Come insegnare al bambino l’ordine

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Come insegnare al bambino a tenere in ordine le proprie cose

Istruzioni

  • 1
    é sicuramente importante educare il bambino a mantenere un certo livello di ordine, questo gli servirà anche da adulto. Anche se molte persone dichiarano di avere un quadro chiaro del disordine, ed di conoscere il punto esatto in cui è riposto un oggetto
  • 2
    Le metodiche quindi di ordine sono varie, e variano di persona in persona.
    I bambini sin da piccoli si interessano poco all’ordine, se non quasi per nulla ma giunge un momento della loro crescita in cui i genitori gli insegneranno questo.
  • 3
    I bambini giocando lasciano giochi e oggetti qua e la per la casa, e nella maggior parte dei casi tocca al genitore risistemare tutto perdendo anche ore, mentre il bambino per creare disordine impiega pochi minuti.
  • 4
    I bambini spesso si preoccupano perchè non ritrovano un giocattolo e quindi pensano di averlo perso o che gli sia stato rubato, e nel caso di fratellini minori o maggiori la colpa ricade automaticamente su di loro
  • 5
    Spessissimo per questo motivo nascono vere e proprie discussioni, perchè uno dei bambini accusa l’altro di aver messo le mani sui propri giochi e quindi di averlo rubato, difficilmente il bambino riconosce di essere disordinato e quindi gli è più facile incolpare gli altri
  • 6
    L’ordine vive un aspetto importante anche nell’ambiente scolastico in cui il bambino deve controllare, ordinare e gestire vari oggetti come compiti, matite, penne, zaino, e se ogni giorno perdesse qualcosa arriverebbe a fine settimana senza niente
  • 7
    Perdendo ogni giorno qualcosa i genitori dovrebbe in continuazione ricomprare tutto, perdendo cosi tempo e soprattutto denaro ed è cui che entra in gioco l’insegnamento per mantenere in ordine le proprie cose
  • 8
    Per quanto riguarda la cameretta del bambino possiamo sbizzarrirci con giochi mirati a insegnargli l’ordine, ad esempio comprare contenitori di vari modelli e colori nei quali il bambino deve riporre i giochi
  • 9
    Suddividere quindi i modellini di auto in una scatola, i peluches in un’altra, il pongo e le matite da disegno in un altro contenitore ancora, e cosi via fino a che la cameretta rimane completamente in ordine
  • 10
    Ogni volta che il bambino metterà in ordine la propria cameretta il genitore dovrà lodarlo e stimolarlo a continuare cosi e a non mollare, nessuno ha mai ben capito perchè ci si impiega molto più tempo a mettere a posto il disordine anzi che a farlo, per questo è importante essere ordinati
  • 11
    Spiegate al bambino che le persone ordinate vengono ben viste, l’ordine è sempre gradito mentre la confusione crea appunto confusione, il bambino attraverso questo insegnamento datogli impara anche a responsabilizzarsi
  • 12
    La sua cameretta è un suo ambiente privato, personale ma che comunque fa parte della casa e cioè dell’ambito famigliare, quindi essendo sua deve essere proprio lui a prendersene cura e mantenerla in ordine
  • 13
    Il genitore non deve pretendere l’ordine dal bambino, forzandolo o ricattandolo con punizioni, ma deve far vivere l’insegnamento come un aspetto positivo, una fase di grande crescita e sviluppo personali.
  • 14
    Il bambino imita per lo più ciò che fanno i genitori, quindi se il bambino vive in un ambiente ricco di disordine molto probabilmente anche lui sarà disordinato, non dando la sufficiente importanza al rimettere in ordine le cose
  • 15
    Quando un bambino prende un libro, una volta finito di leggerlo deve rimetterlo nel punto in cui l’ha preso, poi successivamente prenderne un secondo, e via dicendo. Lo stesso vale anche per i giochi.
  • 16
    Inizialmente il genitore deve aiutare il bambino a mettere in ordine, mostrandogli anche come si fa, dove vanno determinate cose, come sistemarle nel modo migliore, cosa può andare nei cassetti e cosa non può andare.
  • 17
    Per far intendere chiaramente in concetto di disordine chiedete al bambino di trovare un oggetto da voi posizionato nel suo disordine, sicuramente avrà difficoltà e con un pò di impegno e tempo lo troverà
  • 18
    Fate la stessa cosa quando la cameretta è in ordine, questo lo mette davanti ad una realtà, cioè che l’ordine è pratico, mentre il disordine no.
    Lasciate che sia il bambino che scelga come sistemarsi la stanza, senza protestare che un oggetto deve stare su quella mensola piuttosto che sull’altra
  • 19
    Se al bambino non è ben chiaro il significato di sistemare, mettete voi in ordine la stanza chiedendo al bambino di mettere gli oggetti da voi dati nel posto migliore, se sbaglia correggetelo, in questo modo apprenderà un ordine metodico e continuativo
  • 20
    A fine pasto fatevi aiutare dal bambino a sparecchiare, anche dopo aver cenato bisogna mettere in pratica il sistema di ordine, ad esempio la bottiglia di olio in cucina nel suo armadietto, mentre il parmigiano andrà n frigo, la carta sporca nella spazzatura
  • 21
    Cosi facendo la tavola sarà pulita e sgomberata per il pasto successivo, mentre se avessimo lasciato tutto li questo non sarebbe stato possibile e avremmo dovuto mangiare nella confusione del pasto precedente
  • 22
    Se necessario stimolate il bambino con “falsi ricatti” per falsi non significa che mentiremo al bambino, ma chiederemo lui di essere ordinato in cambio di una piccola ricompensa da parte nostra, col passare dell’età diventerà un’abitudine per lui sistemare e mettere in ordine

Tags

, , , , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up