 1
    Innanzitutto è bene che tu stesso prenda confidenza con il pc. Questa guida non ti vuole insegnare l’uso del pc ma come insegnarlo a tuo figlio. Per prima cosa parti dall’insegnargli cosa i pc possono fare e cosa non possono fare.
  • 2
    Molte persone hanno le idee sui pc semplicemente perchè non sanno niente di cosa c’è al loro interno, ma credono che funzionino per magia o che siano estremamente complicati. Parti dallo spiegare le varie parti interne del pc.
  • 3
    Per prima cosa, tuo figlio dovrebbe essere in grado di saper riconoscere quello che viene chiamato hardware, ovvero la componentistica concreta dei pc. I pezzi fondamentali sono: schermo, tastiera, mouse, case, presa elettrica.
  • 4
    Non appena vedi che il ragazzo ha preso familiarità con i termini della componentistica esterna, passa ad aprire il case per fargli vedere quali sono le parti principali, tra cui dovrebbe riconoscere: scheda madre, hard disk, lettori dvd/blu ray e schede varie come video e audio.
  • 5
    Insegna come prima cosa la sicurezza e che il pc funziona a corrente. Lo scopo di fargli vedere l’interno del case deve essere quello di fargli capire che l’elettricità passa attraverso complessi sistemi che non devono essere disturbati durante le loro funzioni.
  • 6
    Cominciando invece a spiegare le varie funzioni del pc troverai giovamento dalle sue conoscenze della componentistica interna nello spiegargli che il pc è assemblato diversamente a seconda dello scopo che il pc deve soddisfare.
  • 7
    Facendogli ben capire che una piattaforma può essere costruita diversamente sia per soddisfare esigenze di gioco e divetimento, quanto di lavoro o di elaborazione dati anche scientifici, aiuterai tuo figlio ad ampliare i propri orizzonti. Discutetene insieme.
  • 8
    Convergi la concentrazione presentando infine internet e riassumendo a grandi linee quella che è la sua storia: nata per esigenze filomilitari e scientifiche, la grande rete è diventata pubblica solo agli inizi dell’anno 2000 perchè prima costava troppo. E’ un fenomeno ancora giovane.
  • 9
    Una volta spiegatogli i concetti dei vari componenti, puoi cominciare a parlare di software, ovvero dei programmi che rendono possibile comunicare con il pc. Sarebbe meglio se tu conoscessi un po’ di storia dei pc ma non serve. In tal caso dici solo che le persone han creato diversi modi per usare i pc.
  • 10
    Il primo concetto da far imparare è quello di sistema operativo: poiché con il tempo diverse persone hanno sviluppato modi diversi per usare i pc, alla fine le persone hanno eletto pochi sistemi operativi che vanno per la maggiore. Qui io parlo di windows, che viene riconosciuto statisticamente il più usato al mondo.
  • 11
    Spiegagli che i sistemi operativi non sono perfetti e che hanno bisogno di essere aggiornati con il tempo, cioè cambiati in qualche modo. A seguire, introduci i programmi, che sono il modo con cui diverse persone hanno implementato ciò che mancava ai vari sistemi operativi.
  • 12
    In un qualunque momento potrai introdurre il discorso dei soldi. Sinceramente non è importante alla fine della comprensione di come funziona un pc quindi potresti anche evitare il discorso. Consiglio comunque di accennare che ogni componente sia fisica che virtuale ha il suo costo.
  • 13
    Non ho menzionato tutti i dettagli relativi al case come prese usb e altri tipi di connettori. Io consiglio di eseguire un insegnamento che privilegia il ripasso delle informazioni apprese con nuovi dettagli, piuttosto che sovraccaricare il ragazzo di informazioni che non può comprendere a pieno subito.
  • 14
    Non appena puoi invece, non dimenticare di unire ciò che ha già appreso con ciò che si trova davanti di nuovo. Nel caso dell’hard disk ad esempio, puoi spiegargli che la grandezza fisica dell’hard disk non ha molto impatto sulla capacità, e spiegargli così le unità di misura.
  • 15
    Il concetto più importante che il ragazzo deve acquisire e sulla base del quale ti consiglio di stabilire un vero e proprio checkpoint, è il concetto di versatilità. Il pc è quanto più simile a un coltellino svizzero in cui i pezzi che si vogliono vengono aggiunti quando si vuole secondo necessità.
