Come insegnare ai nostri bambini a non aver paura di cani e gatti o degli animali in gener...

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come insegnare ai nostri bambini a non aver paura di cani e gatti o degli animali in genere?
Condividi

Se volete togliere la paura dei cani, gatti e altri animali al vostro bimbo e pensate che questo sia impossibile, sbagliate: si può fare. Ci vorrà un po’ di pazienza ma sarà molto bello vedere il vostro bambino sorridere alla vista di una bestiola.
Gli animali possono offrire affetto, amicizia e tanta compagnia

Cosa serve per completare questa guida:

- molta pazienza;
- amore per gli animali.



Istruzioni

  • 1
    Potrete trovare molto utile questa guida per allontanare dai vostri bambini la paura di cani o gatti; educando i figli a rispettare e amare gli animali, si darà loro modo di poter avere amici affettuosi e inseparabili e gli si insegnerà che ogni forma di vita va rispettata.
  • 2
    Se voi genitori avete paura di cani o gatti, è facile che il vostro timore sia recepito dal bambino. Cosa dovete fare? E’ semplice: siccome siete adulti, siete sicuramente in grado di capire che queste bestiole non sono vostre nemiche, solo così potrete iniziare ad insegnarlo anche ai vostri figli.
  • 3
    Non dimenticate che, insegnando ai vostri figli ad amare gli animali, non solo potrete offrire loro il modo di avere amici inseparabili, ma insegnerete anche loro che tutti gli animali devono essere rispettati e in nessuno modo mai abbandonati. Vediamo come potete agire.
  • 4
    Intanto non usate con i vostri bambini, per farli stare più tranquilli, frasi come ad esempio:
    ‘fai silenzio o arriva il lupo e ti porta via…non fare i capricci oppure viene il leone e ti mangia…stai lontano dal cane perché se si arrabbia ti morde’…ecc.
  • 5
    D’altra parte, per quanto riguarda i meravigliosi lupi e leoni, vivendo nel loro ambiente, ovviamente non possono (e non vogliono!) nuocere a nessuno, ed è giusto che, come lo sapete voi, anche i vostri bambini lo imparino.
  • 6
    Per ciò che invece riguarda i cani, se vedete che vostro figlio tende ad allontanarsi o ad aggrappasi a voi quando ne vede uno, forse è il momento di fargli capire che un cane può diventare per lui un tenero amico. Ecco un esempio di come potrete comportarvi.
  • 7
    Incominciate innanzitutto, se ne vedete uno, a dire: ‘guarda che bel cagnolino, vorrei accarezzarlo, piacerebbe anche a te ?’ quindi se avete amci o parenti che hanno un cane, magari simpatico e amante del gioco, ogni tanto approfittatene!
  • 8
    Acquistate quindi, assieme a vostro figlio,un giochino per cani e invitate il bambino giocare assieme a voi con il cane dei vostri amici, portando con voi anche qualche biscottino per cani. Dopo il gioco, date un biscotto al cane e poi accarezzatelo; lo farà anche il vostro bambino e la bestiola ne sarà felice.
  • 9
    A questo punto, giocate ancora un po’ con il cane e fate in modo che sia il bambino stavolta ad offrire il biscottino al cane, sempre accarezzando.
    Cercate poi , nei giorni a venire,di far giocare vostro figlio con il cane ogni volta che vi sarà possibile e avrete già raggiunto un ottimo traguardo.
  • 10
    Probabilmente inizierà ad essere il bambino stesso a chiedervi di tornare a giocare con quello che sicuramente sarà diventato il suo ‘amico’ speciale…e
    magari vi chiederà di regalargli un cucciolo. Il traguardo a questo punto è completamente raggiunto!
  • 11
    Ricordate che, se deciderete di avere un cucciolo, non è per forza necessario comprarlo in negozio: anche nei canili troverete dolcissime bestiole che in cambio di un po’ di affetto potranno essere fedeli a voi a ai vostri figli per tutta la vita.
  • 12
    Per quanto riguarda l’approccio con i gatti, spiegate al bambino che, se avvicinandosi ad uno di loro, questo ha reagito ‘soffiando’ o tirando fuori le unghie, oppure è fuggito via, non è perché la bestiola non accetta la sua amicizia, ma essendo animale un po’ pauroso, molte volte scappa per mettersi al sicuro.
  • 13
    Fategli soprattutto capire che, se il gatto a volte soffia o graffia, lo fa per difendersi, non è perché è cattivo, e spiegategli che quando entra in confidenza con le persone, il gatto non è affatto un animale pericoloso, ma anzi, è molto tenero e affettuoso.
    .
  • 14
    Il vostro bambino imparerà presto a conoscere la sua indole e se avrete un gatto, vostro figlio avrà già modo di sapere che si tratta un animale molto indipendente. Potrete avere un gatto da regalare al vostro bambino recandovi al gattile: troverete tante deliziose bestiole che non aspettano altro di avere una casa.
  • 15
    Un’ultima cosa: è importantissimo che i bambini (e non solo!) sappiano che gli animali non sono giocattoli. Si deve avere cura di loro rispettando le loro esigenze e quando si decide di adottarne con noi, non si dovranno mai abbandonare.

Tags

, , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up