Come insegnare al proprio figlio a non farsi influenzare e mantenere il suo modo di pensar...

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Condividi

Uno dei maggiori problemi che colpiscono il proprio figlio risulta essere il farsi influenzare da altre persone: ecco come evitare che questo accada.

Cosa serve per completare questa guida:

- spiegazioni;
- consigli;
- esempio;
- ragionamento;
- modo di pensare e di fare.



Istruzioni

  • 1
    Talvolta, il proprio figlio potrebbe avere a che fare con delle persone che, suo malgrado, possono influenzare il suo modo di fare, di agire e di pensare, portandolo quindi a cambiare del tutto il suo atteggiamento
  • 2
    Questo comportamento del proprio figlio potrebbe avere delle motivazioni abbastanza semplici, e quindi, facili da poter correggere da parte del genitore dopo che appunto i due affrontano questa questione
  • 3
    Uno dei maggiori motivi che spinge appunto il proprio figlio a cambiare il suo modo di fare, e quindi di pensare e di essere potrebbe essere per il semplice fatto che ha il terrore di essere emarginato dagli amici.
  • 4
    Queste persone infatti, hanno magari un determinato modo di fare, giusto o sbagliato che sia, che viene appunto contagiato al proprio figlio, che cambia quindi drasticamente il suo modo di comportarsi.
  • 5
    Quindi, il figlio ne prende tutti i vari tratti del loro comportamento, proprio per evitare di essere appunto emarginato da queste persone, che appunto, potrebbero emarginarlo per il fatto che il figlio non è come loro.
  • 6
    Queste persone infatti, potrebbero esercitare una tale pressione psicologica sul proprio figlio, in maniera tale che questo venga plasmato secondo il loro volere, e quindi, tramandandogli il loro modo di fare.
  • 7
    Altro motivo per la quale il proprio figlio potrebbe imitare queste persone è quindi il terrore di non essere accettato per quello che realmente è, cambiando atteggiamento a seconda proprio delle persone che frequenta.
  • 8
    Potrebbe anche accadere che il proprio figlio possa trovare abbastanza bello il loro modo di fare, e che quindi, il figlio imiti senza pensare alle conseguenze, il loro modo di fare, incurante del fatto che questi siano modi corretti o sbagliati di agire.
  • 9
    Infatti, il figlio potrebbe trovare affascinante il loro modo di fare e quindi inizi a comportarsi nel loro stesso ed identico modo, e quindi, a cambiare radicalmente il suo comportamento, adottandone uno del tutto nuovo.
  • 10
    Ed infine, il figlio potrebbe essere convinto, o appunto minacciato di essere estromesso da un determinato gruppo di persone, qualora il figlio stesso non si decida a comportarsi nel loro identico modo.
  • 11
    Queste persone quindi tendono a fare una sorta di lavaggio del cervello al proprio figlio, in maniera tale che questo decida di assumere appunto i tratti del loro carattere, cambiando definitivamente il suo.
  • 12
    Questo perché il figlio, spinto in parte dalla convinzione di queste persone, spinto anche dal terrore di essere emarginato, si comporta nel loro identico modo, pur di assicurarsi la permanenza in quel gruppo di amicizie.
  • 13
    Queste possono essere tutte le varie motivazioni che possono quindi spingere il proprio figlio a cambiare modo di agire e di pensare, mandando quindi via la sua integrità del carattere, come se non fosse giusto comportarsi in quel modo rispetto a come si comportava prima.
  • 14
    Il genitore deve quindi intervenire, in maniera tale che il proprio figlio capisca che sta assolutamente sbagliando il modo di fare, ovvero che sbaglia nel comportarsi come si comportano queste determinate persone.
  • 15
    Il primo insegnamento che il genitore deve dare al proprio figlio riguarda essere il semplice fatto che appunto queste persone non possono essere definite dei veri amici, per diverse motivazioni molto semplici.
  • 16