  • 16
    Un altro concetto che invece è molto utile è quello della personalizzazione. Riallacciandoti così a quanto detto prima, nel corso del tempo diverse persone hanno creato anche diversi modi di usare i soliti sistemi operativi. Puoi introdurre ora gli hotkeys, o scorciatoie dei tasti.
  • 17
    Fai anche attenzione a spiegare bene l’uso e funzione del mouse, e come questo stia diventando sempre più importante sia nei programmi che nell’uso comune. Capire l’evoluzione costante del mouse è un ottimo modo per fargli capire come il discorso pc sia un argomento sempre attuale e in via di evoluzione.
  • 18
    Ci sono certi elementi che non ho menzionato e che sinceramente non credo neanche meritino tanta attenzione. Parlo di elementi come modem, casse, stampanti e scanner. Questi praticamente non fanno che svolgere delle azioni. Dimostra il loro utilizzo, ma non hai granchè da spiegare.
  • 19
    Non appena il ragazzo ha compreso la complessa natura dei pc moderni, sfida la sua plasticità mentale presentandogli un portatile notebook. Il ragazzo deve ancora distaccarsi dall’idea di dimensioni reali e capacità virtuali a questo punto.
  • 20
    Preesntandogli un portatile, ti consiglio di parlare soprattutto delle differenze più ovvie, come le dimensioni dei componenti, la durata della batteria, il loro costo e il loro acquisto. Altrimenti è facile che il ragazzo te ne chieda uno.
  • 21
    Spiegare le diversità tra notebook e pc può portare un adulto a finire in alcuni tranelli che difficilmente lasceranno la mente del ragazzo, convincendolo che i portatili sono migliori. Personalmente credo sia meglio partire dal parlare del perchè esistono i portatili, e poi parlare subito degli svantaggi. Quindi ritorna a parlare della funzione e dei vantaggi.
  • 22
    Una cosa che non viene mai insegnata abbastanza riguardo ai pc è il corretto utilizzo delle varie componenti di base, come tastiera e mouse. Questi infatti dovrebbero trovarsi in posizioni ergonomiche per favorire il loro utilizzo.
  • 23
    Un altra cosa importante da sottolineare al ragazzo è che i computer non vivono di sola elettricità ma anche di ventilazione corretta. In tal senso devi spiegare che le ventole al suo interno hanno lo scopo di impedire che il calore sprigionato danneggi il pc. Questo vuol dire mai coprire il case.
  • 24
    Se lo ritieni necessario puoi anche insegnare a tuo figlio come si connettono i cavi. Questo soprattutto è una buona cosa da suggerire a quei ragazzi che hanno letteralmente paura di toccare il pc per paura di danneggiarlo.
  • 25
    Per quanto riguarda la sua prima vera esperienza con il sistema operativo, io consiglio di spiegargli brevemente ciò che andrà ad usare. Non puoi rovinargli la sorpresa, quindi assicurati di spiegargli che lo guiderai passo passo e che può star tranquillo che non farà danni. Assicurati che sia così e salva ogni file importante altrove.
  • 26
    Dopo avergli fatto accendere il pc, il primo passo è sicuramente quello di fargli prendere dimestichezza con il desktop e l’uso del mouse. In questo caso parti solo dallo spiegare che si usa il tasto sinistro per ora.
  • 27
    Dopo avergli quindi presentato il sistema operativo, presentagli i programmi e fagli aprire il tasto start e guidalo attraverso il menù che hai dei programmi. Fanne partire uno qualunque. Una buona risorsa è ovviamente quella di fargli vedere paint.
  • 28
    A seguire io suggerisco subito di fargli usare internet. Personalmente consiglio di usare firefox mozilla, dato che explorer è noto per essere continuamente vittima di hackeraggi, ma apri il tuo browser preferito e presentagli i motori di ricerca.
  • 29
    E’ fondamentale far stabilire un legame tra il ragazzo e il pc nel più breve tempo possibile. L’uso del mouse lo renderà curioso, soprattutto per gli altri pulsanti, i programmi lo intimoriranno un po’ se ne hai tanti, ma internet probabilmente lo conquisterà e da allora l’amicizia sarà già a buon punto.
  • 30
    La cosa migliore è sicuramente quella di far usare al ragazzo alcuni dei servizi base che internet offre. Consiglio di far usare google per cercare informazioni o immagini preferite, seguito da un rapido tour di youtube per capire cosa sono i filmati, e forse anche qualche sito adatto alla sua età, come una chat oppure il sito del suo programma o cartone preferito.
