Come lavare una motocicletta

0 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 votes, average: 0,00 out of 50 voti
Foto Come lavare una motocicletta
Condividi

Quando si lava una motocicletta, essa va trattata come una docile creatura desiderosa di coccole. Lavare una moto non è poi così semplice come lavare un’automobile perché nella prima l’impianto elettrico è molto più esposto rispetto alla seconda. Leggiamo allora i seguenti step per evitare delle possibili conseguenze pericolose.

Cosa serve per completare questa guida:

- secchio di acqua calda;
- straccio pulito;
- spugna;
- sapone;
- spray a cera;
- panno di pelle di camoscio;
- lubrificante per catene;
- smalto per moto;
- sgrassante per moto.



Istruzioni

  • 1
    Riempite di acqua calda un secchio fino all’orlo, ovviamente già precedentemente lavato e sciacquato per bene. Dovete evitare di lavarlo con detergenti utilizzàti per i piatti e altre stoviglie perché contengono sali che affrettano la corrosione del contenitore. Munitevi anche di una spugna e di uno straccio che ci servirà in sèguito.
  • 2
    Applicate quindi un prodotto chiamato sgrassante (acquistabile in tutti i super- ed ipermercati italiani) solo nelle zone più sporche della moto. Ed esse tendono a trovarsi nelle aree delle ruote, della catena e del motore.
  • 3
    Ora pulite per bene con uno straccio tutte le aree dove avete già applicato lo sgrassante cosicché che lo sporco si sarà già sciolto per bene. Solo allora sarà pronto per essere igienizzato con i tradizionali acqua e sapone.
  • 4
    Adesso imbevete lo straccio di altro sgrassante e (possibilmente con la ruota posteriore appoggiata al terreno) pulite la catena meglio che potete, magari facendola scorrere affinché alla fine sia sgrassata in tutte le sue componenti. Se ci riuscite, estendete la pulizia anche all’interno del forcellone e delle sospensioni posteriori, dando loro una buona strofinata.
  • 5
    Quindi state rendendo la moto molto umida grazie alla spugna e all’acqua del secchio, sciacquandola con la stessa cura che usereste con il vostro corpo. Trascorrete più tempo dappresso alle ruote e le zone solitamente più trascurate, quali le forcelle della ruota posteriore e l’area nascosta dalle targhe.
  • 6
    Cercate di lavorare sullo sgrassante meglio che potete, cercando di evitare con cura di bagnare le componenti elettriche della motocicletta. Se lo avete a portata di mano, potete usare anche uno spray igienizzante con la parte terminale a cannuccia per lavare tutto bene fin quando non vi accorgete di aver fatto un buon lavoro.
  • 7
    Dopo aver fatto asciugare per bene l’acqua (di solito bisogna aspettare fino a cinque minuti) spostate la vostra motocicletta in un luogo asciutto e prendete un panno di pelle di camoscio. Quindi con esso pulite l’intera parte di contatto per cercare di avere una superficie asciutta senza più una goccia di umidità. Esiste anche lo spray a cera o il lubrificante di catene come prodotti utili a nettare la motocicletta, basta seguire le istruzioni riportate sui loro contenitori.
  • 8
    Infine aggiungete un po’ di smalto per motociclette su uno straccio interamente intonso, applicando il tutto sulla carrozzeria ormai asciutta. Aspettate che si asciughi, pronti per ripetere la stessa operazione sulle pedane, sui freni, sulle frizioni e sulle loro aree circostanti. Solo adesso la vostra moto sarà pronta per sfrecciare di nuovo “on the road”.

Tags

, , , , , ,


Commenti alla guida

 
Chiudi

You need to log in to vote

The blog owner requires users to be logged in to be able to vote for this post.

Alternatively, if you do not have an account yet you can create one here.

Powered by Vote It Up