    La prima di queste risulta essere che appunto, se queste persone fossero dei veri amici, come prima cosa non si permetterebbero affatto di plasmare a loro piacimento la mente del proprio figlio in quel modo.
  • 17
    Infatti, cercare di convincere una persona di comportarsi come un’altra risulta essere un metodo alquanto errato di fare, proprio perché ognuno deve cercare di mantenere la propria integrità nel modo di essere.
  • 18
    Anche il fatto di ricattare il proprio figlio deve essere un comportamento che induce il proprio figlio a pensare appunto che queste persone non sono affatto dei veri amici, ma solo delle persone false.
  • 19
    Infatti, il fatto che una persona minacci una seconda persona con lo scopo di far sì che questa appunto possa comportarsi nel suo identico modo, risulta essere del tutto sbagliato, e sopratutto, contro ogni regola del rispetto.
  • 20
    Infatti, il ricorrere alle minacce per poter appunto costringere una persona a fare come vogliono determinate persone risulta anche essere una sorta di pressione che non deve essere fatta, proprio perché significa pestare la dignità di quell’individuo.
  • 21
    Il genitore deve anche spiegare al proprio figlio che minacciare anche il proprio figlio di escluderlo dal gruppo di amici, risulta essere un comportamento abbastanza scorretto, proprio perché si continua a minacciare il figlio.
  • 22
    Anche se comunque non si tratta di minacce fisiche, il figlio potrebbe essere intimidito dal fatto appunto di trovarsi da solo, e quindi, si sente anche costretto a dover fare determinate cose controvoglia
  • 23
    Il genitore deve quindi spiegare proprio che queste persone non devono quindi essere frequentate, proprio perché tendono ad annullare il modo di fare che una persona possiede fin dalla nascita, e lo stesso vale per il modo di pensare.
  • 24
    Il genitore deve quindi spiegare al proprio figlio che nessun tipo di amico serio costringe una persona a cambiare il suo atteggiamento soltanto per poter far sì che il proprio figlio gli sia veramente amico.
  • 25
    Il genitore oltretutto, deve dare assolutamente un insegnamento prezioso al proprio figlio, e che questo deve essere sempre portato assolutamente dentro la mente finché il figlio avrà il dono della vita.
  • 26
    Questo prezioso insegnamento risulta essere formato dal semplice fatto che il figlio, qualunque cosa accada, deve assolutamente cercare di mantenere il suo modo di fare e di agire, e anche il modo di pensare.
  • 27
    Infatti, queste tre componenti vanno a formare il vero e proprio “io” del figlio stesso, e che quindi, deve essere mantenuto per lo meno sempre uguale, e quindi, essere sempre coerente col suo modo di essere.
  • 28
    Una piccola cosa che il genitore deve far notare al proprio figlio risulta essere il semplice fatto che appunto l’unica persona che deve far cambiare il modo di fare e il modo di essere del figlio risulta essere il figlio stesso.
  • 29
    Infatti, il figlio stesso deve essere in grado magari di cambiare il suo modo di fare o di pensare, in maniera tale di potersi adattare alla diversità delle varie situazioni che si possono presentare nella sua vita.
  • 30
    Il genitore quindi deve cercare di ribadire il concetto che nessuna persona deve assolutamente costringere il proprio figlio a cambiare il suo modo di fare, in quanto questa persona non può essere definita amica.
  • 31
    Il genitore quindi, come secondo insegnamento molto importante, deve spiegare al proprio figlio che il figlio deve cercare di essere sempre sé stesso, e quindi, cercare di non cambiare atteggiamento per frequentare determinate persone.
  • 32
    Il figlio quindi, deve cercare di farsi accettare per quello che risulta essere veramente, e non per quello che le altre persone vogliano che sia, poiché questo determinato comportamento risulta essere abbastanza sbagliato.
  • 33
    Il figlio infatti, non farebbe altro che comportarsi in maniera ipocrita nei confronti di quelle determinate persone, e quindi, il figlio stesso non farebbe altro che prendere in giro queste determinate persone.