  • 31
    Alla fine della prima esperienza insegnagli come spegnere il pc. Rimane sempre una buona idea non farlo rimanere troppo al pc per due motivi: primo tra tutti il lasciargli la voglia di continuare ad usarlo, secondo per non fargli venire la sensazione di sapere che ha già visto tutto.
  • 32
    Ecco altre informazioni che ti consiglio di spiegargli durante la sua seconda esperienza: doppio click, tasto destro, seleziona e trascina, uso del cestino, copia incolla, uso della barra delle finestre e delle finestre, etc.
  • 33
    Man mano che la sua confidenza aumenta, non esitare a creare un profilo personale nel tuo browser per permettegli di usare internet come meglio crede. Prima però, insegnagli qualche cosa sui virus e sui pericoli di internet.
  • 34
    Quando tutto è pronto invece, spiegagli come si usano i segnalibri, o i preferiti in explorer, e le estensioni secondarie o plugin per poter rendere l’esperienza della navigazione un esperienza completa. Consiglio inoltre di mettergli già qualche sito nei preferiti.
  • 35
    Quando l’uso di internet sarà solidificato con l’esperienza di qualche giorno o settimana, ritorna con il ragazzo a vedere le altre componenti del pc. Presentagli l’esplora risorse o computer, e parlagli di cosa sono i path delle applicazioni.
  • 36
    Spiegandogli cosa sono i path lo aiuterai a capire cosa sono le istallazioni e lo aiuterai ad evitare che lui stesso installi malware. Insegnandogli invece ad usare il pannello di controllo lo riavvicinerai ancora di più al discorso di personalizzazione del pc.
  • 37
    Windows specialmente è un sistema operativo che necessita di molte cure. La soluzione migliore per te sarebbe quella di fare un backup delle informazioni o creargli una partizione speciale solo per lui. Un alternativa può essere un programma terzo di ripulitura e rimozione delle installazioni.
  • 38
    Puoi sempre stimolare in lui il suo spirito di avventura virtuale, ma dagli delle regole. Alcune regole per adesso possono essere: non toccare i files nella cartella windows, ricordati che una volta cancellati i file dal cestino non tornano, ricordati di salvare sempre i propri file di testo anche su componenti esterne come pennine usb o simili.
  • 39
    Dopo le prime settimane, una volta che il ragazzo ha appreso le basi e capito che può maneggiare un computer, è l’ora di introdurlo agli elementi di manutenzione. Spiegagli che le parti virtuali hanno il loro corrispettivo nelle parti fisiche che necessitano di essere messi a posto da deframmentazioni e scansioni del file di registro, etc.
  • 40
    Come extra consiglio anche di insegnargli ad usare pulitura disco, sia nella sua versione standard che nella sua versione completa cliccando sul secondo tab in cui il ragazzo potrà anche eliminare i punti di ripristino in eccesso.
  • 41
    La deframmentazione è un processo davvero molto importante che deve essere imparato a costo di risultare noiosi. Personalmente non uso il processo di deframmentazione di windows ma uso programmi terzi, e se ne trovano in abbondanza in versione freeware.
  • 42
    Questo è un ottimo momento per introdurre il ragazzo al mondo delle applicazioni freeware, spiegandogli invece l’esistenza di shareware e trial/a pagamento. E dato che state parlando di soldi presentagli pure siti come ebay.
  • 43
    A questo punto ti conviene cominciare ad espandere le sue conoscenze ancora limitate. Tra le cose che devi spiegargli ora ci sono: forum, blog, facebook, twitter, email, messenger clients, antivirus, spam, scam, spyware, etc.
  • 44
    Giunge ora il momento tanto atteso di insegnargli ad usare il pacchetto di office, sia che tu abbia una versione di microsoft office, che del pacchetto open source open office, completamente gratuito e compatibile con i vari programmi. Presentazioni e file di testo oggi devono essere conosciuti e facilmente eseguibili.
  • 45
    Quando avete un po’ di tempo libero, o quando lui viene da te per chiedere consigli e suggerimenti, non dimenticare di condividere successivamente le tue passate esperienze. In quanto utente windows avrai sicuramente le tue storie da raccontare con la cara vecchia e rinomata schermata blu della morte.
  • 46
    Il passo finale di ogni utente che si rispetti è comprendere l’uso del bios, e a seguire ovviamente la comprensione dei vari linguaggi macchina esistenti se noti che tuo figlio ha una sua propensione verso questo mondo. Ricordati di non limitarlo mai, ma aiutalo ad espandere le proprie conoscenze.

Tags

,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up