  • 34
    Inoltre, anche queste persone sarebbero ipocrite, proprio perché non accettano il figlio nel loro gruppo, proprio perché magari queste persone hanno degli atteggiamenti che secondo loro devono essere utilizzati da tutti.
  • 35
    Potrebbe però esserci anche un motivo aggiuntivo, che potrebbe essere il semplice fatto che il figlio magari prova vergogna ad essere sé stesso, e quindi, si comporta in una maniera del tutto differente.
  • 36
    Se questa dovesse essere la reale motivazione, il genitore deve spiegare al proprio figlio che non deve affatto avere vergogna di nulla, in quanto il modo di essere non deve essere cambiato per vergogna.
  • 37
    Il genitore infatti deve spiegare al proprio figlio che la vergogna deve essere provata quando magari il figlio si comporta in maniera del tutto scorretta, e quindi, venga visto da altre persone mentre si comporta male.
  • 38
    Il cambiare il proprio atteggiamento poi risulta essere un comportamento sbagliato per il semplice fatto che magari il proprio figlio potrebbe frequentare diversi gruppi di persone contemporaneamente, e potrebbe prendere in giro tutti.
  • 39
    Il figlio quindi si ritroverebbe a vivere una doppia, se non tripla identità, e quindi, si troverebbe anche a dover utilizzare diversi comportamenti per poter essere accettato dalle diverse persone che frequenta.
  • 40
    Il figlio quindi si troverebbe anche a disagio, proprio perché potrebbe smarrire la sua vera identità, e quindi, potrebbe appunto non riuscire ad uscire da questo determinato comportamento molto da ipocrita.
  • 41
    Il genitore deve però spiegare che talvolta, l’atteggiamento deve cambiare, ma non per piacere di altre persone, ma magari, come accennato precedentemente, per poter affrontare diverse e determinate situazioni
  • 42
    Infatti, in questo caso, è il figlio stesso a dover cambiare atteggiamento, e anche modo di pensare, per il semplice fatto che una determinata situazione potrebbe essere diversa da un’altra situazione.
  • 43
    Infatti, non cambiando il modo di fare, il figlio potrebbe quindi andare incontro ad un fallimento, in quanto quella situazione potrebbe richiedere un diverso modo di pensare per poter appunto ottenere conseguenze positive.
  • 44
    Il figlio quindi deve appunto capire che ovviamente, una persona non deve cercare di cambiare il suo modo di fare, obbligandolo, perché il figlio potrebbe appunto trovarsi molto a disagio a doversi comportare in quel modo.
  • 45
    Il genitore però deve spiegare anche un secondo caso nel quale il cambiare il proprio atteggiamento potrebbe essere corretto, e quindi, anche cambiare il modo di pensare potrebbe essere modificato parecchio.
  • 46
    Questa situazione risulta essere la fase della crescita, che appunto, deve anche cercare di far cambiare diverse cose al proprio figlio, in maniera tale che questo possa appunto crescere in maniera corretta.
  • 47
    Infatti il figlio crescendo, ovviamente deve agire in maniera molto più matura, e quindi, iniziare anche a vedere le diverse situazioni sotto diversi punti di vista, i quali risultano essere molto più maturi.
  • 48
    Il genitore deve anche spiegare, riprendendo il discorso precedente, ovvero quello che riguarda le persone che frequenta, che i veri amici sono appunto quelle persone che non modificano con la forza il modo di essere del proprio figlio.
  • 49
    Infatti, queste persone risultano avere un atteggiamento del tutto normale, e quindi, non fanno nulla per poter appunto modificare, talvolta in maniera negativa, il comportamento del proprio figlio, ma lo accettano così come è.
  • 50
    Questi sono quindi alcuni insegnamenti che il genitore deve dare al proprio figlio, per evitare che alcune persone possano modificarne il carattere, ma al contrario, il figlio deve cercare di essere sempre sé stesso, e farsi accettare per quello che è.

Tags

, , , , , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up